Dossieraggio: chi è il mandante

Scusate cari ascoltatori, ma se una persona che non è assolutamente indagata, viene intercettata e spiata.

Scusate cari ascoltatori, ma se una persona che non è assolutamente indagata, viene intercettata e spiata, questo mi sembra sia già un reato per chi opera in questo modo.

E se, successivamente, da queste operazioni di spionaggio, si vengono a conoscere fatti privati della persona spiata che, sono leciti, quindi nessun problema, ma potrebbero essere imbarazzanti, ed il risultato di questa operazione di spionaggio viene ceduto a giornalisti che li pubblicano, secondo voi non commettono un reato anche i giornalisti?

Qui come si fa ad invocare la libertà di stampa se si pubblicano notizie avute attraverso un’attività illecita?

Facciamo un passo indietro, ricordate quando Obama faceva intercettare politici di mezzo mondo? Attenzione, intercettare politici di Paesi nemici o considerati tali, chiaramente rientra nelle cosiddette operazioni di intelligence, che naturalmente si dovrebbero chiamare operazioni di spionaggio.

Questo è normale, le spie sono sempre esistite.

No Obama faceva intercettare i leaders di Paesi amici, tutti i principali capi di Stato e di Governo dei Paesi europei.

Mi ricordo quando la Merkel si è lamentata, quando gli ha detto un po’ seccata “Ma dai Obama, proprio a noi vieni ad intercettare” e lui, arrossendo come un bambino colto con le dita nella marmellata, che ha chiesto scusa come se avesse fatto qualcosa di involontario.

Ma torniamo a noi a quest’ultimo scandalo, ora stanno cercando di capovolgere la logica.

Cercano di far passare il tutto come una cosa normale, arrivando a dire che i giornalisti hanno fatto il loro dovere pubblicando notizie, a mio avviso questo è un insulto alla deontologia professionale.

Queste notizie, che al momento possiamo dire siano frutto di comportamenti fraudolenti, sono state passate a tre giornalisti del quotidiano Domani, dato che ritengo che la maggior parte di voi non conosca questo quotidiano trovo corretto darvi qualche informazione in merito.

Il quotidiano Domani è nato il 15 settembre 2020, il fondatore ed editore è Carlo De Benedetti, il giornale è diffuso dal gruppo RCS Mediagroup.

Alla nascita del quotidiano il Direttore era Stefano Feltri, precedentemente vice direttore de Il Fatto Quotidiano, recentemente però, per la precisione il 6 aprile dello scorso anno, il Consiglio di Amministrazione ha esautorato come direttore Stefano Feltri sostituendolo con Emiliano Fittipaldi fino a quel momento vicedirettore.

Il Presidente della Società editrice è Antonio Campo Dall’Orto, che per poco meno di due anni, dal 2015 al 2017 è stato Direttore Generale della Rai.

Essendo una creazione di Carlo De Benedetti è anche chiara quale sia la collocazione o l’indirizzo politico, chiamatelo come volete, del quotidiano.

La lista delle persone che sono state spiate, oppure possiamo dire sulle quali è stato istituito un dossier è lunga al momento si compone di 121 nomi.

Principalmente politici del Centrodestra, ma anche importanti imprenditori, personaggi dello sport e dello spettacolo.

Naturalmente non li cito tutti, ma solo i nomi più conosciuti, parto dagli imprenditori:

Gianluigi Aponte probabilmente il maggior imprenditore italiano, fondatore e proprietario di MSC che la maggior parte degli italiani conosce per le mega navi da crociera, tuttavia MSC è principalmente azienda leader assoluta al mondo per quanto riguarda le navi porta container.

Angiola Armellini, figlia di Renato noto costruttore romano, Angiola è salita all’onore delle cronache alcuni anni fa quando si scoprì che non aveva dichiarato al fisco la proprietà di 1.243 immobili, vabbé dai una dimenticanza. Oltretutto adesso è stato sanato il tutto.

Alcuni esponenti della famiglia Beretta come noto imprenditori nel settore armi.

Carlo Bonomi il Presidente di Confindustria.

Francesco Gaetano Caltagirone, noto costruttore ed editore romano

Roberto Cingolandi – l’Ad di Leonardo

Vittorio Colao si tratta di un mega manager ma forse lo ricorderete anche come Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale nel governo Draghi (2021-2022).

Ma tutta l’attenzione era sul dossieraggio nei confronti dei politici, ebbene non sono mancati personaggi di primo piano, sentite

Matteo Salvini inutile che dica chi è

Francesca Verdini, compagna di Matteo Salvini.

Giuseppe Valditara – Ministro dell’Istruzione

Adolfo Urso – Ministro per lo Sviluppo Economico

Giovanni Toti – Governatore della Liguria

Erika Stefani – Parlamentare Lega

Paolo Romani – Parlamentare Forza Italia

Matteo Renzi – Leader Italia Viva

Fabio Rampelli – Parlamentare FdI

Irene Pivetti – Ex presidente Camera

Olivia Paladino – compagna del leader M5S Giuseppe Conte

Cesare Paladino – Albergatore padre di Olivia

Mario Occhiuto – Ex sindaco di Cosenza
Roberto Occhiuto – Governatore della Calabria

Letizia Moratti – Politica e imprenditrice

Gianfranco Librandi – Politico Italia Viva
Francesco Lollobrigida – Ministro per l’Agricoltura

Gilberto Pichetto Fratin – Ministro per l’Ambiente

Marta Fascina – Parlamentare Forza Italia ed ex compagna di Silvio Berlusconi

Edmondo Cirielli – Viceministro Esteri

Marina Elvira Calderone – Ministro del Lavoro 

Claudio Borghi – Senatore Lega

Maria Elisabetta Alberti Casellati – Ministro per le Riforme spiato anche il marito Giambattista

Ma non ne ho citati tanti altri

E personaggi dello Sport come l’ex Presidente della Juventus Andrea Agnelli, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, l’ex calciator della Juventus Cristiano Ronaldo, Giuseppe Chinè – Procuratore Figc.

Ed ancora Giorgio Palù – Ex presidente Aifa, Maurizio Gelli  – Diplomatico figlio di Licio Gelli, Antonio Fallico – Presidente cda Banca Intesa, Chiara Colosimo – Presidente commissione Antimafia

Ma poi personaggi dello spettacolo come Fedez.

Vabbé, mi fermo qui, ma ce ne sarebbero molti altri.

Ed allora chiediamoci chi ha voluto fare dossier nei confronti di questi personaggi, e perché?

Diciamolo in una maniera più chiara, dato che non ritengo plausibile che tutto ciò sia il frutto di persone che non sapendo cosa fare si divertivano a spiare personaggi noti, chiediamoci:

chi è il mandante?

Giancarlo Marcotti
Giancarlo Marcotti
Giancarlo Marcotti è laureato in Scienze Statistiche ed Economiche all’Università di Padova. Nella sua attività professionale ha collaborato con importanti Istituti Finanziari, ricoprendo diversi ruoli. Giancarlo Marcotti è Direttore Responsabile di Finanza In Chiaro, oltre che curatore della rubrica I Mercati e redattore della sezione portafoglio nella quale, giornalmente, riporterà le scelte di investimento effettuate. Giancarlo Marcotti cura la trasmissione Mondo e Finanza su Youtube di Money.it.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate