Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro, il maggiore distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici per numero di punti vendita in Italia, riunitosi in data odierna, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 novembre 2018.

I primi nove mesi dell'esercizio 2018/19 di Unieuro si sono chiusi con risultati molto positivi. Grazie alle azioni di crescita interna ed esterna intraprese, i ricavi *hanno raggiunto nel periodo nuovi livelli record, registrando una crescita del 15% sopra quota 1,5 miliardi di Euro, mentre l'EBITDA Adjusted* e il *Risultato Netto Adjusted *sono cresciuti rispettivamente a 43,7 milioni di Euro (+9,9%) e a 21,0 milioni (+9,2%). La generazione di cassa, temporaneamente favorita dai forti incassi del Black Friday, si è tradotta in un *Adjusted levered free cash flow *di 55,1 milioni di Euro, permettendo alla Società di chiudere novembre con un avanzo netto di cassa pari a 13,0 milioni di Euro.

  • Giancarlo Nicosanti Monterastelli*, amministratore delegato di Unieuro, ha dichiarato: "In un panorama retail europeo dominato dall'incertezza e costellato da situazioni di crisi, Unieuro ha chiuso i primi nove mesi dell'esercizio con ricavi e flussi di cassa a livelli record e utili in crescita, evidenziando così la bontà del proprio modello di business e l'efficacia delle azioni di sviluppo intraprese, tra cui lo sbarco strategico nella Grande Distribuzione Organizzata".

"L'ottimismo e la concretezza sono alla base della nostra azione manageriale e, pur adottando un approccio orientato alla prudenza, riteniamo che l'esercizio che si chiuderà a febbraio porterà ancora soddisfazioni ai nostri azionisti. I robusti risultati commerciali del mese di dicembre, ancorché registrati a valle del Black Friday più forte di sempre, ci confortano e ci permettono di guardare con serenità all'immediato futuro."