Se c'è una cosa nel mondo di oggi, che fa sentire a tutti la "paura di perdere", sono le criptovalute e i bitcoin. 

Le criptovalute sono la parola d'ordine dei nostri tempi e sono state chiamate in tutti i modi, da "moneta del futuro" a gioco d'azzardo vero e proprio, paragonate ad una truffa, allo schema Ponzi e a una bolla pronta a scoppiare. Ma rimangono un argomento caldo nelle notizie e nelle conversazioni online.

Questo fa sì che tutti si chiedano se debbano saltare sul carrozzone o andare sul sicuro, standone lontano.

Se non siete esperti di tecnologia e non ne sapete abbastanza di soldi, beh, le criptovalute sono una combinazione di entrambi. Esploriamo cosa sono realmente. 

Le criptovalute, queste sconosciute...

Supponiamo che voi siate un artista o che lavoriate online. O che facciate qualsiasi lavoro che non implichi il lavoro d'ufficio dalle 9 alle 5. Raccontate ai vostri genitori o a qualcun altro come fate soldi e vi rispondono, "questo non è un vero lavoro".

Potreste incorrere in una situazione simile con le criptovalute con affermazioni come "non è denaro vero".

Mentre si può certamente discutere su ciò che è reale e ciò che non lo è, queste espressioni contengono una certa verità.

Una criptovaluta per definizione è una valuta virtuale, O, un bene digitale. È una stringa di caratteri online, che non si può fisicamente tenere in mano o tirare fuori dal tuo portafoglio. Questo contrasta con la comprensione tradizionale del denaro da parte di molte persone. 

Ci sono letteralmente migliaia di criptovalute come Bitcoin, Litecoin, Ripple, Ethereum, ecc. Queste possono essere acquistate attraverso scambi di criptovalute come Coinbase, Cash App, Binance, Bitpay, ecc.

Un portafoglio di criptovalute, che può essere web o basato su app, è necessario per accedere al vostro conto.

Bitcoin è la criptovaluta più popolare, ed è diventata sinonimo di criptovaluta. È stato lanciato nel 2009 da "Satoshi Nakamoto", che sembra essere uno pseudonimo, e l'identità di questa misteriosa persona o gruppo rimane sconosciuta fino ad oggi.

Satoshi Nakamoto possiede quasi 1 milione di Bitcoin, che sono molto, considerando che solo 21 milioni di Bitcoin mai stati estratti, e che 1 bitcoin vale, al momento in cui stiamo scrivendo, 40.485,80 dollari americani.

Questo dà sicuramente a questa inafferrabile figura un posto nella lista delle persone più ricche del mondo.

Se queste monete saranno mai scambiate, avranno avranno un effetto significativo sul prezzo del Bitcoin.

Prima di andare avanti, un avvertimento. Noi non possediamo alcuna criptovaluta. Questo articolo non è né per incoraggiarvi, né per scoraggiarvi a comprare qualche criptovaluta. Ne stiamo semplicemente discutendo come argomento di economia. Potete condividere la vostra esperienza con le criptovalute scrivendo nella sezione commenti, anzi, ci farebbe piacere.

Le varie forme di denaro ante criptovalute

Abbiamo visto varie forme di denaro nel corso della storia. Come le economie sono diventate più complesse, così hanno fatto i tipi di denaro.

Il metodo più antico era il 'baratto', che comportava lo scambio di beni direttamente senza alcun mezzo.

Diciamo che la persona A ha delle mele e la persona B ha delle arance; potrebbero scambiare mele con arance, o?

Questa forma di scambio aveva i suoi limiti: per esempio, è molto difficile dire quale oggetto ha più valore, o provate a scambiare un piccolo numero di mele con un animale vivo, e incontrerete ogni sorta di problemi, come per esempio il fatto che un animale vivo non può essere diviso. 

Un altro problema è che forse non avete bisogno di ciò che qualcun altro sta vendendo. Per esempio, l'agricoltore X coltiva soia e l'agricoltore Y coltiva patate. X ha bisogno di patate e offre a Y la soia, ma Y non ha bisogno della soia.

