La Borsa di New York ha aperto la seduta in rialzo nonostante le incertezze relative ai negoziati commerciali tra Usa e Cina: giovedì una delegazione americana guidata dallo U.S. Secretary of the Treasury Steven Mnuchin si recherà a Pechino per la nuova fase delle trattative in vista della fine della tregua a inizio marzo. A restituire ottimismo agli investitori ha contribuito la notizia che il Congresso Usa sarebbe vicino a un accordo sui finanziamenti per la sicurezza delle frontiere americane che eviterebbe un nuovo parziale shutdown previsto per sabato prossimo. Dopo i primi scambi Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq Composite guadagnano lo 0,7%.
Tra i titoli in evidenza Tesla +0,8%. Canaccord ha alzato il rating sul titolo del produttore di auto elettriche a buy da hold.
Molson Coors Brewing -6%. Il produttore di birra ha chiuso il quarto trimestre con un giro d'affari in calo del 6,2% a 2,42 miliardi di dollari. Il dato è inferiore alle attese (consensus 2,54 miliardi).
Wolverine World Wide +4%. Il gruppo di abbigliamento ha aumentato il dividendo trimestrale del 25% a 0,10 dollari per azione. La cedola sarà messa in pagamento il 1° maggio. Approvato anche un piano di acquisto di azioni proprie da 400 milioni di dollari.
Omnicom -0,6%. Il gruppo pubblicitario ha registrato nel quarto trimestre un utile netto in crescita a 399,2 milioni di dollari (1,77 dollari per azione) da 254,1 milioni di un anno prima. Gli analisti avevano previsto un Eps a 1,66 dollari. Il giro d'affari è invece calato del 2,2% a 4,09 miliardi (+3,2% a perimetro e cambi costanti).
Gilead Sciences -4%. La biotech californiana ha comunicato che i test del Selonsertib (farmaco per patologie croniche del fegato) non hanno fornito il risultato desiderato senza peggiorare le condizioni dei pazienti.