Busta paga: doppio regalo con 205 euro in più al mese + 2.000 euro di arretrati. Per chi

Arriva la conferma di un doppio regalo per i lavoratori: un aumento busta paga con 205 euro in più al mese e di oltre 2.000 euro di arretrati. Ecco per chi.

Dopo l’aumento della busta paga previsto per il personale appartenente al settore della Sanità, arriva anche un nuovo incremento degli stipendi per altre categorie di lavoratori.

È ufficiale quindi la conferma dell’aumento busta paga di ben 205 euro in più ogni mese e di oltre 2.000€ una tantum di arretrati. Questa volta però i fortunati che potranno ricevere questo graditissimo regalo in busta paga non sono i medici e il personale sanitario, bensì i lavoratori del settore delle assicurazioni.

Saranno quindi circa 47 mila i lavoratori con un contratto dipendente che potranno ricevere prossimamente un aumento in busta paga con il pagamento di tutti gli importi arretrati conseguenti alla scadenza del contratto, fissata nel 2019.

Vediamo, quindi, come funzionerebbe l’aumento della busta paga di oltre 205€ ogni mese e chi potrebbe ricevere l’incremento di 2.000€ di arretrati, che saranno erogati in maniera aggiuntiva in busta paga.

Le novità sull’aumento in busta paga di 205€

In “regalo” ogni mese 205€ in più in busta paga: è questa l’ipotesi più accreditata a seguito al nuovo accordo legato al rinnovo del contratto che potrebbe essere raggiunto dai sindacati e dall’Ania.

In particolare stoiamo parlando dei principali sindacati dei lavoratori che si interesseranno anche dell’aumento in busta paga per i lavoratori delle assicurazioni, ovvero Snfia, Ulica, First Cisl, Fisac e Fna.

Si tratterebbe, dunque, di un accordo dal valore particolarmente rilevante soprattutto in un periodo storico complicato come quello che stiamo attraversando oggi, che vede un incremento esponenziale dei prezzi di luce e gas sulle bollette degli italiani.

A tal proposito, sulla proposta di un aumento della busta paga con ben 205€ in più sullo stipendio, si è espresso anche il segretario nazionale di First Cisl Claudio Pellegriti, il quale ha confermato quanto sia: 

Soddisfacente punto di equilibrio tra il giusto riconoscimento all’impegno delle lavoratrici e dei lavoratori della categoria e la necessità delle imprese di assicurazione di adeguare le norme alle mutate modalità di organizzazione del lavoro.

Infatti, vale la pena ricordare che il contratto per i dipendenti che lavorano presso delle compagnie di assicurazione in tutto il territorio nazionale è ormai scaduto già nel 2019.

Ciò significa che, non solo a questi lavoratori spetterà un aumento in busta paga con l’erogazione di uno stipendio mensile più alto, ma anche il pagamento di tutti gli arretrati che si sono accumulati tra gli anni del 2020 e del 2022, che ammontano a circa 2.000 euro in totale.

Aumenti dello stipendio: come cambia il contratto

Dunque, secondo le prime notizie relative agli accordi che potrebbero essere stipulati con la trattativa sul rinnovo del contratto per i lavoratori del settore assicurazioni, sembrerebbe che ci sarà quasi sicuramente un aumento della busta paga di 205€ al mese.

La trattativa tra i sindacati e l’Ania sono cominciate ormai più di un anno fa e sono state più volte interessate da una serie di scontri al fine di definire tutte le novità sul contratto dei lavoratori appartenenti al settore delle assicurazioni.

In particolare, il punto più importante e quindi coinvolto da maggiore dibattito, è proprio quello della riforma sugli inquadramenti.

Oltre all’aumento della busta paga per i dipendenti del settore delle assicurazioni, con l’accordo tra i sindacati a l’Ania si è giunti anche all’introduzione di un Osservatorio nazionale sulla digitalizzazione e l’innovazione tecnologica.

Tale istituzione rappresenterà quindi uno strumento di riferimento di contrattazione che assumerà una forte rilevanza ai fini della gestione delle evoluzioni tecnologiche nel settore.

Al tempo stesso, con l’aumento in busta paga sono state rafforzate anche altre misure per i lavoratori, ponendo particolare attenzione soprattutto ai lavoratori che appartengono alle categorie di soggetti più deboli.

Gli importi dell’aumento in busta paga

Al termine del negoziato, quindi, pare che si sia giunti finalmente ad un accordo che vede come principali novità sicuramente un aumento della busta paga. L’incremento dello stipendio in questione è stato stabilito tenendo conto dell’attuale tasso d’inflazione oltre che del periodo di vacanza contrattuale.

Dunque, perché si parla di ben due aumenti in busta paga per i lavoratori del settore delle assicurazioni? Come preannunciato, lo stipendio per questi lavoratori sarà interessato da due misure che ne aumenteranno gli importi: 

  • aumento busta paga di 205€ ogni mese;

  • arretrati una tantum di 2.000€.

In merito agli arretrati che di fatto comporteranno un aumento abbastanza sostanzioso per tutti quei lavoratori che avevano già un contratto con il settore assicurazioni già dal 2020, va sottolineato che gli arretrati saranno corrisposti mediante due forme differenti.

Da un lato, 1.400€ saranno erogati direttamente sulla busta paga del lavoratore, dall’altro i restanti 600€ saranno riconosciuti al lavoratore sotto forma di welfare aziendale.

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate