Il Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A., sotto la presidenza di Catia Bastioli, con la riunione del 20 marzo conclusasi in data odierna, ha approvato il Piano Strategico 2019-2023 e i risultati consolidati del 2018, presentati dall'Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris.

• Ricavi a 2.197 milioni di euro (+1,6%)
• EBITDA a 1.650,6 milioni di euro (+2,9%)
• Utile Netto di Gruppo a 706,6 milioni di euro (+2,7%)
• Dividendo proposto per il 2018 a 23,32 centesimi di euro per azione (di cui 7,87 centesimi di euro già pagati quale acconto e 15,45 centesimi di euro quale saldo a giugno 2019)
• Investimenti a 1.091,1 milioni di euro (+5,5%)
• Indebitamento Finanziario Netto a 7.899,4 milioni di euro (7.796,4 milioni di euro al 31 dicembre 2017)

Dichiarazione dell'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris: "Sono molto soddisfatto dei risultati conseguiti nel 2018: sono dati in crescita e sono stati raggiunti tutti gli obiettivi economico-finanziari prefissati. Questi risultati costituiscono la base del nostro Piano Strategico 2019-2023, che si presenta con una robusta generazione di cassa a sostegno di una forte accelerazione impressa agli investimenti per lo sviluppo infrastrutturale del Paese. Oltre 6 miliardi di euro per la rete elettrica italiana rappresentano l'impegno economico di Terna più alto di sempre, accompagnano il sistema elettrico verso la completa decarbonizzazione e favoriscono la piena integrazione in rete di energia da fonti rinnovabili. Sostenibilità e dialogo con il territorio, innovazione e digitalizzazione, persone e know-how industriale, rappresentano gli elementi chiave del nostro sviluppo. La prevista crescita degli investimenti, unitamente alla valorizzazione delle nostre competenze, sia in Italia che all'estero, sono alla base di risultati operativi in aumento che ci consentiranno di generare valore per i nostri azionisti".