Censis come ogni anno ha stilato e pubblicato nei giorni scorsi la classifica delle università italiane. Si tratta della ventunesima edizione di uno strumento che si pone l'obiettivo principale di essere al servizio degli studenti che devono effettuare la loro scelta. L'analisi sull'università italiana è molto articolata e prende anche in considerazione il fattore della dimensione.

Analizzati per stilare le classifiche aspetti come i servizi erogati, le strutture disponibili, l'occupabilità e i sistemi di internazionalizzazione. Sono molteplici le classifiche stilate. Vediamo le principali.

Prima le classifiche generali e poi le classifiche di settore per ogni categoria in cui sono suddivisi gli atenei.

Università, la classifica dei mega atenei: Bologna al primo posto

Iniziamo la nostra analisi dai mega atenei. Per mega atenei la ricerca Censis intende quelli che hanno più di 40.000 studenti iscritti. In prima posizione si trova l'Università di Bologna che fa registrare un punteggio totale di 91,8 punti. Al secondo posto c'è l'Università di Padova che ha un punteggio pari a 88,7.

Terza posizione per l'Università La Sapienza di Roma con un punteggio pari a 85,5. Quarto posto per l'Università di Firenze che ha un valore pari a 85.

Al quinto posto c'è l'Università di Pisa con 84,5, segue poi Torino con 82,8. Settima posizione in questa classifica per l'Università di Palermo che raccoglie 82,7 punti. Ottava posizione per la Statale di Milano a 81,8. Completano la top ten dei mega atenei italiani l'Università di Bari con 79,5 punti e l'Università di Napoli Federico II con 73,5 punti.

Università, Perugia in testa alla classifica dei Grandi Atenei

Passiamo ora ad occuparci dei grandi Atenei. Censis inserisce in questa categoria ai fini delle classifiche le università che hanno dai 20.000 ai 40.000 studenti iscritti. Al primo posto c'è l'Università di Perugia che raccoglie un punteggio totale pari a 93,3. Secondo posto nella classifica per l'Università di Salerno che guadagna ben sei posizioni rispetto all'anno precedente e ottiene un punteggio di 91,8. Al terzo posto in questa classifica si trova l'Università di Pavia con il punteggio di 91,2. 

Al quarto posto si trova l'Università della Calabria: punteggio complessivo in questo caso di 90,2. Quinto posto con 89,7 per l'Università di Venezia Ca' Foscari.

Sesta posizone per l'Università di Parma con 88,5 davanti a Milano Bicocca che si trova in settima posizione con 88 punti. A pari merito con lo stesso punteggio 86,7 ci sono all'ottavo posto da un lato l'Università di Cagliari    dall'altro l'Università di Modena e Reggio Emilia.

Nona posizione in questa classifica per l'università di Verona a 86,3 e decimo posto per l'Università di Bergamo a 83,7 a pari merito con l'Università di Ferrara. Completano il quadro di questa classifica Campania Vanvitelli, Roma tre, Catania, Chieti e Pescara e Messina. 

Università: Trento prima nei medi Atenei

Esaminiamo ora la classifica dei medi atenei. Per medi atenei Censis intende quelli che hanno un numero di iscritti che spazia da 10.000 a 20.000 studenti. Al primo posto in questa speciale categoria c'è l'università di Trento. Che raccoglie un punteggio complessivo di 97,3.

Al secondo posto con 94 punti in questa categoria va inserita l'università di Siena. Terzo posto a pari merito per due università che hanno raccolto lo stesso punteggio: da un lato l'università di Sassari e dall'altro quella di Udine che hanno entrambe raccolto 92,8 punti. 

Quarta posizione per l'università di Trieste con 92 punti. Quinta piazza in questa graduatoria per l'Università Politecnica delle Marche che ha raccolto 91,3 punti.

Quinta posizione per l'Università del Salento (87,7) e seguono in classifica poi Brescia (87), Piemonte Orientale (83,5), Urbino Carlo Bo (83,3), Foggia a 82,2. A seguire Insubria, Napoli Parthenope, L'Aquila, Catanzaro e Napoli L'Orientale. 

Università, Camerino guida la classifica dei piccoli Atenei

Analizziamo ora la classifica dei Piccoli Atenei. Per piccoli atenei si intendono le Università che hanno un massimo di 10.000 studenti iscritti.

In questa particolare classifica guida l'Università di Camerino con un punteggio di 98,2. Secondo posto ancora nelle Marche per l'Università di Macerata che fa registrare un punteggio di 86,5. Terza posizione per l'Università di Cassino che arriva a 84,7 punti. Quarta posizione per l'Università della Tuscia a 84,3 punti.

Quinta piazza a 84 punti per l'Università del Sannio. Sesta posizione poi per l'Università Mediterranea di Reggio Calabria con 83,7. Seguono l'universita di Teramo, l'Università della Basilicata e l'Università del Molise.

Università, la classifica dei Politecnici guidata da Milano

Analizziamo ora la classifica dei Politecnici stilata da Censis.

Al primo posto c'è il Politecnico di Milano che raccoglie un punteggio di 93,3 punti. Al secondo posto c'è lo Iuav di Venezia che raccoglie 90,3 punti. Terzo posto per Torino con appena un decimale in meno, 90,2. Quarta posizione infine per Bari con 86 punti. 

Università, le classifiche di settore dei Mega atenei

Passiamo ora ad analizzare le classifiche di settore. Iniziamo dalla categoria dei mega atenei.

