Un altro video che potrei definire anomalo, nel senso che non tratto un argomento specifico, ma, come si diceva una volta … di tutto un po’.

Partiamo dalle Borse.

Continua senza sosta questo periodo di esaltazione delle Borse mondiali, per la verità non si può parlare di un momento, di un ciclo, di una fase, sono infatti anni, parecchi anni, anzi nella storia non si era mai verificato che le Borse mondiali salissero per un periodo così lungo.

E continuo a ripeterlo, se non facciamo altro che parlare di una crisi, di una situazione mondiale critica, di un contesto economico emergenziale.

Ma tutto questo non rende inspiegabile quello che sta accadendo sui mercati finanziari, anzi, è spiegabilissimo, non c’è dubbio che siamo all’interno della più grande bolla speculativa nella quale mai l’umanità si era venuta in precedenza a trovare.

Vi aggiorno solo brevemente sugli indici di Borsa americani, il Nasdaq, che come tutti sapete è la Borsa nella quale vengono quotati i titoli del cosiddetto comparto tecnologico, dopo aver raggiunto i propri massimi assoluti, durante il mese di aprile, superando i 14.000 punti, aveva avuto un ritracciamento.

Fra la fine del mese di aprile e l’inizio di quello di maggio era arrivato a perdere mille punti tornando così su quota 13.000 punti, ma dalla metà di maggio è tornato a crescere ed al momento quota oltre i 13.750 punti, quindi ha già recuperato oltre i tre quarti di quanto perso nel ritracciamento.

Il Dow Jones invece aveva avuto un ritracciamento durato soltanto due giorni, quelli dell’11 e del 12 maggio, poi si è ripreso subito ed ora è di nuovo nei pressi del massimo assoluto, avvicinandosi a quota 35.000 punti.

Ok qualcuno di voi dirà, ma quella è l’America, qualcosa distante da noi e forse molto diversa da noi. Avete ragione! A stupire, infatti, non è tanto l’America, ma la Germania, che però è molto più vicina a noi.

Sapete che l’indice Dax di Francoforte si sta avvicinando addirittura a 16.000 punti? Avete un’idea di cosa significhi per la Borsa tedesca 16.000 punti?

Quello che è avvenuto sulla Borsa tedesca dallo scoppio del Covid ad oggi non era mai avvenuto in passato. 

L’indice di riferimento della Borsa tedesca è letteralmente raddoppiato, dopo lo scoppio mediatico della pandemia era sceso fino agli 8.000 punti ed oggi siamo quasi a 16.000 punti, raddoppiato quindi.

Ripeto se voi guardate un grafico della Borsa tedesca vedreste immediatamente che ciò che è accaduto negli ultimi 15 mesi non è mai accaduto in passato, non si era mai assistito … nella storia … ad un aumento così vertiginoso!!!

Come se ci trovassimo all’interno di un boom economico senza precedenti.

Chiaro che definire questa situazione “anomala” è un semplice eufemismo?  

E’ chiaro che finché perdurerà questa situazione con questa cosiddetta moneta unica a beneficiarne è soprattutto il Paese egemone ed ad essere penalizzati sono quasi tutti gli altri.

Non proseguo. 

Molti mi invitano a parlare del bitcoin ed in generale delle cripto valute. 

Voi sapete che io sono estremamente scettico sulle cripto valute, ma non voglio al momento entrare in una diatriba che certamente si aprirebbe con parecchi di voi.

Cito il bitcoin e le cripto valute, perché stamattina, come sempre accade, quando mi sono svegliato ho acceso la tv sintonizzandola sulla CNBC.

Per coloro che non la conoscessero, ricordo solo che la CNBC è la più grande ed importante rete televisiva esclusivamente di carattere finanziario. Per 24 ore al giorno dà notizie, dati, e naturalmente intervista i più importanti, i più influenti personaggi del mondo finanziario.

Ebbene stamani quando ho acceso il televisore ad essere intervistato era il Chairman, il Presidente di VTB Bank. 

VTB Bank è un colosso bancario russo, di gran lunga la più grande, la più importante Banca privata russa. 

Diciamo che in Russia la più grande banca è Sberbank che tuttavia è una Banca di fatto statale, pubblica, infatti più della metà del capitale sociale è in mano alla Banca Centrale russa, anche se del 43% del capitale che invece è in mano ai privati l’azionista più grande, come sempre, è la solita Vanguard.

L’ho sottolineato soltanto per dire che Vanguard, ossia il più grande fondo di investimento al mondo, compra proprio di tutto, insomma non è solo il principale azionista delle grandi multinazionali occidentali, Vanguard compra di tutto, ha talmente tanti soldi da investire che compra di tutto, anche le azioni della più grande Banca russa che di fatto è una Banca pubblica.