Per risolvere questo problema, le società iniziarono a dare un valore a certi oggetti che tutti erano d'accordo di avere un certo valore. 

Questi oggetti o merci di valore erano visti come un mezzo di scambio. Questo fu il primo tipo di denaro, conosciuto anche come Commodity money.

Esempi di merci usate nel corso della storia sono il sale, il tè, l'alcol, le sigarette, i semi di cacao, l'orzo, ecc. Le merci divennero poi più complesse, come i metalli tra cui l'oro, argento, rame, ecc. e le monete metalliche furono introdotte in molte società. L'oro rimase una merce importante per molto tempo.

La seconda forma di denaro è il denaro rappresentativo. Si tratta di una moneta come una banconota emessa dal governo o da una banca. 

Una banconota non ha un valore proprio perché è solo carta, ma rappresenta il valore di una merce. Più precisamente, rappresenta il valore dell'oro.

Mentre la moneta rappresentativa di denaro era emessa e controllata dal governo, essa era comunque sostenuta dall'oro. 

Tutto questo è cambiato quando siamo passati al terzo tipo di denaro, noto anche come denaro fiat. Anche se il denaro fiat è stato provato in alcune società in precedenza, il suo uso diffuso è iniziato nel 1971 quando il presidente Nixon ha annunciato che il dollaro USA non sarebbe più stato sostenuto dal lucido metallo giallo.

Questo fatto è anche conosciuto come il Nixon Shock. Altri paesi adottarono la stessa pratica, e le banconote che vediamo oggi sono solo sostenute dalla parola e dalla fiducia del governo senza essere sostenute da alcuna merce. 

Con l'avvento di Internet, non c'era da stupirsi che il prossimo tipo di denaro dovesse essere online.

È da notare che il denaro fiat ha offerto un uso online come le carte di debito/credito e le transazioni bancarie online, che sono in realtà sistemi di pagamento digitale, ma sono virtuali a modo loro.

Abbiamo anche altre opzioni virtuali che non implicano contanti come Apple Pay, Amazon Pay, PayPal, che ci aiutano a scambiare denaro o acquistare beni online.

Quindi il denaro fiat ha offerto varianti virtuali. Ma se le criptovalute non sono le prime ad offrire acquisti virtuali e non è nemmeno sostenuta da alcuna merce, che differenza c'è con il denaro Fiat?

La differenza tra criptovalute e denaro fiat

Bene, le criptovalute non sono sostenute dal governo, che è la più grande differenza che c'è e la ragione più importante per cui sono diventate popolari. 

I sostenitori credono che le criptovalute siano le valute del futuro, e comprarle presto è meglio, e che ciò li mette in una buona posizione finanziaria prima che diventino una norma. Le presentano come un'arca di Noè che ha offerto loro la possibilità di essere nella barca mentre il diluvio è in arrivo.

Il denaro è sempre stato una questione privata, e le banche svizzere sarebbero totalmente d'accordo. L'anonimato è un fattore importante quando si tratta di denaro, ed è qui che le criptovalute hanno guadagnato una grande attenzione.  

I sostenitori delle criptovalute scelgono l'anonimato rispetto al costante intervento del governo che a volte può andare troppo oltre. Alcune criptovalute, ovviamente, offrono più anonimato di altre. 

Si dice che le criptovalute siano una misura preventiva contro la svalutazione dei beni in tempi di guerra, pandemia o collasso del governo, ecc. Sono state considerate come una cura contro l'inflazione.

Non essendoci banche centrali nel mondo delle criptovalute, nessuno può intervenire per ridurne il valore nel tempo con l'inflazione. I governi stampano denaro, e se questa pratica viene portata troppo avanti, potrebbe portare all'iperinflazione.

Mentre questo fatto può non sembrare una grande cosa in un paese come gli Stati Uniti o in Europa, è invece di grande preoccupazione per altri paesi come il Venezuela e lo Zimbabwe, che sono passati attraverso l'iperinflazione a causa dei loro governi che stampano banconote da mille miliardi di dollari.

