Scusate, ma una volta non erano quelli di sinistra ad essere i pacifisti? Certo, se mai fosse stato così, ormai da diversi anni non lo è più, magari vengono insigniti del premio Nobel per la Pace, ma nella realtà sono dei guerrafondai.

Ne abbiamo subito avuto la riprova in queste ultime settimane, non ha fatto tempo ad insediarsi alla Casa Bianca che subito il “pacifista” Biden, ha cominciato a provocare in maniera insopportabile la Russia.

Ebbene se c’è una cosa che la storia ha insegnato al mondo è di non cercare di invadere la Russia, chi ci ha provato è tornato a casa con le ossa rotte. Ma oltre a non cercare di invadere l’immenso territorio russo, è bene non cercare neppure di provocare il Cremlino.

Ed invece Biden non deve aver mai letto neppure un libro di storia, e in maniera maldestra ha creduto di farsi bello mostrando i muscoli, che non ha, ed allora se l’è cercata. 

La reazione di Vladimir Putin, così, non poteva farsi attendere, ed in effetti non si è fatta attendere.

L’occasione è stata l’Assemblea  Federale, Putin non ha usato mezzi termini, sentite:

La Russia, come ogni paese, ha i suoi interessi e li vogliamo proteggere rispettando il diritto internazionale. Ma abbiamo altri modi per rispondere prima che altre nazioni diventino troppo arroganti.

Già sentir pronunciare queste parole da una persona del carisma di Vladimir Putin, insomma fa un certo effetto, ma è nulla rispetto a quel che ha aggiunto, ascoltate:

Alcuni Paesi hanno iniziato però a punzecchiare la Russia per ogni motivo, una specie di sport. La Russia non ha intenzione di bruciare i ponti nelle relazioni con nessuno ma, se lo fanno loro, devono prepararsi a una risposta dura e immediata. Chi minaccia la nostra sicurezza se ne pentirà come non mai

Ripeto la frase finale: Chi minaccia la nostra sicurezza se ne pentirà come non mai.

Mi corre un brivido lungo la schiena sentendo queste parole, ed allora mi chiedo: ma perché gli americani, o meglio questa scriteriata Amministrazione americana va a rompere le scatole ai russi che se ne stavano buoni senza dar fastidio a nessuno!

Per ora Putin si è limitato a rispondere con la stessa moneta a Biden espellendo dieci diplomatici americani, e speriamo così che gli americani abbiano capito, e la smettano così di provocare. Purtroppo però temo che Biden sia duro di comprendonio, naturalmente non me lo auguro.

Intanto nella nostra italietta nella compagine governativa pare ci siano persone prive di qualsiasi buonsenso.

Io mi domando cosa possa avere nel cervello uno che dice: “Il coprifuoco resta alle 22 e su questo non si discute”, mi sto riferendo al Ministro Patuanelli. 

Ma attenzione non è che la richiesta fosse di togliere del tutto il coprifuoco, richiesta che sarebbe il minimo sindacabile, no! La richiesta è di spostarlo alle 23, ossia soltanto allungarlo di un’ora.

Perché è banale che se si riaprono i ristoranti anche la sera, seppur solo all’aperto e con tutte le limitazioni possibili, dato che dopo aver cenato occorre anche tornare alle proprie abitazioni, a che ora si deve iniziare a cenare? 

Ripeto, il coprifuoco è già qualcosa di insensato, pensare di riaprire i ristoranti la sera e lasciare il coprifuoco alle 22 è proprio da squilibrati, persone che hanno ormai perso qualsiasi minima capacità cognitiva.

Ma naturalmente peggio ancora è il Pass vaccinale: si tratta di qualcosa di abominevole, ma vorrei trovare un termine ancora più spregevole se possibile.

Io ritengo che non si possa votare un partito che dia il proprio assenso al Pass vaccinale all’interno del nostro Paese, è qualcosa di assurdo, di  inconcepibile.

Veramente io non ho parole, come si fa ad accettare una cosa simile? Andando avanti di questo passo sapete a cosa si arriverà?

Non so se è chiaro ciò che intendo dire, è l’accettazione di restrizioni del genere che preoccupa più della restrizione stessa, non possiamo accettare tutto questo perché si sa da dove si inizia e non si sa dove si va a finire.

Guardate che sotto un certo punto di vista ciò che il nostro Governo ha fatto con il decreto che entrerà in vigore il prossimo 26 aprile è di una raffinata crudeltà.

Gli italiani erano scesi in piazza, stavano per rivoltare la situazione a loro favore ed il Governo cosa ha fatto?

Ha fatto finta di cedere, ossia di darla vinta ai manifestanti, annunciando riaperture che nella realtà non ci sono, a dar man forte alla pantomima naturalmente i virologi da salotto che hanno recitato la loro parte, gridando allo scandalo, facendo credere così che le aperture del Governo fossero serie, mentre nella realtà, ripeto, non ci sono, ed ecco che così hanno smorzato le manifestazioni.

Contro chi si manifesta se il Governo ha accettato le richieste dei manifestanti?

Ed eccoci ora in questa situazione a dir poco da regime.

Povera Italia.