La Costituzione, la libertà, la democrazia, i diritti umani, il rispetto dell'altro, dell'opinione altrui, l'autodeterminazione, la libertà di scelta, la libertà di scegliere un trattamento sanitario o di rifiutarlo, il diritto al lavoro, la protezione delle minoranze, lo stato di diritto, il Parlamento come espressione della democrazia e del parere del popolo. Sono valori che amate? 

Ecco ora prendete tutto questo elenco appena fatto e cancellatelo sia sulla carta che dalla memoria. In Italia e, purtroppo, in molti altri paesi d'Europa, non esiste più nulla di tutto questo. Non esiste più una Carta dei Diritti dell'Uomo, non esiste più una Costituzione Italiana. È diventata tutta carta straccia

L'uomo non impara mai davvero dalla storia passata. Impara con la mente, razionalmente, magari impara a memoria date, eventi, nomi, ma non impara con il cuore e, soprattutto, non impara a non ripetere gli stessi errori.

Ed ogni volta li ripete convinto di essere nel giusto. Che tenerezza che fa l'essere umano che si fida di chi, solo per dirne una, lo fa andare in pensione quasi a 70 anni, ma lui va in pensione dopo solo 4 anni e sei mesi di "lavoro" in Parlamento.

Che tenerezza gli italiani, che dopo anni e anni e anni e anni, di tagli indiscriminati, vergognosi, inspiegabili e ignobili alla sanità, ora credono ad un Governo che ci tiene alla loro salute, che ci tiene talmente tanto che, mentre stanzia nella legge di bilancio 2022 altri milioni di euro per la quarta dose di vaccino, premia i vaccinati facendoli sentire quasi dei super eroi, dei privilegiati, con il SUPER GREEN PASS, l'ultima trovata del Governo dei Migliori, degno di un film della Marvel

Ed eccoci alla conferenza stampa di ieri, con un Draghi direi sorridente oltremodo, tracotante più del solito e uno Speranza più colorito del solito, devo dire, sembrava "quasi" la faccia della Salute. 

Green Pass, cosa cambia con il nuovo decreto del Governo Draghi

Come sappiamo dal 15 ottobre in poi, con Decreto Legge del 23 luglio 2021 n. 105, fino alla fine dello Stato d'Emergenza (che come ci ha fatto capire il Ministro Speranza ieri in conferenza stampa, sarà certamente prorogato oltre il 31 dicembre)  il Green Pass è diventato obbligatorio non solo per locali ed eventi, ma anche per poter accedere al proprio posto di lavoro

Ma se prima i Green Pass erano tutti uguali, cambiava solo la validità: 12 mesi per il Green Pass con Vaccino, 6 mesi per il Green Pass con la guarigione, 48 ore con il Green Pass dopo tampone antigenico negativo e 72 ore con Green Pass dopo tampone molecolare negativo; dal 6 dicembre tutto cambia.

Avremo il Green Pass base (di serie B, dei poveracci insomma) che darà diritto a cose diverse rispetto al Super Green Pass, lasciapassare di serie A per i super uomini vaccinati. 

Quale differenza c'è tra Green Pass Base e Super Green Pass?

Il Super Green Pass, secondo il nuovo decreto, al momento dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) durare dal 6 dicembre fino al 15 gennaio, quindi completamente staccato dallo stato di emergenza e, come potete notare, proprio durante le vacanze di Natale. 

La differenza tra i due tipi di green pass è nettissima. Il Green Pass Base, ovvero quello che si ottiene con il tampone, sarà valido solo per lavorare, e per utilizzare i servizi essenziali, come i mezzi pubblici (dal 6 dicembre sarà necessario avere il green pass base anche per i mezzi pubblici locali, i controlli saranno effettuati a campione);

mentre il Super Green Pass permetterà di fare tutto, anche se la regione dovesse diventare zona gialla o arancione.

Come ha affermato il nostro caro e amorevole Presidente Draghi ieri in conferenza stampa: "Non volete un Natale normale? Vi ricordate quanto è stato brutto il natale scorso? Questo sarà diverso! Avrete la vostra normalità, libertà, il vostro divertimento, con il Super Green Pass. Speriamo di convincere anche chi non si è ancora vaccinato a tornare tra noi a fare una vita normale".

