Do un’occhiata alla rassegna stampa e mi soffermo su due titoli che riportano una dichiarazione del Sottosegretario al Ministero della Salute Pierpaolo Sileri.

Si parla del vaccino per il Covid. Sentite, il primo titolo:

Sileri: “Obbligo non è ipotesi sul tavolo” – ADN Kronos 

Ed il secondo:

Sileri: “Obbligo vaccinale? Al momento lo escludo” – Affaritaliani

Naturalmente sapete tutti che Sileri è il sottosegretario al Ministero della Salute, di fatto il vice del Ministro Speranza, è un medico ed è stato eletto con il Movimento 5 Stelle.

Allora vado a leggere i due articoli partendo dall’ADN Kronos che inizia l’articolo proprio con il virgolettato:

"Al momento escludo sicuramente norme per l'obbligo di vaccinazione anti-Covid. Non ne abbiamo discusso e non è un'ipotesi su tavolo. Non ci sono obblighi per la popolazione generale. L'unico è previsto, come noto, per il personale sanitario". Lo ha ribadito il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, nel corso della trasmissione '24Mattino' su Radio 24 

Sostanzialmente analogo è quanto riportato nell’articolo di Affaritaliani che parte da una domanda posta al Sottosegretario Sileri:

Esclude l’obbligo vaccinale? "Al momento sicuramente sì, non c'e' nessun work in progress sull'obbligo vaccinale, l'unico obbligo messo e' per il personale sanitario", ha spiegato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, a Radio24.

Io già qui rimango basito, ma secondo voi è necessario che una cosa del genere debba essere ribadita? In altre parole, si sta parlando di qualcosa che ha un senso? Il giornalista di Radio 24 doveva porre una simile domanda al Sottosegretario Sileri?

Poteva minimamente essere soltanto pensato un obbligo del genere per tutta la popolazione italiana?

Evidentemente per il giornalista di Radio 24, sì, occorreva anche specificare che, almeno per il momento, non si è ancora preso in esame l’obbligo di vaccinazione per tutta la popolazione italiana.

Cioè questo giornalista ha ritenuto lecito fare una domanda del genere proprio perché la riteneva normale. Ripeto, come se fosse una cosa normale chiedere se si esclude l’obbligatorietà di farsi iniettare un vaccino sperimentale che non si sa neppure se ci protegge da un virus che ha una letalità dello 0,?

Temo di non essere in grado di trovare le parole esprimere la mia indignazione per una cosa del genere.

Cosa vogliono dirci? Cosa ci stanno dicendo questi giornalisti e questi politici da strapazzo?

Che dovremmo addirittura ringraziarli per non rendere obbligatorio a tutta la popolazione questo siero?

Ma vogliono davvero che in Italia scoppi una rivoluzione?

E’ già un abominio che possa esser stato preso in considerazione un obbligo del genere per il personale sanitario, anzi è doveroso da parte mia trattare anche se sinteticamente questo aspetto.

Questo obbligo di vaccinazione del personale sanitario con il ricatto della sospensione dello stipendio è qualcosa della quale in futuro l’Italia dovrà vergognarsi, un po’ come il Regio decreto-legge del 5 e del 7 settembre 1938.

Ma attenzione perché proprio su quest’obbligo vaccinale, ossia quello relativo al personale sanitario, il Governo può essere totalmente sconfitto, oltre che sbugiardato.

La minoranza di personale sanitario che con coraggio sta resistendo sembra ora in grado di vincere la battaglia, se infatti dovessero continuare a resistere, probabilmente il Governo sarebbe costretto a cedere non essendo più in grado infatti di gestire l’intero sistema sanitario del nostro Paese.

Non riuscirebbe infatti a garantire i turni di lavoro, all’interno delle strutture ospedaliere, e questo è praticamente certo.

Oggi infatti questi turni di lavoro sono garantiti perché personale medico non vaccinato continua ad offrire la propria disponibilità al lavoro, ed il calo comunque che si registra nei pazienti Covid è la più lampante testimonianza che questo personale non vaccinato non crea alcun danno, non crea alcun problema di carattere sanitario.

Dovremmo tutti sostenere questo personale sanitario che sta dimostrando grande coerenza ed un coraggio non comune, resistendo a delle pressioni mai viste in passato.

Cari ascoltatori sappiate che qui c’è in gioco la democrazia, quindi non possiamo esimerci dal lottare.

Chiedere al Sottosegretario se si sta prendendo in considerazione la possibilità di rendere obbligatoria la vaccinazione anti-Covid per tutta la popolazione italiana equivale a chiedere al Sottosegretario al Ministero degli Interni se si sta prendendo in considerazione la possibilità di sospendere per sempre le elezioni politiche.

Guardate non sto esagerando, l’esempio che ho fatto è assolutamente calzante.

Non deve tranquillizzarci la risposta del Sottosegretario Sileri che esclude al momento questa possibilità, deve allarmarci invece il fatto che un giornalista abbia potuto fare una domanda del genere al Sottosegretario Sileri.