Il Consiglio di Amministrazione di Sabaf, riunitosi oggi a Ospitaletto (BS), ha approvato i risultati consolidati dell'anno 2015 e il progetto di bilancio della capogruppo, nonché la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari richiesta dall'art. 123-bis TUF e la Relazione sulla remunerazione 2015 predisposta ai sensi dell'art 123-ter TUF.

Risultati consolidati di Gruppo *
Nel 2015 il *Gruppo Sabaf *ha conseguito un moderato incremento delle *vendite
, che hanno raggiunto i 138 milioni di euro (+1,2%). L'incremento delle vendite è attribuibile principalmente alla crescita dei bruciatori: relativamente ai bruciatori standard il Gruppo ha beneficiato della forte competitività dei suoi processi produttivi (grazie anche alla maggiore produzione presso lo stabilimento turco), mentre per quanto riguarda i bruciatori speciali si rileva il successo dell'introduzione di nuovi modelli ad alta efficienza energetica. Molto positivo è stato anche l'andamento delle vendite di cerniere, dove sono stati consolidati alcuni importanti rapporti di fornitura e introdotti nuovi modelli speciali. Le famiglie dei rubinetti e termostati hanno invece registrato una flessione, a causa di una maggiore pressione competitiva. In linea con la strategia di maggiore internazionalizzazione, nel 2015 i mercati che hanno contribuito in misura crescente alle vendite sono stati quelli extraeuropei: di particolare rilievo sono gli incrementi ottenuti in Sud America (dove le vendite hanno rappresentato oltre il 15% del totale), nonostante la debolezza del mercato brasiliano, e in Nord America (dove le vendite hanno registrato un aumento del 36%, portando l'incidenza sul totale del fatturato al 7%). Sostanzialmente stabili sono state le vendite in Asia, Medio Oriente e Africa, mentre i mercati europei hanno consuntivato una flessione rispetto al 2014. I prezzi medi di vendita del 2015 sono stati inferiori di circa l'1% rispetto al 2014.