Al di là dei soliti argomenti, oggi vogliamo portarvi alla scoperta di una realtà nota a tutti: i problemi a lavoro. È vero, sono tanti e riguardano la maggior parte delle persone ma d’altro canto, chi non li ha? Si può ovviare a tutti i tipi di problemi perché c’è sempre una soluzione.

Ma se l’esigenza di fare una pausa fosse il vero problema? Beh, in questo caso dobbiamo dire che non si può proprio andare in vacanza sia se sei un dipendente e sia se sei un freelance perché i compiti da fare sono all’ordine del giorno e per continuare a lavorare non possiamo procrastinare o venire a meno.

Per questo motivo proponiamo 5 metodi affermati per aumentare la produttività sul lavoro per riuscire a lavorare in maniera tranquilla e serena. Aumentare la produttività a lavoro è il sogno di tutti i professionisti e di chi generalmente vuole raggiungere degli obiettivi.

Ecco perché ti svelo in questo articolo delle abitudini ufficiali per ottenere risultati in poco tempo. Anche tu come me ti senti soffocato dalle tante cose da fare? Ho trovato una soluzione, anzi, ben 5! Ti dirò di più: con questi modi potrai dare spazio anche a un tuo progetto nel cassetto. 

Il giorno è composto da 24 ore di cui 12 le utilizziamo per dormire, ma solo circa 8 ore al giorno riusciamo a lavorare. Come aumentare quelle ore preziose in assoluta produttività efficace? L’essere improduttivi è un rischio e quindi è bene creare delle condizioni necessarie affinché il tuo lavoro sia sempre più produttivo.

Hai bisogno di strategie a lungo termine? Tecniche a breve termine e tattiche giornaliere per aumentare la produttività sul lavoro? Sei nel posto giusto amico mio!  Che tu lavori in ufficio o da casa, questi consigli sono utili ad aiutarti a sfruttare al massimo delle energie e del tempo.

Quest’ultimo scarseggia sempre di più se il lavoro aumenta. Per metterci sulla strada giusta occorre prendere delle decisioni opportune e migliorare le nostre abitudini. Lo dice anche donnamoderna.it:

Una squadra lavora al meglio se si sente ripagata e soddisfatta dei propri sforzi. Spesso si pensa che mettere sotto pressione dipendenti e colleghi sia un buon modo per avere risultati migliori, niente di più sbagliato. Anzi, ridurre il sovraccarico del team e fare felice chi lavora con complimenti e gratificazioni è la via più semplice per raggiungere obiettivi senza creare malcontenti e turbamenti in ufficio.

In questo periodo come non mai lo smart working ci ha fatto lavorare di più e la pandemia ha innescato una mole di attività da svolgere più alta al ritorno per recuperare il lavoro perso. La mentalità diffusa ultimamente di avere meriti e promozioni per i dipendenti ha portato a fare più straordinari.

Cosa succede a lungo termine? Frustrazione, stanchezza, ansia, tutti stati d’animo dovuti al sovraccarico di lavoro. Il risultato è il calo del rendimento, ovvio!

Come massimizzare la produttività e i guadagni? L’obiettivo di questo articolo è dare 5 metodi altamente efficienti e personalmente testati per poter aumentare la produttività a lavoro. I suggerimenti sono autentici e sono applicabili in qualsiasi circostanza.

Durante la guida scoprirai come fare per risolvere i problemi a lavoro e 5 metodi efficaci per aumentare la produttività lavorativa. Ti auguro una buona lettura!

Problemi a lavoro: come fare?

Quasi ogni giorno miliardi di lavoratori in tutto il mondo rivelano problemi di diversa natura: incomprensione tra colleghi o con il capo, insoddisfazione, stipendi non adeguati, scarsa motivazione, troppo lavoro e poco tempo. Ansia e stress sono all’ordine del giorno e negare che non ci siano problemi è impossibile.

Bensi, ci sono soluzioni, questo lo possiamo affermare ad alta voce. La frustrazione a lavoro è alta? Ci sono dei metodi funzionanti, i quali, aiutano molto a produrre di più sul lavoro. Come gestire i problemi sul lavoro?

Sicuramente alcuni ottimi modi sono: gestire al meglio gli impegni, delegare, prendersi spazio per sé stessi, parlare con il responsabile e trovare un punto d’incontro o farlo con il capo e trovare un compromesso.

Affrontare i colleghi con sincerità è un passo che va fatto prima o poi. Essere positivi, avere fiducia in sé stessi, guardare sempre l’obiettivo, raggiungerlo e porsi altri, sono le caratteristiche da tenere sempre a mente. Si dice che bisogna imparare dagli errori: è proprio così!

Se non state facendo niente per recuperare la situazione la prossima volta sapete esattamente cosa dovete fare. La vera risposta a come risolvere i problemi a lavoro è: aumentare la produttività. Si, ma come? Lo vediamo di seguito con 5 metodi!

Lavoro: primo metodo per crescere la produttività

Il primo metodo per crescere la produttività sul lavoro che consiglio è di prendersi delle pause per fare quello che più piace e liberare la mente. In questo modo sarai più produttivo poiché avrai effettivamente liberato i pensieri dai tuoi problemi lavorativi e allo stesso tempo potrai fare qualcosa che ti interessa o che ti aiuta a stare meglio.