I vantaggi delle criptovalute

Avrete sentito o visto banconote false incredibilmente difficili da giudicare se fossero realmente tali ma, a differenza delle banconote, le criptovalute sono quasi impossibili da contraffare.  

Le criptovalute sono rese sicure usando metodi di crittografia, ed è da ciò che la criptovaluta ha preso il suo nome. 

Volete sentire un fatto assurdo? Alcune criptovalute utilizzano i tipi di crittografia originariamente realizzati per applicazioni militari, e i diritti per i civili di utilizzare questa tecnologia sono stati resi possibile grazie all'esistenza della libertà di parola.

La maggior parte delle criptovalute stanno utilizzando una tecnologia chiamata Blockchain, che la rende quasi impossibile da contraffare o duplicare, a differenza delle banconote convenzionali.

Cosa diavolo è diamine è la Blockchain? È una tecnologia alla base di molte criptovalute, che agisce come un libro mastro online per tutte le transazioni. Questo libro contabile virtuale è la tecnologia che permette alle criptovalute di rimanere decentralizzate invece di avere un'autorità centrale che le controlla da un solo posto.  

Blockchain permette al libro mastro di essere diffuso sull'intero globo attraverso diversi computer. Le transazioni avvengono solo se sono confermate da tutti sulla rete, rendendo il tutto decentralizzato, sicuro dagli attacchi informatici, e quasi impossibile da contraffare.

Questo tecnologia è ritenuta in grado di aggiornare molte industrie in futuro, tra cui la finanza, la legge, il crowdfunding, l'immobiliare, il sistema di voto, ecc.

La natura decentralizzata delle criptovalute permette alla transazione di passare direttamente e senza alcun gestore di denaro come una banca o una società di carte di credito che la possa controllare o ci possa guadagnare sopra, magari con una commissione per una transazione.  

Le criptovalute eliminano questi intermediari intermediari finanziari dicendo "muoviti, togliti dalla strada". Questo rende la transazione uno scambio peer-to-peer usando chiavi pubbliche e private.

Perché è vantaggiosa l'eliminazione delle banche o di qualsiasi altro istituto finanziario di fiducia?  

  1. Taglia i costi di transazione al minimo.
  2. Risolve tutti i problemi con i pagamenti transfrontalieri, compreso il tempo ridicolo e le spese bancarie necessarie per inviare denaro in un altro paese.  

Le criptovalute sono un punto interrogativo su tutto il settore bancario che conosciamo oggi.

Una criptovaluta è una forma di denaro senza alcun governo, senza alcun paese e senza confini. Non sarebbe sbagliato definirla un attacco ai governi e alle banche centrali. 

Nessuno può impedirvi di usarla, nessuno può impedirvi di inviare o accettare pagamenti.

Le critiche alle criptovalute

Basta con i vantaggi, parliamo adesso di alcuni degli svantaggi e delle critiche che le criptovalute hanno ricevuto. 

La più grande critica alle criptovalute deriva dallo stesso fattore che ha contribuito alla loro popolarità. Cioè la natura anonima che permette di usarle per scopi illegali, tra cui il riciclaggio di denaro, l'evasione fiscale, l'acquisto di oggetti illegali, ecc.

Mentre sembra che i governi non possano regolare le criptovalute direttamente, possono usare il loro potere per regolare gli scambi di cripto. 

La seconda più grande critica delle criptovalute è la loro natura volatile, poiché il loro prezzo fluttua in maniera davvero notevole. Le criptovalute sono state definite come un modo per conservare la ricchezza... ma l'alta volatilità e l'investimento sicuro non vanno d'accordo. 

Una valuta richiede anche stabilità per i compratori e venditori per determinare il prezzo dei beni. Ma Bitcoin e criptovalute sono tutt'altro che stabili.

Un'altra critica che le criptovalute hanno ricevuto è che non sono sostenute da alcun bene materiale. Lo stesso però vale per la moneta cartacea che usiamo oggi.

Mentre tutti lodano la blockchain per le sue fantastiche caratteristiche di sicurezza, il fatto è che altri aspetti delle criptovalute sono esposti al rischio di furto. Gli hacker possono entrare in possesso dei vostri beni virtuali penetrando nella vostra rete di computer o ingannandovi a dare loro la vostra chiave privata.

