La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in ribasso dopo aver toccato nuovi record. A pesare sono state alcune prese di beneficio e il tracollo di GE. Il Dow Jones ha perso lo 0,23%, l'S&P 500 lo 0,40% e il Nasdaq Composite lo 0,64%.
Tra i titoli in evidenza Seagate +12,62%. Il produttore di dischi rigidi ha annunciato una trimestrale superiore alle attese. Nel primo trimestre fiscale l'utile per azione adjusted si è attestato a 0,96 dollari su ricavi per 2,63 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 0,86 dollari su ricavi per 2,54 miliardi.
General Electric -6,36%. Il titolo della conglomerata è stato zavorrato dai timori di una possibile riduzione del dividendo e dal taglio del rating da parte di diversi broker.
VF Corp. +5,47%. Il gruppo di abbigliamento ha migliorato l'outlook 2017 dopo un terzo trimestre superiore alle attese. Nel terzo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 1,23 dollari su ricavi per 3,51 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,12 dollari su ricavi per 3,39 miliardi. Il proprietario dei marchi Timberland e Wrangler ha alzato la stima sull'utile rettificato per l'esercizio in corso a 3,01 dollari per azione da 2,96 dollari della precedente guidance.
BroadSoft +1,67%. Cisco Systems (+0,29%) ha annunciato l'acquisto della società specializzata nei software per telecomunicazioni per circa 1,9 miliardi di dollari (debito incluso).
Hasbro -8,6%. Il produttore di giocattoli ha pubblicato una trimestrale superiore alle attese ma ha avvertito che il fallimento della catena di negozi Toys'R'Us, suo principale cliente, peserà sui conti del trimestre in corso. Nel terzo trimestre l'utile per azione si è attestato a 2,09 dollari su ricavi per 1,79 miliardi (consensus Eps 1,94 dollari, ricavi 1,78 miliardi). Per il quarto trimestre il giro d'affari è atteso tra 1,7 e 1,74 miliardi, una cifra inferiore rispetto agli 1,82 miliardi attesi dagli analisti.