Il Consiglio di Amministrazione di SIT, società quotata sul segmento MTA di Borsa Italiana S.p.A., ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2018 che conferma una significativa crescita organica in linea con il programma di sviluppo di tutte le attività della Società.

SIT ha registrato nel 2018 ricavi *consolidati per 359,7 milioni di Euro in crescita del 11,0% rispetto all'esercizio precedente. L'EBITDA adjusted*, pari a 50,4 milioni di Euro, segna una crescita del 9,9% rispetto al 2017 (45,8 milioni di Euro). EBITDA adjusted e EBIT adjusted sono al netto dei proventi e degli oneri derivanti da operazioni non ricorrenti. Il risultato netto adjusted comprende anche l'effetto di oneri e proventi finanziari non ricorrenti al netto del relativo impatto fiscale. I principali aggiustamenti riguardano i costi di transazione e incentivo alla risoluzione consensuale del rapporto di lavoro del direttore generale e i costi di quotazione al MTA.

L'utile netto consolidato *dell'esercizio ammonta a Euro 24,3 milioni, pari al 6,7% dei ricavi.
L'
utile netto adjusted*, calcolato al netto degli oneri e proventi non ricorrenti, sia operativi che finanziari, e al netto dei relativi effetti fiscali, è pari a Euro 19,4 milioni vs Euro 14,4 milioni dell'anno precedente con un incremento del 34,6%, passando dal 4,5% al 5,4% dei ricavi.

"I risultati conseguiti nell'esercizio 2018 mettono in risalto una decisa crescita dei ricavi e della redditività, superiore a quanto ci aspettavamo in vista della quotazione. L'incremento delle nostre performance si è registrato sia su scala nazionale che internazionale. Gli investimenti realizzati hanno portato un aumento della capacità produttiva globale ed una ulteriore razionalizzazione dell'assetto industriale e logistico, con effetti tangibili già nella seconda parte dell'anno. La nuova struttura manageriale è a pieno regime per costruire la SIT che vogliamo" ha commentato il Presidente e Amministratore Delegato di SIT Federico de Stefani.