La trimestrale della Goldman Sachs è andata meglio rispetto alle previsioni degli analisti. Il rallentamento del secondo trimestre del 2019 non è stato così repentino (come previsto) e la banca d'affari statunitense ha deciso di alzare il dividendo a +6,3%.

Trimestrale Goldman Sachs: la stagione di utili a Wall Street

Il trimestre di successo di Goldman Sachs ha sicuramente sancito il proseguo di un momento di continua raccolta di utili a Wall Street. La trimestrale pubblicata il 15 luglio da Citi Group è stata smentita in parte dai risultati di Goldman Sachs: i dati della banca d'affari, infatti, hanno dimostrato sicuramente la presenza di una battuta d'arresto, ma sicuramente meno contenuta rispetto alle previsioni.

Goldman Sachs: la decisione di distribuire al rialzo i dividendi

Anche se gli utili trimestrali si sono dimostrati decisamente in calo la decisione è stata proprio quella di procedere a un rialzo della percentuale di distribuzione del dividendo trimestrale. Mentre si attende l'avvio della contrattazione di Goldman Sachs nel pre-market il titolo è salito più di un punto percentuale.

Focus sul secondo trimestre di Goldman Sachs

I ricavi sono arrivati a 9,46 miliardi di dollari, gli utili netti sono a 2,20 miliardi di dollari e gli EPS a 5,81 dollari. In sostanza i ricavi netti totali della Goldman Sachs sono scesi di circa il 2% e sono arrivati a 9,46 miliardi di dollari. La banca nella sua analisi ha evidenziato che la discesa dei ricavi si deve addebitare a una forte riduzione dell'attività del trading nell'ambito del reddito fisso, ma anche a una notevole diminuzione della sottoscrizione dei titoli di debito. La situazione si deve addebitare in gran parte alle crescenti tensioni tra gli USA e la Cina.