Apple fa record per il secondo trimestre, con le vendite più elevate mai registrate in un periodo che non comprende le festività natalizie, e annuncia un buyback da 90 miliardi di dollari (contro i 50 miliardi del 2020) oltre all'aumento del 7% per la cedola trimestrale. Nei tre mesi allo scorso 27 marzo Apple ha registrato un rimbalzo dei ricavi del 54% annuo a 89,6 miliardi di dollari, contro i 77,1 miliardi del consensus di FactSet. In Greater China (che comprende Taiwan e Hong Kong oltre alla Cina continentale) il progresso è stato dell'87% a 17,7 miliardi di dollari. Tra i singoli business, i ricavi generati dagli iPhone sono cresciuti di oltre il 65% e del 25% quelli dei wearable ma la notizia migliore per Cupertino è arrivata dai Mac, le cui vendite sono rimbalzate del 70% annuo. Apple ha toccato un rally del 3% in after market al Nasdaq.

(RR - www.ftaonline.com)