Alcuni giorni fa ho pubblicato un video nel quale vi raccontavo la notte delle elezioni americane come era stata vissuta da un mio carissimo ascoltatore che vive negli Stati Uniti, ed in particolare in California.

Vi avevo anche anticipato che questa persona che indico solo con le iniziali del nome JP, ci avrebbe fatto un breve resoconto di come si vive oggi in California, e perché ciò che è accaduto un California potrebbe essere un esempio di quel che potrà accadere anche da noi fra alcuni anni.

Ecco il suo breve resoconto:

Caro Giancarlo,

come le dicevo le voglio raccontare quello che e' successo qui in California negli ultimi 35 anni.

La California pur avendo la Bay Area con San Francisco , Berkeley (lei si ricordera' Summer of Love 1967 movimento hippie) era sempre stata una Roccaforte Repubblicana.  A parte come detto le Contee della Bay Area il resto votava repubblicano.

Le vittorie di Ronald Reagan ne sono state la dimostrazione.

Poi verso la fine degli anni 80' succede che in California il partito Democratico, che non aveva un grande peso, comincia ad "importare" poveracci. Ovvero nelle zone da loro controllate hanno cominciato a far entrare questi poveracci più  che altro dall'America Latina. 

C'era un problema però. Le zone controllate dai democratici erano le zone dove vivevano i "ricchi progressisti" e siccome a questi piace "parlare bene e razzolare male" in poche parole ce li hanno mandati a noi.

Insomma la classe media, medio bassa pure le zone rurali votavano repubblicano (ma no ! caspita non sono i nemici del popolo i repubblicani?). Con l'arrivo di queste persone e raggiunta la possibilità di farsi la cittadinanza ecco che questi cominciano a votare democratico e i Democratici cominciano a salire di voti.

Non basta, con Clinton  comincia un esodo di californiani verso altri Stati (come lei sa noi siamo un insieme di 50 Stati. Non regioni e questo gli italiani non lo capiscono molto bene). 

La California si svuota ? Macché! Anzi ogni anni aumenta di popolazione. 

Questo perché quando la classe media se ne va rimangono i ricchi progressisti (che i poveri non gli vogliono e vivono indisturbati nella "Beautiful California Coast ) e un sacco di "peones" a cui la classe media deve pensare e che pago con tasse altissime.

Si perché i democratici per il voto ai poveracci offrono la sanità gratis (lei sa che da noi la sanità costa un occhio della testa) una tessera per gli alimenti nonché anche del denaro (a spese nostre sia ben chiaro).

L'esodo Californiano cominciò 28 anni fa.

Bene. Ora si e' arrivati al punto che non se ne può più. Il 14 Settembre si voterà per mandare via il nostro Governatore.

Un tipo incapace peggio di Biden e della Harris. Tutti i candidati repubblicani non si fanno la guerra tra di loro, anzi si aiutano. Si battono solo contro il nostro Governatore o contro qualche democratico che vorrebbe prendere il suo posto.

La California era il "Golden State ". Ora e' una cloaca. Una tristezza che non le dico.

Lo sa che nella mitica Silicon Valley la gente che lavora per i giganti della High Tech neanche riesce a pagarsi l'affitto pur portando a casa più di 100 mila dollari all'anno?

Le mando il video. Poco importa se e' in inglese. Lei vedrà e mi faccia sapere. Il ragazzo che vedrà vivere dentro un camion guadagna 175 mila dollari all'anno ed è un "software  engineer ". 

Gli italiani che vengono in vacanza da noi negli USA vedono tutto bello e se noi gli diciamo la verità pensano che siamo degli idioti.

Chiudo con una frase di Malcom X leader di colore degli anni 60'

Disse :"io non mi preoccupo del Ku Klux Klan, dei bianchi reazionari. Non sono loro i nostri nemici. I nostri nemici sono i bianchi progressisti , quelli che hanno tante belle parole per noi ma che poi sono quelli che ci usano".

Mi creda caro Marcotti , i Repubblicani, quelli veri non i "RINO " (Repubblicans in name only) non sono, i cattivi. Anzi bombardano pure di meno, ma non vincono il Nobel per la pace.

You take care and have a great day - Abbi cura di te e buona giornata.

Ebbene dopo una simile testimonianza forse cominciamo ad avere una visione della California un po’ meno stereotipata. Certo Hollywood esiste, i miliardari esistono, ma esiste anche tanta miseria.

E soprattutto ciò che emerge da questo spaccato è che ad essere sempre più penalizzata ed emarginata è la classe media.

Ebbene il nostro JP vive ad Arden Manor a 10 miglia da Sacramento e si tratta di una zona residenziale molto bella, almeno dalle immagini che vedo sul web, quindi insomma me lo lasci dire JP lei non sarà un miliardario californiano, ma è una persona benestante che però ha visto la “sua”, sua tra virgolette naturalmente,  la sua California avere negli ultimi trent’anni un continuo degrado.

Io sono rimasto impressionato dalle parole di JP, quando ha detto senza mezzi termini La California era il "Golden State ". Ora e' una cloaca. Una tristezza che non le dico.

Ebbene pensare alla California come “una tristezza” sembra un ossimoro, qualcosa che stride.

Quelli della mia generazione sono nati con il mito della California, “California dreaming” cantavano i Dik Dik qua in Italia, ma effettivamente sono passati tanti anni.

Mi raccomando, cari ascoltatori, non dobbiamo nemmeno pensare al mal comune mezzo gaudio, nel nostro Paese il degrado è iniziato una ventina di anni fa, ha contribuito molto una immigrazione incontrollata, ma noi sappiamo qual è stato il motivo principale che ha fatto scendere l’Italia così in basso.

L’assurda adesione alla moneta unica, all’euro.

Quella è stata la mazzata dalla quale non ci siamo più ripresi, anzi, che continua a fare danni al nostro Paese.

Sono riconoscente quindi a JP per i suoi resoconti dalla ex-mitica California. Ah un’ultima cosa JP mi ha chiesto di ringraziare tutti coloro che hanno postato dei commenti a margine del precedente video ed in particolare coloro che, a loro volta lo hanno ringraziato.

Insomma come sempre le  brave persone si riconoscono subito.