Il Consiglio di Amministrazione di Prysmian S.p.A. ha esaminato oggi il bilancio consolidato e il progetto di bilancio d'esercizio relativi all'anno 2017.

I Ricavi di Gruppo sono ammontati a €7.901 milioni, con una variazione organica del -0,1% a parità di perimetro e al netto di variazioni del prezzo di metalli e cambi. Da evidenziare la performance realizzata nel quarto trimestre con una crescita organica del +2,9% supportata dalla crescita delle vendite dei cavi ottici e dal recupero del segmento E&I e Industrial & Network Components. Negli Energy Projects si conferma il solido trend di mercato con un order intake dei cavi e sistemi sottomarini che si è attestato a circa €1 miliardo nel 2017, rafforzando la leadership nel settore a livello globale. Il segmento Energy & Infrastructure evidenzia una sostanziale stabilità delle vendite, con un lieve incremento nel comparto dei cavi per le costruzioni (Trade & Installers). Nel complesso positive le vendite per il segmento Industrial & Network Components, mentre nell'Oil & Gas si registra una performance negativa trainata dalla riduzione dei volumi nel business SURF (Subsea, Umbilicals, Risers Flowlines) solo parzialmente compensata dal recupero del comparto Core Oil&Gas Cables. Infine, prosegue il marcato trend di crescita nel Telecom, con vendite organiche spinte dalla forte domanda di cavi ottici a livello globale.
L'EBITDA Adjusted risulta in crescita a €733 milioni rispetto ai €711 milioni del precedente esercizio (+3,1%), nonostante l'impatto negativo dell'andamento dei tassi di cambio per €11 milioni, rispetto al 2016. Il maggior contributo è derivato dalle ottime performance di redditività di Energy Projects e Telecom. In particolare, il rapporto EBITDA Adjusted su Ricavi di Energy Projects migliora al 17,8% (rispetto al 15,9% del 2016) mentre la marginalità del segmento Telecom è salita al 17,0% (rispetto al 14,0% del 2016). Da evidenziare anche il miglioramento dei margini del segmento Oil&Gas, con un rapporto EBITDA Adjusted su Ricavi al 3,4% (2,7% nel 2016), mentre risultano in calo Energy & Infrastructure (EBITDA Adjusted su Ricavi al 4,0% dal 5,1% del 2016) e Industrial & Network Components (EBITDA Adjusted su Ricavi al 7,9% dal 9,5% del 2016). L'EBITDA è ammontato a €657 milioni rispetto a €645 del 2016 (+1,9%), includendo oneri netti legati a riorganizzazioni aziendali, oneri netti non ricorrenti, altri oneri netti non operativi e costi e accessori per l'acquisizione di General Cable pari a €76 milioni (€66 milioni nel 2016).