La Borsa di New York ha aperto la seduta in rialzo grazie al buon andamento del comparto energetico ed alcuni positivi dati macroeconomici pubblicati in giornata. Il Dow Jones guadagna lo 0,3%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq Composite lo 0,2%.
Tra i titoli in evidenza Microsoft +2%. Il gruppo di Redmond ha aumentato il dividendo trimestrale dell'11% a 0,51 dollari per azione ed ha approvato un nuovo programma di acquisto di azioni proprie da 40 miliardi di dollari.

Darden Restaurants. Il gruppo della ristorazione ha registrato nel primo trimestre un giro d'affari leggermente inferiore alle attese a 2,14 miliardi di dollari contro i 2,14 miliardi del consensus. Peggio del previsto anche le vendite "same-store" a +0,9% contro il +1,3% del consensus.
US Steel -14%. Il gruppo siderurgico prevede per il terzo trimestre una perdita per azione adjusted ampiamente superiore alle attese degli analisti (0,35 dollari contro i 7 centesimi del consensus).
Sul fronte macroeconomico le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono cresciute meno del previsto a 208 mila unità da 206 mila unità della settimana precedente (dato rivisto da prima lettura a 204 mila unità). Il dato odierno si pone al di sotto delle attese fissate dagli analisti a 213 mila unità
Il disavanzo della bilancia delle partite correnti nel secondo trimestre 2019 si e' attestato a 128,2 mld di dollari da 136,2 mld del trimestre precedente (rivisto da 130,4 mld). Gli analisti avevano previsto un deficit lievemente inferiore, pari a 127,8 miliardi di dollari.
La Federal Reserve di Philadelphia ha reso noto che il proprio indice, che monitora l'andamento dell'attivita' manifatturiera dell'area di Philadelphia, si e' attestato nel mese di settembre a 12 punti in calo da 16,8 punti di agosto ma risultando superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore dell'indice pari a +11 punti.