Vi dicevo accendo la tv e vedo appunto Andrey Kostin, oddio dico Andrey e non Andry perché pur non sapendo il russo mi sembra di aver sentito che la pronuncia Andrey è quella russa, mentre Andry è quella Ucraina.

Visto che non corrono buoni rapporti, non vorrei far nascere un casi diplomatico e quindi diciamo che ad essere intervistato dalla CNBC era il Sig. Kostin, ossia il Presidente di VTB Bank che più che una Banca è proprio un conglomerato di Banche fra le quali la più grande è la Bank of Moscow.

Comunque la giornalista di CNBC che si trovava a San Pietroburgo chiede al Sig. Kostin, naturalmente in inglese,  cosa ne pensasse delle Criptovalute e la sua risposta, come spesso accade ai russi, non è stata molto diplomatica.

Ha letteralmente detto, ripeto in perfetto inglese:

Crypto is just fake money

Ossia la Crypto è soltanto moneta fasulla, falsa, insomma la parola inglese fake ormai sappiamo tutti che significato ha.

A scanso di equivoci ai sostenitori delle cripto valute ribadisco che questo è il giudizio di Andrey Kostin, chairman di VTB Bank, non il mio, tuttavia è il giudizio di una persona certamente importante, influente, insomma non del primo venuto.

Cambio argomento e passo all’assegno unico che viene sbandierato come una grande innovazione e come un importantissimo aiuto alle famiglie italiane, naturalmente quelle più numerose.

In effetti l’importo che viene sbandierato non è irrilevante, senza dubbio anche voi avete sentito parlare di 653 euro mensili, ma facciamo un po’ di chiarezza. Come al solito capirete che si tratta dell’ennesima presa in giro.

Innanzitutto parliamo di un Isee di 50.000 euro, se il vostro isee supera questa cifra scordatevi di avere anche un solo centesimo, anche se avete 10 figli. 

E guardate che per superare i 50.000 euro di Isee non occorre essere ricchi, mentre è vero che se si sta sotto un Isee di 50.000, soprattutto per una famiglia numerosa significa essere poveri.

Sapete che vanno a comporre l’Isee 

  • la composizione del nucleo familiare;
  • la casa di abitazione;
  • i dati anagrafici di ogni singolo componente del nucleo familiare;
  • il patrimonio mobiliare;
  • il patrimonio immobiliare;
  • i redditi;
  • gli eventuali assegni percepiti;
  • il possesso di veicoli.

Se in una famiglia lavorano sia il marito che la moglie, anche se non percepiscono stipendi da favola, è quasi certo che si supera un Isee di 50.000 euro. 

Ma a parte questo, parliamo di importi, così ci capiamo, l’importo che viene pubblicizzato è di 167,5 euro per il primo ed il secondo figlio. Mi direte e perché si parla di 653 euro al mese?

Perché dal terzo figlio in poi c’è una maggiorazione del 30%, quindi 167,5 x 3 fa 502,5 più il 30% andiamo a 653 euro.

Ma allora 653 euro al mese andranno a tutte le famiglie che hanno almeno tre figli, che naturalmente devono essere tutti minorenni?

No!!! Perché come abbiamo detto se questa famiglia ha un isee superiore a 50.000 euro non vede nemmeno un centesimo e comunque questa cifra, ossia i 653 verrà modulata in base all’Isee.

A prendere i 653 euro saranno solo le famiglie con tre o più figli che hanno un Isee inferiore a 7.000 euro. 

Sette mila euro!!!

Io veramente non riesco a capire, ma come può una famiglia composta da 5 o più persone di cui almeno tre minorenni, come può campare con un Isee inferiore ai 7.000 euro!!! 

Ma attenzione. Il bonus si ridurrà a soli 83 euro a figlio, quindi la metà dei 167,5 euro se si ha un Isee intorno ai 15.000 euro, ed anche in questo caso si tratta certamente di persone che non possono mai e poi mai arrivare a fine mese.

E non è finita, perché per chi ha un Isee fra i 40.000 ed i 50.000 euro, ed anche in questo caso non si tratta di persone benestanti, ma di persone certamente con redditi modesti perché ricordo ancora che ci si deve riferire a redditi lordi, ad eventuali proprietà immobiliari, ad eventuali risparmi ed alla proprietà di un’autovettura, insomma tutto ciò va a formare l’Isee, ebbene queste famiglie che hanno un Isee di questo tipo riceveranno circa 30 euro al mese per ogni figlio, cioè sette euro la settimana, nemmeno una mancia.

Insomma avete già capito a chi andranno questi soldi … ma lasciamo perdere, altrimenti sapete di cosa mi accusano.