Il Consiglio di Amministrazione di Unione di Banche Italiane (Ubi Banca) ha approvato i risultati d'esercizio e consolidati relativi al 2019, inclusivi della proposta di distribuzione di un dividendo unitario di 0,13 euro alle 1.135.033.346 azioni ordinarie in circolazione (al netto delle azioni proprie riacquistate), pari a un monte dividendi di massimi 147,6 milioni di euro, che verranno presentati per approvazione all'Assemblea dei Soci che si terrà in unica convocazione l'8 aprile 2020. Il dividendo, se deliberato dall'Assemblea nella misura proposta, sarà messo in pagamento con data di stacco, record date e data di pagamento rispettivamente il 18, 19 e 20 maggio 2020.


*Nota metodologica
*I risultati consolidati del Gruppo UBI includono, a partire dall'1.1.2019, gli effetti dell'adozione dell'IFRS16, che comporta una diversa contabilizzazione delle operazioni di leasing in essere sia dal punto di vista economico che patrimoniale. Dal punto di vista dei risultati economici, l'esito dell'adozione dell'IFRS16 è incluso nei risultati dell'anno 2019, mentre non sono stati pro-formati i periodi di raffronto del 2018, che risultano comunque confrontabili dato il modesto impatto dell'introduzione del nuovo principio contabile. Per quanto riguarda invece gli andamenti patrimoniali, i dati al 31.12.2019 vengono confrontati con i dati all'1.1.2019, riesposti per tener conto dell'impatto dell'IFRS16.

L'andamento economico del Gruppo
*I risultati al 31 dicembre 2019 rispetto all'analogo periodo del 2018 Nel 2019 il Gruppo ha effettuato un importante azione di posizionamento che rappresenta le basi per il nuovo Piano Industriale. Sono migliorati in corso d'anno tutti i *ratios patrimoniali
, è stata accelerata la *riduzione dei crediti deteriorati *sia grazie alle ottime performance del work-out interno che con vendite opportunistiche; è stato inoltre effettuato un importante sforzo commerciale e organizzativo che ha consentito l'incremento dei ricavi "core" e il contenimento dei costi, generando una evoluzione positiva delle tendenze operative per l'esercizio 2019.