Saras (+6,8%) in forte rialzo dopo i dati 2017 e il piano industriale 2018-2021. Lo scorso esercizio è andato in archivio con un utile netto pari a 240,8 milioni di euro (+23% a/a, 217,4 milioni e +39% a/a in termini comparabili). Il cda proporrà all'assemblea un dividendo pari a 0,12 euro per azione (0,10 un anno fa). Il piano "si fonda su uno scenario di riferimento che incorpora un mercato petrolifero favorevole all'industria della raffinazione supportato da una robusta domanda di prodotti raffinati e che, a partire dalla seconda metà del 2019, beneficerà degli effetti della regolamentazione sul contenuto di zolfo nei fumi dei motori marini": previsti 800 milioni di euro di investimenti, generazione di cassa dalla gestione operativa complessiva durante l'orizzonte di piano a circa 1.950÷2.050 milioni, pagamento di dividendi compresi tra il 40% ed il 60% dell'utile netto comparabile.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)