Per i vaccinati saranno un Natale, un Capodanno e un'Epifania NORMALI. Potranno vivere le feste normalmente, in serenità, in libertà, non ci saranno i no vax in alcun evento, potranno stare al sicuro tra di loro, certi di ritrovarsi in ambienti sani e certi di non contagiarsi. 

Praticamente i colori delle regioni (a meno che non si arrivi ad un numero di contagi elevato, alla zona rossa) non varranno per i vaccinati e i guariti, che continueranno a fare la loro vita normalmente perché premiati dal Governo per la loro fiducia nella scienza. Per loro sarà sempre zona bianca.

Diverso il discorso per i reietti dei non vaccinati (che ad oggi stanno ancora facendo una cosa legale, ovvero stanno prendendo una libera scelta, ma spesso questo lo si dimentica) i quali non potranno fare più vita sociale, andare al cinema, al ristorante, ad un evento, ad un matrimonio, nulla di nulla. E ricordiamo che stiamo parlando non solo di adulti che potrebbero anche sopportare tutto questo, ma stiamo parlando di ragazzini, over 12 a cui il governo arbitrariamente sta togliendo la vita sociale.

Il Green Pass Base: quello ottenibile con i tamponi, per cosa servirà?

Il Green Pass di serie B, ovvero base, sarà quello rilasciato dopo il tampone, molecolare o antigenico. La validità dei tue tamponi non è variata: 72 ore per il primo, 48 ore per il secondo. Il Pass in questo caso servirà solo per andare a lavoro e per i servizi essenziali come i mezzi pubblici, anche locali. Per evitare di intasare il traffico delle persone sui mezzi di trasporto locali, i controlli non saranno fatti a tappeto, ma a campione. 

Questo tipo di green pass base non potrà servire per niente altro, per alcuna attività sociale o ricreativa, non si potrà andare al ristorante, in palestra, al museo, agli eventi, ad un matrimonio e così via. 

Se in questo periodo di festività dovesse esserci un cambio di colore delle regioni, da bianco a giallo o arancione, qualsiasi restrizione ulteriore varrà soltanto per i non vaccinati.  

Estensione dell'obbligo vaccinale ad altre categorie di lavoratori, oltre agli operatori sanitari

Come ha comunicato il Ministro Speranza ieri in conferenza stampa ha parlato di un'estensione dell'obbligo vaccinale: al personale sanitario e al personale scolastico si aggiungono le forze dell'ordine  e il personale amministrativo sia della scuola, sia della sanità. 

Secondo il Governo, secondo le parole di Draghi, le uniche motivazioni che ci sono dietro queste decisioni del Governo sono "prevenire per preservare", preservare cosa? Il Natale innanzitutto, per evitare di passare un Natale come l'anno scorso e per preservare la "normalità", "la libertà", "il divertimento"  e "lo stare insieme".

Mario Draghi, infatti, ha detto in conferenza stampa esattamente queste parole: "Vogliamo conservare la normalità che abbiamo conquistato e non vogliamo rischi (e i rischi secondo il premier sarebbero i non vaccinati), vogliamo continuare a essere aperti, andare in giro a divertirsi, acquistare, combattere la povertà, avere i ragazzi a scuola, contenti".

Nonostante l'Italia abbia i dati di contagi migliori d'Europa, vengono prese sempre misure più stringenti come il Super Green Pass.

Suoper Green Pass: Super Mario corre come un treno ad alta velocità!

Draghi decide di accelerare, di correre, e come un veleno che viene dato a piccole dosi fino alla morte della vittima, così il governo si sta comportando con il popolo. Decisioni, pian piano sempre più stringenti, fino a renderle soffocanti per chi decide (lo ripetiamo: ancora liberamente e legalmente) di non vaccinarsi e tutto questo nonostante non ci siano numeri di contagi preoccupanti nel nostro paese e tutto questo mentre in altri paesi come l'Irlanda, che ha superato il 90 % dei vaccinati, ci sia il record dei contagi o Gibilterra che ha raggiunto il 100% dei vaccinati, e ha comunque un record di contagi. 

Eppure il Super Green Pass è stato approvato all'unanimità del Consiglio dei Ministri. Pd, Cinque Stelle, Indipendenti, Leu, Lega, Forza Italia tutti d'accordo su questa abominevole misura discriminatoria.