Per il settore delle Borse prima Roma La Sapienza, seconda Bari, terza Bologna, quarta Napoli Federico II e quinta Padova. Su comunicazione e servizi digitali prime Bologna e Palermo, poi nell'ordine Torino, Padova, Firenze, Pisa, Milano, Roma La Sapienza, Bari, Napoli Federico II.

Sull'internazionalizzazione prima Bologna, seconda Padova, terza Roma La Sapienza, quarta Firenze, quinta Torino e sesta Milano. Sui servizi prima Pisa, seconda Firenze, terza Bari, quarta Padova e quinta Bologna.

Sulle strutture prima Bologna, seconda Palermo, terza Padova, quarta Bari, quinta Firenze. Infine su Occupabilità prima Milano a pari merito con Padova, seconda Pisa, terza Torino, quarta Firenze e quinta Bologna.

Università, le classifiche di settore dei Grandi atenei

Vediamo ora le classifiche di settore dei Grandi atenei. Per quel che riguarda il settore Borse prima Cagliari, seconda Salerno, terza Università della Calabria, quarta Campania Vanvitelli e quinta Perugia. Nel settore Comunicazione e Servizi Digitali primo posto per Perugia e Salerno appaiate. Seconda piazza per Venezia Cà Foscari, poi Pavia, Milano Bicocca e l'Università della Calabria.

Sul versante dell'Internazionalizzazione tra i Grandi atenei primo posto per Venezia Cà Foscari, secondo posto per Perugia, terza Bergamo, quarto posto per Roma Tor Vergata, quinto posto per Genova e poi Parma e Pavia.

Sui servizi primo posto per l'Università della Calabria, secondo posto per Perugia, terzo per Salerno, quarto per Cagliari e Pavia. Seguono nell'ordine Genova, Modena e Reggio Emilia, Parma e Ferrara.

Sulle strutture primo posto per Parma, secondo per Pavia, terzo per Roma Tor Vergata, quarto per Perugia e quinto posto per Chieti e Pescara. Infine sull'occupabilità primo posto a pari merito per Bergamo, Modena e Reggio Emilia e Verona. Seguono Milano Bicocca, Pavia, Ferrrara e Genova.

Università, le classifiche di settore degli Atenei Medi

Analizziamo ora le classifiche di settore degli Atenei medi.

Per quel che riguarda le Borse primo posto per Napoli L'Orientale, secondo posto per Catanzaro, terzo posto per l'Università del Salento, quarto per Sassari e quinto per Trento. Sulla comunicazione e i servizi digitali primo posto per Udine, secondo posto per Università delle Marche, Sassari, Trento e Trieste. Seguono Catanzaro e Urbino.

Sull'internazionalizzazione primo posto per Trento, a seguire Siena, Trieste, poi Sassari e Insubria.

Sui servizi primo posto per l'Università del Salento, seconda Siena, terzo posto per Udine, quarto posto per Trieste, quinto posto per Urbino Carlo Bo e poi Brescia e Trento.

Sulle strutture primo posto per Sassari, poi Siena, poi Università del Salento e delle Marche. Quinto posto per Trento. Infine occupabilità: primo posto Brescia, secondo posto Università delle Marche, terzo posto per Trento, quarta università dell'Insubria e quinta Udine. 

Università, le classifiche di settore dei Piccoli atenei

Vediamo ora le classifiche di settore dei piccoli atenei. Per quel che riguarda le Borse prima posizione per Reggio Calabria, seconda per l'università del Sannio, terzo posto per Camerino, quarto posto per Cassino e quinta piazza per Macerata. Sulla comunicazione e sui servizi digitali primo posto per Camerino, secondo posto per Teramo, terzo posto per Cassino, quarto posto per Macerata e quinto posto per l'università del Sannio.

Sul versante dell'Internazionalizzazione primo posto per Camerino, segue Macerata, terzo posto per Cassino e Tuscia. Seguono poi Teramo e Sannio.

Per quel che riguarda i servizi primo posto per Camerino, poi Macerata, terzo posto per l'Università della Basilicata, quarto posto per Reggio Calabria, quinta posizione per l'Università del Sannio.

Sulle strutture primo posto per Reggio Calabria, secondo posto per Camerino, terzo per Teramo. Quarta piazza per la Tuscia e quinta Macerata. Infine occupabilità: primo posto per Camerino, secondo posto per Tuscia e terzo per la Basilicata. Quarta e quinta posizione rispettivamente per Sannio e Macerata. 

Università: le classifiche di settore dei Politecnici

Vediamo infine ora le classifiche di settore relative ai Politecnici. Iniziamo dal punto di vista delle Borse. Primo posto per Bari, poi Milano, terzo posto per Torino e quarto per Venezia Iuav. Dal punto di vista della Comunicazione e dei Servizi Digitali primo posto per Milano, poi Venezia Iuav, poi Torino e Bari.

Sul versante dell'internazionalizzazione prima posizione per Venezia Iuav, secondo posto per Torino, terzo per Milano e quarto per Bari.

Per quel che riguarda i servizi prima posizione per Bari, seconda per Milano, terza per Venezia Iuav, quarta per Torino. Sulle strutture primo posto per Venezia Iuav, seconda per Milano, terza per Torino, quarta per Bari.

Infine occupabilità: primo posto per Milano a pari merito con Torino, poi Bari e Venezia Iuav.