La pandemia ha amplificato la voglia di andare via, di lasciare tutto, partire e ricominciare la propria vita da un'altra parte, magari su spiagge tropicali, rifugi di montagna o splendide città di cultura.  

Tra coloro che spesso decidono di lasciare la loro terra per trasferirsi in un paese nel quale vivere più agevolmente, ci sono i pensionati.

Spesso molti di loro decidono di passare gli anni post pensione in paesi in cui il costo della vita è notevolmente più basso dell'Italia e dove, con la loro pensione, sono in grado di vivere una vita più dignitosa, senza rischiare di arrivare a fine mese con l'affanno.

I luoghi esotici in cui si potrebbe vivere da pensionati, vanno dalle spiagge tropicali ai rifugi di montagna alle città ricche di cultura.

Gli editori della rivista International Living, hanno classificato i dieci migliori paesi dove i pensionati potrebbero scegliere di andare a vivere, tenendo presente questi dieci aspetti fondamentali:

  1. Costo della vita
  2. Alloggi
  3. Assistenza sanitaria
  4. Benefici per i pensionati
  5. Requisiti per il visto/residenza
  6. Intrattenimento
  7. Sviluppo
  8. Clima
  9. Governo e Istituzioni

Gli italiani pensionati che vivono all'estero sono quasi 400 mila. La loro scelta è ricaduta su Paesi in cui il costo della vita è più basso e le tasse più leggere. Una sorta di sogno, insomma.

Il passo più importante è spostare la residenza fiscale all’estero: in questo modo, le tasse sulla pensione non si pagheranno più in Italia ma solo nel nuovo Paese, dove sono quasi sempre più basse, se non addirittura azzerate. 

Ecco l'elenco dei 10 paesi in cui è conveniente vivere per i pensionati.

Il Vietnam fa gola a tantissimi pensionati italiani

Prezzi economici, buon cibo, spiagge incontaminate, cascate incastonate in foreste di pini e città in via di sviluppo il Vietnam è uno dei paesi migliori dove vivere da pensionati. Per essere considerato residente fiscale in Vietnam, bisogna soggiornare nel Paese per almeno 183 giorni all'anno. In Vietnam per una pensione fino ai 2330 euro al mese, si paga un'imposta del 5%.

Molti pensionati italiani scelgono di vivere a Malta

Vicinissima al nostro paese, questa nazione mediterranea di tre minuscole isole vanta un sacco di sole e splendide spiagge, oltre a tesori architettonici lasciati dalle molte culture che un tempo governavano l'antico scalo marittimo.

Scogliere spettacolari, pittoreschi porti di pescatori e vigneti di uva da vino, rendono favoloso questo paesaggio. Il cibo ha prezzi molto accessibili. Anche gli alloggi hanno prezzi accessibili, ma attenzione alle case vista mare, lì il prezzo aumenta sensibilmente.

Come colonia britannica che ha ottenuto l'indipendenza nel 1964, a Malta si parla anche inglese come lingua ufficiale, oltre al Maltese. Qui le pensioni estere vengono tassate al 15%. Comunque un bel risparmio rispetto al 23% che si paga in Italia.

I pensionati che amano il mare e le spiagge, scelgono la Malesia

Se stai cercando una destinazione calda, letteralmente calda, potresti scegliere la Malesia. La Malesia è uno splendido crogiolo di costumi, abiti, architettura e cucina.

Puoi sceligere tra la vita in una grande città a Kuala Lumpur o esplorare la bellezza naturale delle sue foreste pluviali e delle spiagge di sabbia bianca. Uno dei vantaggi più convincenti di questo paese è che i redditi esteri, come le pensioni italiane, sono totalmente esentasse.

Tanti pensionati italiani scelgono l'Ecuador, direttamente sull'Oceano Pacifico

Affacciato sull'Oceano Pacifico e situato direttamente sull'equatore nell'angolo nord-occidentale del Sud America, l'Ecuador offre un basso costo della vita, un clima estivo tutto l'anno e spiagge sabbiose.  Se hai voglia di un clima più fresco, puoi scegliere una località di montagna.

Se invece hai voglia di vivere in una città popolosa, puoi scegliere la capitale, Quito, a più di 9.000 piedi sul livello del mare

In Ecuador la valuta è il dollaro americano. Ricco di architettura inca e coloniale, puoi deliziare le tue giornate con un'escursione sulle montagne delle Ande o nella foresta pluviale o andare in spiaggia. Anche le isole Galapagos nell'Oceano Pacifico fanno parte dell'Ecuador.

Il visto pensionati viene riconosciuto a coloro che percepiscono pensioni mensili pari ad almeno 800 dollari statunitensi, ovvero circa 660 euro. Una cena a base di pesce o carne, dolce, frutta e bevande, costa trai 7 e i 13 dollari. Anche l'assistenza sanitaria è ottima. 

Una meta vicina all'Italia: i pensionati che scelgono il Portogallo

Il Portogallo offre sole, mare e spiagge splendide, lungo il suo frammento di costa europea e prezzi relativamente convenienti, soprattutto lontano dalle sue grandi città come Lisbona. Inoltre non è lontano dall'Italia, e questo rendere facile tornare in patria, per esempio durante le festività.

Nonostante il suo aspetto medievale, il Portogallo è pieno di comfort moderni. L'inglese è comunemente parlato nella regione dell'Algarve, dove vivono molti pensionati europei, ma il portoghese, essendo una lingua latina, è molto semplice da imparare. 

