Ormai tutti sappiamo della presenza della nuova variante di Covid, la Omicron, sparsa ormai in ogni dove e in ogni paese, e chiamata erroneamente Sudafricana (errore madornale ed impulsivo che ha portato tutti gli stati del mondo a bloccare i voli da e per quel paese provocando enormi danni al turismo di quella regione), chiamata così solo perché è stata sequenziata per la prima volta da un team di immunologi sudafricani, tra i migliori del mondo.

Cosa si sa di questa variante? Pare che sia più trasmissibile della Delta e che porti sintomi diversi, rispetto alla variante Delta che era dominante fino a poco tempo fa

Il panico nel quale sta ricadendo il mondo intero tra corsa alla terza dose, soldi stanziati già per la quarta, obblighi vaccinali, lockdown, green pass, super green pass, polizia che ricerca e stana adolescenti delinquenti che prendono il bus senza lasciapassare, multe da 400 a mille euro, multe di 600 euro ogni tre mesi in Austria, eccetera eccetera, sono giustificati davvero da questa variante? Non sembra più un'isteria generale?

Mah, innanzitutto ribadiamo che i virus per LORO NATURA, mutano, sempre, migliaia di volte. E sempre per loro natura, tendono a perdere di potenza, proprio perché il loro intento è diffondersi il più possibile, non uccidere l'ospite. Quindi è molto, molto, molto probabile che le nuove varianti, compresa appunto Omicron, sia più lieve della Delta. 

Gli immunologi sudafricani hanno parlato sin da subito di una "malattia lieve" e con sintomi lievi.

La dottoressa Angelique Coetzee, medico e presidente della South African Medical Association, ha detto che i pazienti che finora hanno avuto la variante Omicron sono stati affetti da sintomi "estremamente lievi".

Quali sono i sintomi della variante Omicron? Vediamone sette

1. Fatica e stanchezza per circa 6-8 giorni;

2. Dolori muscolari per alcuni giorni, come le altre varianti;

3. Mal di testa, da moderato a doloroso. In alcuni può diventare lancinante;

4. Gola dolorante, come se fosse graffiata, ma senza tosse. 

5. Naso che cola, come un comune raffreddore (anch'esso tra l'altro è un coronavirus). I virus infatti fanno sì che il naso  produca più muco per aiutare a intrappolare e lavare via le particelle virali.

6. Starnuti, anche tanti durante la giornata;

7. A differenza delle altre varianti pare che la Omicron non intacchi il gusto e l'olfatto.

Caos Ema contro Moderna: l'agenzia europea del farmaco punta il dito contro la casa farmaceutica!

Ema, questa volta, stranamente, ha deciso di agire con cautela contro Omicron. Prima vuole comprendere per bene quanto questa variante sia pericolosa, basandosi su dati, conferme, analisi e smentite. E questo solo il numero di contagi, ricoveri e decessi potrà farloc apire. 

Diciamo che durante il periodo di Natale è molto probabile che l'Ema si pronunci su quale sorte ci toccherà durante l'anno nuovo. 

Ma in tutto questo cosa c'entra il colosso farmaceutico Moderna? C'entra perché Moderna ha già parlato di un vaccino pronto per Omicron nel 2022.  ha già parlato di "un calo sostanziale dei vaccini contro Omicron". Il gruppo infatti ha già aggiornato un aggiornamento del siero per il 2022.

Ma come riporta il Giornale, l'Ema si è stavolta scagliato ferocemente contro Moderna proprio aver diffuso già queste dichiarazioni su un nuovo vaccino. L'Ente ha accusato Moderna di utilizzare "Solo una strategia commerciale" per fare  business sul vaccino e di pensare a vendere già un nuovo siero.

Ma davvero? La mia timida domanda personalissima è: Ema te ne sei accorta solo adesso che per i colossi farmaceutici questo è solo un business?

Comunque, detto questo per Ema è troppo prematuro parlare adesso di vaccino per Omicron, perché si hanno pochissime informazioni ancora

Ema ha un piano di emergenza contro Omicron?

Il piano di emergenza di Ema contro Omicron pare sia pronto. Gli scienziati non si faranno trovare impreparati, ma non si sa ancora di cosa si tratti. Perché non si sa quasi niente di questa variante: come si manifesta davvero questa variante, e se fosse più lieve come dicono dal Sudafrica, se non avesse peso sugli ospedali. Nessuno deve millantare certezze che nessuno ha. Ad oggi non si sa se questa variante è meno o più pericolosa della Delta. 

