18app per il bonus cultura è realtà. A circa una settimana dall’avvio dei termini richiesti per l’accesso alla piattaforma si registra il boom di iscrizioni per ottenere il bonus cultura.

L’incentivo pensato per i giovani, dal valore di 500,00 euro, potrà essere utilizzato per l’acquisto di libri, dischi, corsi online ed altre attività culturali. C’è tempo fino al 31 agosto 2021 per presentare domanda.

Ecco, dunque, una rassegna utile a capire in cosa consiste l’agevolazione, chi può beneficiarne e come farne richiesta.

È partita già dal 1° aprile la corsa al bonus cultura. Il 18app, altro nome di etichetta, preannunciato dal Ministero della Cultura apre i battenti. Dal 1°aprile, infatti, e fino al termine ultimo del 31 agosto 2021 tutti i ragazzi diciottenni, nati nel 2002, potranno richiedere l’accesso al beneficio previa registrazione all’apposita piattaforma online 18app.

L’iniziativa, fortemente voluta dal Ministro Dario Franceschini, rappresenta un fondamentale investimento reiterato nel corso degli anni in vista dei crescenti volumi di giovani iscritti e dei fondi stanziati. Oltre 730 milioni di euro che concorrono, insieme agli altri bonus emanati dal Governo e presenti nel Decreto Sostegni, ad ammortizzare le spese dei milioni di cittadini italiani alle prese con l’emergenza epidemiologica da Covid-19 tutt’ora in corso.

Ma non solo. I dati significativi raccolti nel corso degli anni evidenziano come si tratti di un provvedimento acclamato e guardato di buon occhio da molti Paesi europei. 

A determinare i criteri e le modalità di richiesta del bonus cultura di 500,00 euro è il decreto attuativo del MIBACT del 22 dicembre 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2021 e in vigore dal 1° aprile. 

Il bonus per l’acquisto di libri, dischi, e molto altro potrà essere utilizzato sia nei negozi fisici che online entro il 28 febbraio 2022 esclusivamente dai giovani che hanno provveduto alla registrazione sul portale 18app secondo le informazioni fornite.

Il procedimento di acquisto è abbastanza semplice. Sarà sufficiente esibire presso il negozio il buono stampato o salvato in formato pdf sul proprio dispositivo smartphone. Diversamente, per gli acquisti sul web sarà necessario inserire, quanto richiesto, il codice di identificazione e alfanumerico di 8.

Ma entriamo ora nei dettagli dell’incentivo fornendo tutte le informazioni utili a capire quali sono le basi su cui fonda il bonus cultura, come funziona, chi potrà farne richiesta, come registrarsi al portale e le modalità di utilizzo negli acquisti.

18app: in cosa consiste il bonus cultura da 500 euro

Il 18app o bonus cultura altro non è che il frutto di un’iniziativa resa concreta dalla volontà proveniente dal Ministero della Cultura di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale di tutti i giovani maggiorenni.

Questi, attraverso l'assegnazione di una carta elettronica del valore di 500 euro, avranno l’opportunità di accrescere le proprie conoscenze e passioni utilizzando il denaro a disposizione per l’acquisto di libri, prodotti legati all’editoria, biglietti di cinema, concerti, teatro, corsi professionali ma anche per visite a parchi, monumenti, musei e molti altri servizi previo accesso al portale online 18app o scaricando l’applicazione sul proprio dispositivo mobile. 

Ma la registrazione al portale web non è finalizzata soltanto alla richiesta del bonus cultura e alla conseguente generazione dei buoni da spendere in negozi fisici o digitali. La stessa è di utilità anche per gli esercenti interessati al servizio. Non a caso, la registrazione al portale permette ai negozianti di offrire beni o servizi in vendita pronti per essere acquistati dai ragazzi. 

Bonus cultura: chi sono i destinatari del 18app?

Il bonus cultura è indirizzato ad un target ben definito di utenti. Possono accedere alla misura ravvisabile nella cifra di 500,00 euro soltanto i ragazzi che diventano maggiorenni nell’anno in corso, essendo la misura riferita all’anno 2021.

La precisazione sul limite di età è rimarcata dal Ministero della Cultura. In poche parole, l’indennizzo è rivolto a tutti i giovani e le giovani ragazze nate nell’anno 2002 che compiono il diciottesimo anno di età proprio nell’anno in corso.

Attenzione però, il bonus di 500,00 euro potrà essere ottenuto solo dai ragazzi resistenti su tutto il territorio italiano o, in alternativa, in possesso di un regolare permesso di soggiorno ovviamente in corso di validità.

18 app, cosa si potrà acquistare con il bonus cultura

I giovani interessati all’ottenimento del bonus cultura non potranno, però, utilizzare la cifra di 500,00 euro per acquistare qualsiasi tipo di prodotto o servizio, secondo le preferenze più disparare. L’importo deve finanziare l’acquisto di beni e servizi appartenenti a determinate categorie e settori espressamente indicati dal Ministero della Cultura.

