Le decisioni prese nella riunione mensile dal board della Bce erano scontate, i tassi sono rimasti fermi a zero, ormai sono anni che i tassi nella zona euro sono fermi a zero, quindi nessuna sorpresa.

O meglio la sorpresa è che dopo anni che i tassi non si muovono e rimangono a zero, l’economia, almeno quella del nostro Paese rimane ferma. Crescita non se ne vede e questo ovviamente anche prima del Covid-19, anzi se vogliamo dirla tutta la crescita economica nel nostro Paese non si vede da vent’anni e poco più, in pratica da quando siamo entrati nell’euro.

E’ una coincidenza?

Lo so che non ci sarebbe da ridere, purtroppo. Io veramente non riesco a capire come ci possano essere ancora persone che sono favorevoli all’euro.

Dopo tutto quello che è accaduto, come è possibile che persone … pensanti … ritengano una fortuna per noi essere rientrati nell’eurozona, è chiaro che … o sono persone non pensanti, o sono persone … diciamo non in buona fede.

Dato che da tantissimi anni le riunioni della Bce si concludono con un nulla di fatto, nel senso che i tassi non vengono variati, rimane solo l’interesse per ciò che dirà, nella consueta conferenza stampa a margine della decisione del Banchiere Centrale.

Ma col passare del tempo anche la conferenza stampa del Presidente della Bce è diventata noiosa, visto che la situazione rimane immutata ed allora anche la Lagarde non sa più che inventarsi ed usa i termini più scontati, cosa ha detto oggi?

Che “rimane l’incertezza”. Niente di più scontato, niente di più banale.

Tuttavia io una certezza ce l’ho, ed è che finché rimarremo in questo lager chiamato euro potremo scordarci la crescita economica.

Tuttavia la Lagarde non si è lasciata sfuggire l’occasione per ribadire una cosa … avete capito? Sono sicuro di sì, ormai credo proprio che chiunque abbia una carica in una qualsiasi istituzione sovranazionale debba fare pubblicità … a cosa? Sentite le parole della Lagarde.

Nello scenario dell'Eurozona ci sono "chiari segnali di miglioramento legati alla diffusione dei vaccini" ma anche "indicazioni negative legate anche ai rischi di evoluzione delle varianti del virus".

Veramente io non ho più parole, questa qua deve parlare di tassi, non di vaccini, ed invece ecco anche lei deve fare la marchetta per pubblicizzare i vaccini che naturalmente sarebbero la panacea di tutti i mali.

Ma perché? Perché mi chiedo la gente non si ribella a questa dittatura sanitaria, perché?

Ma a proposito di vaccini diamo uno sguardo a casa nostra.

La Lega in Consiglio dei Ministri non ha votato quello che i mezzi di disinformazione di massa hanno avuto il coraggio di chiamarlo “Decreto riaperture”.

Il Decreto che lascia intatto il coprifuoco alle 22 e che fa riaprire i ristoranti, impedendogli di lavorare, di fatto li fa riaprire per farli fallire.

Caro Salvini hai capito adesso quanti voti avresti preso alle prossime elezioni se anziché entrare in questo Governo di psicotici te ne fossi rimasto all’opposizione.

Oggi le piazze di tutta Italia, da Bolzano a Siracusa sarebbero totalmente gremite e la folla inneggerebbe a te scandendo il tuo nome.

Invece sei lì, in quella pastoia, e se va avanti così ti fai superare da Fratelli d’Italia, che, parliamoci chiaro, è un partito che non ha, anche per motivi di “gioventù” una classe dirigente di alto livello.

Ma guadagna voti nella maniera più comoda possibile … non facendo nulla.

Invece caro Matteo tu devi fare i salti mortali, per cercare di distinguerti in quella pastoia che al momento Governa il Paese. Ed oltretutto devi anche ingoiare dei rospi, anzi io le chiamerei delle umiliazioni.

Sentirti dire in faccia da un inetto, come il penta stellato Patuanelli, il coprifuoco resta alle 22 e non se ne parla nemmeno, è veramente umiliante.

Spero solo che gli italiani non si abbandonino a questa che a mio avviso è una lenta agonia. 

Ah, non ho parlato del Recovery Fund, ma non mancherà l’occasione nei prossimi giorni di trattare l’argomento, anche perché si prospetta qualcosa di assolutamente scandaloso, sembra infatti che si spendano  32 miliardi per l’inclusione.

Trentadue miliardi capite? Un’intera finanziaria per l’inclusione.

Qua veramente si superano tutti i limiti della decenza.