Ovviamente, se le cose da fare sono tante e hai una consegna imminente non puoi permettetelo. Diversamente, alla fine della consegna potrai dedicarti del tempo per te così da sentirti meglio per il prossimo lavoro. Invece, se non hai tante cose da fare puoi dedicarti un’ora al giorno di pausa tra un lavoro e l’altro per te stesso.

Cura della persona, hobby, una passeggiata, andare al cinema, in un museo, leggere, sono alcune delle tantissime cose che potresti fare in quel momento.

Le preferenze sono personali, quindi, ognuno deve crearsi il suo mood leggero e sereno per poter affrontare meglio il lavoro e diciamo usare questo momento come una sorta di premio per sé stessi.

Così facendo ti verrà la voglia di finire il lavoro per poter avere il tuo premio. Io utilizzo il mio momento premio ogni giorno. Lo farai anche tu?

Secondo metodo per aumentare la produttività a lavoro

Il secondo metodo per aumentare la produttività a lavoro che propongo di usare una lista di gestione dei lavori che svolgi. Mi spiego meglio. Sul promemoria del cellulare, sul calendario, nelle note, su carta, o su qualsiasi dispositivo preferisci, puoi scriverti giornalmente il lavoro che devi svolgere catalogandolo in varie categorie.

Ad ogni nota dovrai impostare una data e un orario e potrai anche scrivere il tipo di priorità che ha: alta, medio, bassa. Con questo modo potrai avere sottomano e sotto‘occhio tutte le attività da svolgere prima di iniziare e ogni volta aver finito un lavoro potrai spuntarlo come completato.

La parte della spunta è la cosa più bella mai vista perché ti aiuta a toglierti un peso e ti libera completamente. Generalmente quando finisci un lavoro hai sempre il pallino fisso per tutta la giornata.

Invece, in questo modo potrai sollevarti subito di averlo completato e al contempo ogni volta che starai finendo un lavoro non vedrai l’ora di spuntarlo per poter rimanere sereni per un po'. Quando la lista rimane vuota? Si festeggia! Ed ecco il modo per festeggiare ogni giorno per tutto il lavoro che svolgi!

Aumentare la produttività a lavoro: terzo modo

Il terzo modo per aumentare la produttività sul lavoro è sicuramente dire di no ad amici e parenti mentre sei affannato di lavoro e soprattutto la cosa migliore quando sei affaticato e hai tanto lavoro da fare è delegare. Queste due cose ti permettono di concentrarti meglio sul lavoro che devi finire.

Dopo aver finito potrai dare uno sguardo ai problemi di qualcun altro. Delegare è fondamentale per poter portare a termine un lavoro nel minor tempo possibile.

Cosa delegare? Le piccole cose, le sciocchezze che ti rubano tanto tempo e che potresti fare a meno di fare ma che purtroppo per andare avanti ti servono per forza. Ricordati di dare una data di scadenza alla delega e soprattutto di dare il compito ad una persona autorevole.

Quando dici di no ad amici e parenti non hai proprio detto di no, ma per lo meno devi dire di no quando hai tanto da fare e dirgli di ripassare quando hai un po' più di tempo. Purtroppo, amici e parenti sono importanti ma anche il lavoro lo è: capiranno.

Lavoro: ecco il quarto modo per fare crescere la produttività

Il quarto modo per far crescere al meglio la produttività sul lavoro che suggerisco è di utilizzare strumenti di semplificazione come iCloud o Classroom o comunque piattaforme simili. Non è detto che devono essere online, può riguardare anche le cartelle del tuo computer ma in quel caso devi gestirle a mano.

Con i programmi in rete è possibile gestire al meglio il lavoro grazie a degli strumenti di semplificazione in cui potrai godere di meno pensieri e più serenità. Li usi già? Allora conosci le potenzialità. Nel caso in cui vuoi iniziare ad usarli ti spiego il funzionamento.

Qualsiasi documento tu stia lavorando, lo puoi condividere con altre persone e addirittura passarlo per la modifica. Puoi visualizzare tutto in tempo reale e pianificare il lavoro che c’è da fare a lungo termine. Gli strumenti aiutano a semplificare il lavoro e a rendere di più sulla produttività.

Vuoi essere pieno di carte, appunti, cartelle sul desktop di cui non ne vieni a capo? Lascia perdere: utilizza gli strumenti per lavorare in maniera efficace e veloce. Quale userai?

Quinto metodo per aumentare la produttività sul lavoro

Il quinto metodo per aumentare la produttività sul lavoro è offerto direttamente da Google in modalità online e completamente gratuita. Si tratta del corso gratis di Google dove puoi imparare a gestire il tempo, come assegnare le priorità e come delegare il lavoro in modo più efficiente possibile. 

Essenzialmente, per assicurarti il massimo livello di produttività devi gestire in maniera efficace il tempo. Con questo corso puoi incrementare la produttività grazie a degli strumenti di collaborazione.

Ma anche saper assegnare le giuste priorità alle attività e allo stesso tempo saper perfettamente delegare dei compiti a qualcuno per aiutarti a massimizzare l’efficienza sul lavoro.

Il corso dura un’ora dove impari al massimo come aumentare la produttività sul lavoro, che tu sia freelance o dipendente non conta, i metodi sono gli stessi. Hai trovato la lettura utile?