*SeSa guadagna ulteriore terreno in avvio di ottava (+3,3%) dopo il balzo di venerdì: *il titolo ha chiuso con un +3,58% a 31,80 euro ma durante la seduta ha toccato quota 33, nuovo massimo storico (ritoccato stamattina a 33,75), approfittando del report di Mediobanca (target incrementato da 40 a 42 euro, giudizio outperform confermato). Le azioni del gruppo di Empoli durante la scorsa settimana hanno tratto beneficio prima della notizia dell'ingresso di Tamburi Investment Partners nel capitale di ITH S.p.A. (socio di maggioranza di SeSa con il 52,8%) con il 14,95% e quindi degli ottimi dati dell'esercizio 2018-2019 chiuso il 30 aprile: ricavi a 1.550,6 milioni di euro(+13,8% a/a), EBITDA 74,3 milioni (+17,8% a/a), EBIT 52,7 milioni (+13,9% a/a), risultato netto di pertinenza del gruppo 29,3 milioni (+9,0% a/a). Proposta la distribuzione di un dividendo di 0,63 euro per azione (da 0,60 per azione dello scorso esercizio). Il management fa notare che "Il Gruppo consegue perfomance economiche superiori al track record storico (CAGR 2011-18 Revenues +9,0%, CAGR 2011-18 Ebitda +9,1%) e al mercato di riferimento", segno che la strategia di focalizzazione sulle aree delle soluzioni IT a valore aggiunto per il segmento business sta dando ottimi risultati.

Tornando alla notizia dell'ingresso di Tamburi, inserito in una articolata operazione di buy-back da parte di ITH, si tratta di un investimento di circa 17 milioni di euro che prevede accordi di put/call con soci ITH finalizzati a consentire in prospettiva un ulteriore accrescimento della quota detenuta sino al 15,75%. L'operazione "intende rafforzare il nucleo di controllo e favorire - in un'ottica di vera partnership di medio lungo termine come TIP è solita fare – un'ulteriore accelerazione del percorso di sviluppo del Gruppo SeSa, anche a livello internazionale".