Una volta ottenuta su 18app la card elettronica del valore di 500 euro questa potrà essere utilizzata esclusivamente per coprire le spese relative all’acquisito di libri, biglietti per rappresentazioni teatrali, cinematografiche, spettacoli dal vivo, libri, musica registrata, prodotti dell’editoria audiovisiva e non solo.

L’importo, infatti, finanzierebbe anche le spese collegate alla formazione attuabile tramite corsi di lingue straniere, teatro e musica.

Ma non finisce qui. A differenza degli altri anni, il bonus cultura potrà essere speso per giornali periodici e abbonamenti, in formato digitale oppure cartaceo.

Una novità pensata dal Governo guidato dall’ex governatore della Banca Centrale Europea (BCE), Mario Draghi, e introdotta nella Legge di Bilancio 2021, rivolta sia a chi diventa maggiorenne nel 2021 che a chi ha compiuto 18 anni nel 2020.

In quest’ultimo caso la platea dei beneficiari si allarga allo scopo di offrire un’opportunità aggiuntiva a tutti quei giovani, non più neomaggiorenni, che comunque hanno pagato un caro prezzo dalle chiusure imposte dall’emergenza epidemiologica scatenata dalla Covid-19 già lo scorso anno.

Modalità di utilizzo del bonus da 500,00 euro

Il bonus di 500,00 euro, fruibile fino al 22 febbraio 2022, dovrà rispettare alcune regole inerenti le modalità di utilizzo chiaramente indicate dal Ministero della Cultura. Oltre ad essere richiesto dai giovani che diventano maggiorenni nell’attuale anno, il benefit dovrà seguire poche ma basilari indicazioni.

Innanzitutto, il bonus cultura potrà essere richiesto a partire dal 1°aprile e fino al 31 agosto 2021. Trascorso tale limite temporale non si potrà più avere accesso al portale 18app né all’applicazione su smartphone per richiedere il contributo, tanto meno sarà consentito l’acquisto dei prodotti o servizi desiderati, anche nei casi in cui la cifra completa sia stata richiesta ma non ancora spesa.

Inoltre, non potranno essere acquistate più unità dello stesso articolo o servizio. Ad esempio, si dovrà acquistare un unico biglietto per accedere ad un concerto o ad uno spettacolo teatrale. Stessa cosa per i beni materiali. Nel caso dei libri, non si potrà comprare più di una copia dello stesso.

Tuttavia, quando si decide di acquistare online un bene attraverso l’uso del bonus cultura, le spese di spedizione legate ai beni acquistati presso un negozio online possono essere o meno comprese nel bonus cultura, a discrezione dello stesso esercente.

18app: come registrarsi per avere il bonus cultura

Effettuare la registrazione sul portale online 18app non è affatto difficile. Basta, da qualsiasi motore di ricerca, recarsi sulla pagina ufficiale che eroga il servizio: www.18app.italia.it. A questo punto, tramite le proprie credenziali SPID o dell’Agenzia delle Entrate si autorizza l’accesso alla piattaforma.

Dopo l’inserimento dei dati personali, verrà richiesto agli utenti la conferma dei dati e l’accettazione delle condizioni d’uso, da leggere obbligatoriamente per proseguire.

Solo se l’operazione andrà a buon fine comparirà sul video un messaggio che comunica l’esito positivo della procedura di registrazione, a questo punto, correttamente completata.

Arrivati fin qui, il credito di 500,00 euro previsto dal bonus cultura sarà visionabile nel proprio portafoglio.

Sfortunatamente, nonostante si era anticipato che la registrazione poteva essere fatta anche da cellulare utilizzando un’apposita applicazione, l’accesso al servizio è consentito solo dal sito internet sopra indicato.

Dunque, non c’è nessuna applicazione ufficiale scaricabile dagli store che permetta di richiedere il bonus cultura. 

Qualora non si ricordino i dati di login alla piattaforma 18app nulla è perduto. Consultando le FAQ presenti sul sito internet è possibile trovare risposta alla domanda su come reperire i dati di accesso.

Bonus cultura su Amazon.it

Anche Amazon, leader nel commercio digitale, è fra i siti di vendita online che offre la possibilità di spendere il buono cultura sul proprio portale. 

Il soggetto interessato ad effettuare acquisti su Amazon sfruttando il bonus in questione deve innanzitutto creare un buono del valore desiderato (minimo 1,00 euro) per una cifra intera, su 18app. Terminata questa operazione, il buono sarà convertito in un codice Amazon promozionale dal sito amazon.bonus18.it.

Ovviamente, per utilizzare il bonus così generato è indispensabile disporre di un account Amazon già attivo. In alternativa, si potrà creare facilmente il primo o un nuovo account Amazon.

Una volta scelti i beni o prodotti che si desiderano acquistare, nella finestra dedicata al pagamento degli articoli, più precisamente nella sezione “modalità di pagamento”, basta inserire il codice del buono nel campo “aggiungi un buono regalo o un codice promozionale” facendo attenzione a spuntare la casella “utilizza saldo del buono regalo”.

Per tutte altre informazioni relative ai resi e rimborsi si potranno consultare le FAQ presenti sul sito Amazon.