Siamo alle battute conclusive Draghi ha dichiarato in maniera perentoria che l’obbligo del green pass sarà esteso a tutti i lavoratori sia pubblici che privati.

E probabilmente al Senato verrà messa la fiducia.

Che dire di più? Abbiamo superato ogni limite. Siamo al totalitarismo assoluto. Tutto grazie ai partiti che sorreggono questo maledetto governo, ed in particolare grazie alla Lega.

Io penso che le umiliazioni che ha avuto la Lega da quando è entrata a far parte di questo sciagurato governo non le abbia mai subite nessun altro partito al mondo.

Draghi dal primo giorno tratta la Lega come uno sguattero, per usare un’espressione milanese, Draghi dal primo giorno tratta la Lega come una pezza da piedi.

Povero Salvini soltanto un paio d’anni fa aveva l’Italia ai suoi piedi ed oggi invece viene trattato come una pezza da piedi. Forse non è mai stato un fine politico, forse è sempre stato un mediocre, non so, di fatto però se è arrivato a farsi umiliare in questo modo, insomma non deve essere una persona di una certa levatura, tutt’altro.

Comunque tornerò a parlare della Lega, ma al momento quello che preoccupa è proprio l’intero Governo che continua a prendere decisioni non impopolari, di più, delle decisioni dispotiche.

Se ancora oggi il 20%, ma probabilmente ancor di più, degli italiani non intende vaccinarsi e se forse almeno la metà dei vaccinati lo hanno fatto perché costretti, per non avere discriminazioni, oppure per una propaganda mediatica senza precedenti a senso unico, beh, ne dobbiamo dedurre che la differenza fra le imposizioni del Governo e il senso comune degli italiani, è abissale.

Io sarei curiosissimo di sapere quale sarebbe l’esito di un sondaggio, insomma come risponderebbero gli italiano se venisse loro posta una domanda di questo tipo:

Vista l’attuale situazione sanitaria, sareste più contenti di vivere come in Danimarca, ossia, di fatto senza alcuna restrizione, oppure con tutte le restrizioni che ha messo il Governo compreso l’obbligo del green pass per tutti i lavoratori?

Perché io vorrei ancora una volta sottolineare un fatto che forse non è chiaro agli italiani.

Il Governo sta dicendo a tutta la popolazione, o vi inoculate un siero sperimentale del quale abbiamo visto che gli effetti a breve termine sono stati deleteri e non è noto quali effetti possa avere a medio/lungo termine, ma sembra che a medio/lungo siano ancora peggiori, quindi o vi inoculate questo siero oppure sarete costretti a morire di fame perché vi tolgo lo stipendio.

Insomma peggio di mandarvi in galera dove perlomeno lo Stato sarebbe costretto a mantenervi.

Ed allora pensare che la quasi totalità della Camera ha votato una cosa simile fa orrore.

Verrebbe quasi da dire che quando avremo superato tutto questa fase storica, si possa fare una legge che impedisca la ricostituzione dei partiti che hanno dato il loro assenso ad una legge del genere.

Siamo infatti arrivati a qualcosa di più di un paradosso.

Prima si obbligano le persone a fare una cosa, e poi si invoca che quella cosa sia giusta visto che l’hanno fatta la maggior parte delle persone. Capite che siamo alla più incredibile follia?

Mi viene d’istinto porre una domanda: Cosa accadrà quando entrerà in vigore l’obbligo del green pass per tutti i lavoratori?

Dico cosa accadrà, non cosa mi auguro possa accadere, ciò che mi auguro possa accadere ritengo che voi tutti lo sappiate.

Beh, per rispondere a questa domanda forse è bene andare a vedere cosa è accaduto alla categoria per la quale l’obbligo è già stato stabilito da tempo, ossia ai sanitari.

Ebbene qualcuno di questi sanitari, costretto non tanto dalla fame, perché magari un piatto di minestra lo si trova sempre, ma costretto dal mutuo, ossa costretto dal fatto che senza stipendio non può più onorare le rate del mutuo in essere e quindi terrorizzato dal fatto che la banca possa pignorare il suo immobile di abitazione, ecco direi che alcuni sanitari messi di fronte ad una simile prospettiva con metodi che normalmente vengono messi in atto dalla criminalità organizzata, qualcuno ha ceduto e si è fatto inoculare il siero sperimentale.

Alcuni hanno preferito la sospensione che al momento dovrebbe essere considerata temporanea (ma sappiamo come agisce il nostro Governo).

Alcuni poi hanno dato le dimissioni, probabilmente perché hanno la prospettiva di lavorare in Stati più democratici dove non esiste l’obbligo. Spesso questi sanitari sono anche i migliori, sappiamo infatti che i medici italiani sono molto apprezzati all’estero.

Ma alcuni, anzi, forse ancora la maggior parte, è attualmente al proprio posto di lavoro a contatto con i propri pazienti, sono ancora al loro posto di lavoro e percepiscono regolarmente il loro stipendio semplicemente perché se fossero sospesi la struttura ospedaliera non potrebbe fornire neppure i minimi servizi di assistenza e cura.

A tal proposito avete una vaga idea del clima che oggi si respira in tutte, ripeto in tutte le strutture ospedaliere in Italia?

Mi farebbe piacere che magari siate voi a dare qualche testimonianza se siete informati in tal senso. Come si lavora, come si vive oggi negli ospedali italiani?