La mozione di sfiducia nei confronti del Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha avuto l’esito che tutti si attendevano? No è andata ancora peggio.

Lega e Forza Italia hanno persino avuto il coraggio di votare a favore del Ministro Speranza, ed alla fine il risultato è stato di 221 voti a favore e 29 contrari, soltanto 3 gli astenuti.

Insomma la Lega continua ad ingoiare rospi, il Partito Democratico ed il Movimento 5 Stelle continuano a cucinare Salvini a fuoco lento.

Ormai la strategia del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle è estremamente chiara, tirano fuori tutte le porcherie dal cassetto per mettere Salvini in difficoltà, fra un po’ tireranno fuori un’altra provocazione, il cosiddetto Decreto Zan, ma non basta, a seguire, vedrete, anche lo ius soli, sì, vedrete, tireranno fuori anche quella cosa, e poi chissà cos’altro, forse il voto ai sedicenni.

Insomma il Governo Draghi si sta rivelando per quello che temevo fin dall’inizio, io, per la verità, non è che lo temevo, ne ero certo, ricordate il mio video dello scorso 22 febbraio all’annuncio da parte del Presidente incaricato della compagine governativa?

Beh, non ero stato molto tenero, ed avevo intitolato “Governo Draghi, vomitevole!!!” con tre punti esclamativi. 

In particolare me la prendevo con l’attuale Premier per la riconferma della Lamorgese al Ministero degli Interni e di Speranza alla Salute, Ministri che si erano distinti in senso negativo, durante il Conte Bis.

Sempre in quel video avevo sottolineato la follia della Lega nell’aver accettato di farne parte, una scelta che il Carroccio avrebbe pagato caro, mentre, riporto le mie testuali parole: “La sola persona che starà festeggiando in questo momento è Giorgia Meloni, e posso capirla”.

Ed in effetti basta guardare i sondaggi sulle intenzioni di voto, come sono variati in questi ultimi due mesi, ossia dal giuramento del Governo Draghi ad oggi per concludere che avevo pienamente ragione.

Chiariamo, non è che mi stia vantando per la previsione, era talmente banale che, penso proprio che fosse alla portata di tutti, di tutti tranne che di Salvini e magari Giorgetti. 

Ancor prima che si insediasse, sempre in quel video, io avevo definito il Governo Draghi “il peggior Governo della storia”, ed in effetti si sta indirizzando verso quella china. 

Salvini forse si era illuso di far parte del Governo, e contemporaneamente di fare l’opposizione dall’interno, povero tontolone, figuriamoci se glielo avessero permesso, oggi, ripeto il PD ed il Movimento 5 Stelle lo stanno cucinando per bene allo spiedo, proprio come una porchetta.

Patetico il tentativo oggi di chiedere la solita commissione d’inchiesta parlamentare, veramente patetico tentativo, la classica toppa peggiore dello sbrego. 

Comunque nonostante la richiesta di sfiducia nei confronti di Speranza sia finita nel peggiore dei modi, dovrò ringraziare Fratelli d’Italia, non tanto per la richiesta di sfiducia, ma per averci regalato l’intervento di quella vecchia volpe (politicamente parlando) di Ignazio La Russa che a mio avviso ci ha deliziato con un intervento in Senato davvero magistrale.

L’ho davvero trovato magnifico e vorrei così condividere con voi un paio di passaggi. Sentite:

A lei, Ministro Speranza, contestiamo la menzogna per coprire le inefficienze del suo ministero. Ma lei è un capro espiatorio, è colpevole in quanto inadeguato, non in quanto politicamente in grado di decidere alcunché: siamo arrivati al cabaret. 

Povero Speranza, che umiliazione, trattato come una pezza da piedi, tuttavia forse Speranza si è anche abituato ad essere trattato in quel modo, ricordiamoci sempre Giachetti, ma non è finita, La Russa ha aggiunto:

lei non rischia la poltrona, anche le forze di centrodestra che l’hanno criticata voteranno per lei. Incassi la finta solidarietà della sua maggioranza ma domani faccia il bel gesto, il primo della sua carriera di ministro, si dimetta.

Purtroppo sappiamo tutti che domani Speranza non farà il bel gesto, il primo della sua carriera di ministro, anzi io direi il primo della sua carriera politica, il bel gesto sarebbe appunto quello di dimettersi, purtroppo ce lo ritroveremo ancora come Ministro della Salute.

Ah, un’ultima cosa veramente umiliante per la Lega, al termine dell’intervento di Speranza, i senatori del Movimento 5 stelle e del Partito Democratico non si sono limitati ad applaudire, ma si sono alzati in piedi decretando al Ministro della salute una standing ovation.

Che umiliazione per i Senatori della Lega che avevano anche loro votato a favore di quel Ministro, io mi chiedo come facciano a non vergognarsi.

In compenso si vergognano i loro elettori.