*Telecom Italia in rialzo. Ieri le indiscrezioni di Repubblica secondo cui *il gruppo telefonico si sta preparando a incassare circa 2 miliardi di euro: un miliardo dalla cessione delle attività del credito al consumo e data center e un miliardo dall'operazione Vodafone-Inwit (tra dividendo straordinario e cessione 5% della newco). Deutsche Bank ed Equita hanno però ridotto i rispettivi target sul titolo pur confermando la raccomandazione buy.

  • L'a.d. di Telecom Luigi Gubitosi ha smentito* per quanto riguarda i data center, affermando che anzi in autunno ci sarà un programma per rafforzarli. Intanto due senatori del Movimento 5 Stelle hanno riferito a Reuters che il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Vincenzo Santangelo, ha annunciato in commissione Finanze del Senato che il governo lascerà decadere il decreto legge che rafforza i poteri speciali dell'esecutivo (golden power) nelle reti 5G. Il decreto era stato varato la scorsa settimana per fronteggiare i rischi del coinvolgimento nel 5G delle cinesi Huawei e ZTE. La materia, secondo i due senatori, sarà oggetto di un disegno di legge organico sulla materia.

L'analisi del grafico di Telecom Italia evidenzia il recupero partito a fine maggio/inizio giugno con i prezzi in avvicinamento agli ex supporti a 0,5100/0,5150 euro. Oltre questi ultimi riferimenti probabile un allungo verso 0,57/0,58, massimi allineati di settembre/dicembre 2018 e marzo 2019. Segnali ribassisti alla violazione di 0,4700/0,4750 per 0,4550 e 0,4300/0,4350.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)