Quali sono gli scenari che secondo Ema potrebbero presentarsi se si diffondesse maggiormente la Omicron?

Primo scenario: la vicenda Omicron si sgonfia perché vengono riconosciuti i suoi lievi sintomi. Secondo scenario: basterà la terza dose per anche per questa variante; Terzo scenario: se il virus bucasse questi vaccini, solo allora si potrebbe richiedere di produrre nuovi vaccini che sarebbero pronti a marzo 2022. 

E se l'Omicron fosse addirittura DEVASTANTE, l'Ema è pronta a sorvolare addirittura sulla sperimentazione clinica. Cotto e mangiato, diciamo. Ma al momento, queste teorie catastrofiste non sembrano avere un seguito nemmeno nell'Ema stessa, che anzi si irrita per chi fa queste fughe tropppo in avanti

A cominciare da quella fatta proprio da Ursula von der Leyen, che ha già invocato l'aggiornamento dei vaccini  e del Ceo di Moderna che pronostica di preparare velocemente un vaccino contro Omicron.

Ursula ha anche invocato l'obbligo vaccinale per tutti i paesi facenti parte dell'Europa.

E così Ema, in uno slancio di sanità mentale, ha accusato l'azienda di star mettendo in atto solo «Una strategia commerciale». L'Ema ha tutte le intenzione, almeno così dice, di sottrarsi a questa isteria collettiva che sta prendendo i paesi europei. 

Omicron: Ursula von der Leyen fa marcia indietro

Dopo aver invocato già l'aggiornamento dei vaccini, l'obbligo vaccinale e chi più ne ha più ne metta, forse dopo la reazione dell'Ema, Ursula ha comunicato che visto che su Omicron gli scienziati non sanno abbastanza, è inutile terrorizzare il mondo prima del tempo

Anche l'Oms tranquillizza tutti dicendo che ancora non ci sono prove che i vaccini non funzionino.

E la notizia più importante è che i contagiati dalla variante Omicron, al momento, sono tutti casi estremamente lievi. 

I governi e il vecchio gioco della paura, fondamento di ogni dittatura che si rispetti!

Appena è uscita la variante Omicron, l'unicum formato da: informazione, media, politici, giornalisti, CTS, virostar, presentatori, eccetera eccetera, ha ricominciato il gioco al terrore, anzi al massacro direi io.  

"Paura per variante sudafricana" "Temibile variante sudafricana" "Bloccati i voli da e per il Sudafrica" (blocco che non vale per i barconi qui in Italia), eccetera eccetera. 

Ormai siamo all'87% di vaccinati in Italia ma le terapie intensive sono piene, come è possibile? Tutto il danno lo stanno facendo quel 13% di irriducibili? Davvero dobbiamo credere agli asini che volano? E per quanto concerne Omicron, al momento non si sa NULLA, se non che i casi rilevati in Sudafrica hanno avuto sintomi estremamente lievi. MI sembra una buona notizia no? Perché preoccuparsi dunque?

Insomma non si sa nulla eppure il gioco della paura è ripartito alla grande. Non se ne può davvero più! E' una follia collettiva come dice Ema!  

Soprattutto dopo che il Ceo di Moderna, per vendere il loro nuovo vaccino anti Omicron, ha detto che questa variante produrrà un calo sostanziale nell'immunizzazione dei vaccini. E il dramma si consuma! Chi ha accettato il siero magico si ritroverà per caso punto e a capo?

Ma come fa il Ceo di Moderna a fare una affermazione così grave, se non per strategia come dice Ema? Secondo una fonte di Ema, citata dal Giornale, dietro l’uscita dell’Ad di Moderna ci sarebbe solo “una strategia commerciale“. Se il vaccino non regge, il ciclo vaccinale va ripetuto. Dunque gli stati dovranno acquistare nuove fiale, sempre di più, sempre di più, sempre di più, sempre di più. 

Al momento Ema consiglia calma, nessuno scatto in avanti, nessuna isteria collettiva e di non fasciarsi la testa prima di rompersela.  

Alla faccia delle strategie commerciali dei colossi di big pharma. E alla faccia anche della bufala  che è tutta una questione "di salute pubblica".

I colossi di big pharma non sono dei filantropi. Il loro scopo è il profitto a qualsiasi costo. Ma che se ne faranno mai di tutti questi soldi?