Quando me l’han detto, io stentavo a crederci, non è una cosa nuova, ma finora se ne era parlato poco, insomma io non ne ero a conoscenza.

Ma ripeto, quando me l’han detto io pensavo fosse una burla, dai … ho detto … non starmi a prendere in giro, ma no! E’ vero, mi è stato risposto, inviandomi un link.

Ed allora ho dovuto ricredermi, erano arrivati davvero fino a questo punto, si sono inventati anche il Covid manager, il Covid Manager capite?

Avete perso il lavoro a causa del Covid? Nessun problema, riciclatevi iscrivendovi ad un corso di Covid Manager. Potete cominciare con il corso base, costa poco, quindi potrete anche specializzarvi con il corso avanzato, e quello invece costa naturalmente di più.

E guardate che non serve frequentare di persona, ci sono i corsi online quindi comodamente da casa potete studiare e diventare Covid Manager.

La figura del Covid Manager era già stata istituita, almeno nelle Regioni Veneto e Lombardia, addirittura fin dall’aprile dello scorso anno, quindi appena scoppiata l’epidemia, durante il primo lockdown, ma ripeto io non ne ero a conoscenza.

Ora, con le nuove aperture che sono state preannunciate dal Governo Draghi, ed in particolare per quanto riguarda l’organizzazione eventi e di matrimoni, è improvvisamente apparsa questa figura a dir poco grottesca.

Chi infatti intende sposarsi e quindi far seguire alla cerimonia festeggiamenti e banchetti potrà farlo solo seguendo rigide disposizioni.

Dapprima tutti gli invitati dovranno avere il Green Pass, ossia o un documento che attesti un tampone negativo nelle 48 ore precedenti, oppure il certificato di avvenuta guarigione o di vaccinazione.

Bene, voi mi chiederete, ma chi va a controllare che tutti gli invitati abbiano il Green Pass, o meglio che tutti gli invitati soddisfino le condizioni richieste per partecipare al matrimonio?

Ma come? E me lo chiedete anche? Ma il Covid Manager.

Perdonate, so che si tratta di una cosa seria, anzi drammatica, ma veramente faccio fatica a rimanere serio.

Credetemi non vi sto prendendo in giro. Leggo da TgCom24.

Il decreto approvato dal governo prevede che gli organizzatori di eventi individuino un "Covid manager" che vigili sul rispetto delle norme anti Covid.

 Il "Covid manager" dovrà "verificare il rispetto del protocollo da parte degli ospiti e dei lavoratori della struttura, evitando assembramenti e verificando che le mascherine siano sempre indossate quando previsto. Dovrà mantenere l'elenco dei partecipanti per un periodo di 14 giorni nel caso si dovessero verificare delle positività, in modo da favorire il tracciamento". 

Ma non basta, attenzione, state a sentire.

Inoltre, dovrà essere affiancato da personale di supporto: il rapporto tra addetti al controllo e ospiti non dovrà essere inferiore a 1 ogni 50 ospiti.   

Cioè, cari sposi, se ci sono 120 invitati come minimo dovrete assumere anche tre Covid Manager.

Ma non è finita, state a sentire lo so che stentate a credere come stentavo io, ma è tutto vero.

Cosa fanno i Covid Manager al banchetto del matrimonio? Continuo a leggere da TgCom 24:

 Il "Covid manager" supervisionerà l'intero banchetto, per il quale sono previste altre rigide regole: la distanza tra i tavoli di almeno 2 metri, il buffet con "somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto. 

Guai se un invitato prende da solo una fetta di prosciutto, o un pezzetto di grana. Non viene però specificato a quale punizione va incontro, comunque guai a chi si azzarda a prendere qualcosa da solo, i Covid Manager saranno inflessibili nel far rispettare queste regole. Ma attenzione, il clou:

La modalità self service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti in monodose". 

Noooo!!! I prodotti monodose nooooo!!! 

Ma non è finita!!! State ancora a sentire:

E ancora: "i gruppi musicali dovranno distanziarsi dal pubblico di almeno 3 metri, qualora non provvisti di barriere anti-droplet in prossimità del microfono", mentre i balli in spazi interni "potranno essere organizzati solo in zona bianca. In tal caso dovrà essere garantita all'interno una superficie pro capite pari a 2 metri quadri, potenziando il ricambio d'aria dei locali".

No, non ce la faccio più!!! Io davvero non ce la faccio più.

Cari ascoltatori a questo punto vi pongo una domanda.

Chi ci ha ridotto in questo stato?

Questo è scritto sul decreto che il Governo ha approvato? Questo è stato approvato da tutti i partiti che sostengono questo Governo?

Lasciatemelo dire: invotabili!!! Tutti!!! Chi si è permesso di approvare una cosa simile non può essere votato, non può … è un abominio.

Certo, ormai lo avevamo già stabilito, ma ogni giorno che passa è sempre peggio, carissimi ascoltatori, manca ancora del tempo prima di tornare al voto, quindi avremo occasione di parlare, ma questa gente non può essere rivotata. Questa gente non va votata, va curata!