I pensionati esteri in Portogallo pagano 0 tasse per i primi 10 anni, hanno diritto ad un'assistenza sanitaria gratuita e il costo della vita è molto più basso che in Italia.

Il clima è mite (20 gradi anche in inverno) e ci sono tantissimi posti turistici belli, ospitali, puliti, ordinati e sicuri.

I pensionati italiani che scelgono il mar dei Caraibi: la Colombia

Con la splendida foresta pluviale amazzonica, le montagne delle Ande, le coste lungo il Mar dei Caraibi e l'Oceano Pacifico, la Colombia è uno dei posti migliori in cui passare la propria pensione.

La popolazione della Colombia di 50 milioni di abitanti vive principalmente nel nord e nell'ovest. Una volta acquisiti i semplici requisiti di residenza, ci si può godere la vita al mare, o vivere nell'accogliente grande città di Medellín o scegliere i piccoli villaggi incastonati nelle montagne che mostrano l'architettura coloniale spagnola.

Tutto l'anno c'è una temperatura di 26-28°, e il clima è secco. Il servizio sanitario in Colombia è quasi tutto privato con delle strutture ad altissimo livello, basta scegliere l'ente con cui assicurarsi. La tassazione della pensione è ridotta, non c'è la doppia tassazione con l'Italia e con un'entrata di mille euro si può vivere più che dignitosamente.

Molti pensionati italiani scelgono il Messico per vivere la loro vita

Con due coste che vantano bellissime spiagge, temperature miti tutto l'anno e un costo della vita a dir poco economico, non c'è da meravigliarsi se molti pensionati scelgano il Messico per vivere la loro vita.

Assistenza sanitaria di prim'ordine a prezzi accessibili, gustosi festival pieni di cibo e divertimento, vicinanza agli Stati Uniti e requisiti di residenza facili fanno tutti parte del sogno messicano. Questo è vero sia che si decida di vivere in un paradiso come la spiaggia di Mazatlán o più vicino alla capitale, Città del Messico.

Panama attira i pensionati con una bassa tassazione e splendidi paesaggi

Conosciuta soprattutto per il suo canale che collega l'Atlantico al Pacifico, Panama attira i visitatori con il suo splendore naturale di spiagge costiere, piante e animali unici della giungla e un programma per pensionati agevolato dalle tasse che include sconti su uno stile di vita già scontato rispetto ai costi italiani. 

Molti pensionati scelgono Panama city, o città più piccole come Santa Fe negli altopiani e Pedasi, circondata da spiagge del Pacifico. Il paese utilizza la valuta statunitense. La tassazione per le pensioni estere è zero, e i pensionati possono godere di una miriade di sconti, dalla palestra, al cinema

Costa Rica: spiagge e foreste pluviali, un paradiso per i pensionati

Non devi essere ricco per andare in pensione in Costa Rica, che letteralmente significa "costa ricca".

Sebbene i prezzi stiano aumentando insieme alla popolarità del paese centroamericano formato da splendide  spiagge, foreste pluviali e montagne, lontano dalla capitale San Jose, si vive benissime con una pensione non altissima.

I pensionati in Costa Rica che vogliono ottenere la residenza devono dimostrare di ricevere una pensione mensile fissa di almeno 1.000 dollari, cioè circa 900 euro, dal loro Paese di provenienza.

In Costa Rica si ha un risparmio sul costo della vita del 20% circa rispetto all’Italia; è possibile quindi concedersi qualche sfizio in più, oltre a quello di vivere in un Paese tropicale dalle mille risorse e bellezze.

Migliaia di pensionati italiani hanno scelto le Canarie

Oltre 19 mila italiani ufficialmente vivono alle Canarie, cioè quelli che si sono iscritti all’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero.

Il motivo per cui le persone si trasferiscono alle Canarie è principalmente uno: la difficoltà di vivere in Italia con i soldi della la sola pensione.

Uno dei motivi per cui si va a vivere all’estero in pensione, è quello del costo della vita. Vivere alle Canarie costa molto meno che vivere in Italia, in tutto, e non solo per via delle agevolazioni fiscali che ci sono. Inoltre la tassazione per pensioni fino a 22 mila euro annui, è zero!

Il clima alle Canarie non è mai né troppo caldo né troppo freddo, si passa da un inverno a 14 gradi a un'estate a 30 gradi.

La Bulgaria: bassa tassazione e sicurezza la rendono una meta primaria per i pensionati italiani

Il vantaggio più grande in Bulgaria riguarda la tassazione per le pensioni estere, che è pari a zero. Proprio così, zero tasse per i pensionati, che trasferiscono la loro residenza in Bulgaria

Sono già tantissimi i nostri connazionali che hanno eletto a loro seconda Patria la Bulgaria.

La Bulgaria è una nazione europea con istituzioni democratiche e soprattutto un governo efficiente che rispetta i diritti dei cittadini e applica controlli severi per difendere i suoi confini nazionali.

Grazie a questo, la Bulgaria oggi vvanta un livello di sicurezza sociale elevatissimo con tassi di criminalità vicini allo zero.

Le città più interessanti e vivibili dove vivere in Bulgaria sono quelle che si sviluppano lungo la costa del Mar Nero: Burgas e Varna. Gli affitti non superano le 200 euro, ci sono spiagge attrezzate, le comunità italiane sono in espansione e gli eventi culturali sono all'ordine del giorno.