Non solo gli utenti, ma anche le borse di criptovalute possono essere attaccate. Abbiamo visto un sacco di esempi in cui le borse di criptovalute hanno presentato istanza di fallimento dopo che centinaia di milioni di bitcoin sono stati rubati. Il caso di Mt. Gox è emblematico, al proposito.

I bitcoin sono stati anche criticati per l'utilizzo di una alta quantità di energia necessaria per produrre anche solo un semplice bitcoin. 

Le transazioni in criptovaluta non sono reversibili. Non c'è un meccanismo per le controversie e i rimborsi. Nel caso in cui voi abbiate un venditore di fiducia, dovreste imparare come calcolano i rimborsi a causa dei prezzi fluttuanti delle criptovalute.

Inoltre non si possono recuperare le vostre monete se vi vengono rubate. E sì, se perdete la vostra chiave privata in Bitcoin, perdete tutti i vostri Bitcoin. Abbiamo tutti sentito molte storie di persone che hanno perso soldi perché si sono chiuse fuori dai loro portafogli digitali, in effetti.

Investimento o speculazione?

È una buona idea capire e indagare su quale valuta si stia provando ad investire, perché ci sono centinaia di opzioni là fuori.  

Chiunque abbia un investimento e un team di programmatori può avviare una criptovaluta propria. Non si può escludere che un gran numero di criptovalute fallite fossero solo truffe, infatti.

Molti investitori pensano alle criptovalute come speculazioni invece che come investimenti. Se si investe in un business fiorente, questo aumenta il suo valore nel tempo con i profitti e il flusso di cassa.

Le criptovalute, d'altra parte, non generano alcun flusso di cassa. Perché voi ne possiate trarre profitto, qualcun altro deve pagare di più quando si cerca di venderle.

Un'altra differenza è che se si investe in azioni di una società, si possiede un pezzo della società e si hanno certi diritti che ne derivano.  

D'altra parte, l'acquisto di monete non vi rende proprietario di nulla, tranne che di ciò che avete comprato. È come se voi andaste in un casinò, e consegnaste i vostri soldi e vi dessero delle fiches, e voi poteste usarle, e questo è tutto. 

Questo porta sempre più speculatori, e non c'è da stupirsi che il trading di criptovalute sia stato chiamato gioco d'azzardo, oltre che una bolla, molte volte.

Mentre si possono sentire storie di persone che diventano milionari e vivono la loro vita sugli yacht, dovreste prima capire che quelli che hanno perso i loro soldi non hanno mai avuto pubblicità, perché probabilmente non vorrebbero averla. 

Gran parte dell'interesse per le criptovalute è lo scambio per provare a realizzare profitti, invece di usarle per comprare e vendere prodotti o servizi.  

La verità è che al momento la gente si butta sul bitcoin non perché diventerà una valuta del futuro, ma perché è un investimento speculativo, e sperano in una vita da pensionati su un'isola. 

Ci sono state numerose persone che hanno sconsigliato l'acquisto di criptovalute tra cui Warren Buffett, che ha detto che le criptovalute non hanno valore. Charlie Munger le ha definite un "veleno per topi". Peter Thiel è passato dall'essere un pro-crypto a chiedersi se è una parte dell'arma finanziaria cinese contro gli Stati Uniti. Mark Cuban ha evidenziato le somiglianze tra le criptovalute e l'oro. Carl Ichan ha detto che non capisce le criptovalute perché è troppo vecchio per loro. Il "ragazzo razzo" (Elon Musk) è passato dall'essere scettico a permettere ai clienti di acquistare auto Tesla con bitcoin. 

Il futuro del bitcoin e delle criptovalute dipende dalla sua diffusione nelle transazioni quotidiane. Più piattaforme lo offrono come mezzo per lo scambio di beni, meglio sarà per l'intero intero business delle criptovalute. Fino ad allora potete sperare che il vostro investimento in cripto vada "sulla luna!"