Caro Bollette, busta paga più leggera con lo Smart Working: fino a 800 euro in meno l’anno

Lo smart working è stata la salvezza per milioni di aziende durante la pandemia di Coronavirus. Ad oggi potrebbe essere la scelta più azzeccata per le stesse aziende contro il caro bollette, per risparmiare sui costi di luce e gas. Ma questo maggior utilizzo del telelavoro comporterà un alleggerimento della busta paga dei lavoratori, che si ritroveranno a spendere fino a 800 euro in più l’anno.

Image

Lo smart working è stata la salvezza per milioni di aziende durante la pandemia di Coronavirus. Ad oggi, il ricorso al lavoro agile potrebbe essere la scelta più azzeccata per le stesse aziende contro il caro bollette, per risparmiare sui costi di luce e gas. Ma cosa comporterà questo maggior utilizzo del telelavoro? Semplice, un alleggerimento della busta paga dei lavoratori, che si ritroveranno a spendere fino a 800 euro in più l’anno. 

Caro Bollette, busta paga più leggera con lo Smart Working: fino a 800 euro in meno l’anno

Smart working, possibile salvezza per le aziende contro il caro bollette, ma arma di distruzione nei confronti dei lavoratori. In questo periodo di crisi energetica il ricorso al lavoro agile, chiudendo le sedi quando possibile, potrebbe fare risparmiare numerose aziende. 

Questa scelta, però, ha i suoi contro. Quali? I lavoratori interessati noteranno un consistente aumento delle bollette e una conseguente riduzione di quanto effettivamente percepito in busta paga. Chi lavora in smart working, infatti, utilizza molto di più le luci, i vari dispositivi elettronici, il riscaldamento nel periodo invernale e l’aria condizionata nella stagione calda. 

La domanda, dunque, sorge spontanea: è corretto che le aziende risparmino facendo “pagare” il loro risparmio agli stessi lavoratori? Dall’altro lato, ai lavoratori conviene sfruttare lo smart working con una crisi energetica in atto?  

Alcune risposte sono state date da recenti stime secondo cui per i lavoratori che svolgeranno le proprie mansioni da casa vedranno aumentare la propria bolletta notevolmente, fino a raggiungere gli 800 euro in più durante l’anno. Risultato? Busta paga alleggerita!

Smart working e Caro bollette non vanno d’accordo

Smart working e caro bellette non vanno d’accordo. Lavorare da casa, infatti, ha come diretta conseguenza un aumento dell’utilizzo di tutti gli strumenti per svolgere al meglio il proprio impiego. Secondo le recenti stime effettuate, una famiglia in cui siano presenti due lavoratori in smart working, che lavorino 8 ore al giorno aumenterà il proprio consumo giornaliero tra gli 0.20 e 0.40 kw al giorno. In termini di costo si parla di 0,10 euro in più al giorno.

Ma non è finita qui, poiché occorrerà sommare anche gli altri costi, come quelli relativi all’uso del router, si arriva a 0,12 euro in più al giorno, per un totale di 2 euro al mese. Questo, però, è ciò che influisce meno sulla busta paga dei lavoratori, poiché faranno la vera differenza:

  • l’utilizzo delle luci 
  • il funzionamento riscaldamenti 
  • i condizionatori 
  • gli elettrodomestici usati (lavatrice, lavastoviglie ecc.)

Caro bollette aumento notevole dei consumi per le famiglie

Un’altra stima sui consumi delle famiglie con un maggior ricorso allo smart working è stata effettuata da Altroconsumo. Sono state analizzate, infatti, due differenti famiglie: una con due persone e senza figli, con un riscaldamento autonomo e l’altra una famiglia composta da tre soggetti, dunque, due adulti e un bambino, anch’essa con riscaldamento autonomo.

Senza lo smart working i consumi medi sarebbero i seguenti:

  • di 1.900 kWh per il nucleo composto da solo due persone 
  • 2.700 kWh per il nucleo con due adulti e un bambino

Con il caro bollette, le due famiglie avrebbero i seguenti aumenti:

  • luci accese prolungatamente + 28 kWh l’anno
  • pranzo a casa con maggior utilizzo della lavastoviglie + 40 kWh l’anno, pari a 26 euro
  • condizionatore in estate + 189 kWh 
  • consumi diffusi + 95 kWh l’ora per la famiglia con due adulti e 135 kWh per quella più numerosa
  • strumenti di lavoro + 130 kWh l’anno per singolo soggetto, dunque, 260 kWh in due

Insomma, se è vero che i lavoratori potranno avere più tempo per sé stessi in smart working e dedicarsi maggiormente alle faccende domestiche, è altrettanto vero che l’alleggerimento della busta paga sarà notevole.

Leggi anche: Caro Energia, le città italiane puntano su Smart Working 8 giorni al mese per risparmiare

Smart working bolletta della luce in aumento

Altroconsumo non si è fermato e ha calcolato anche un aumento di 433 kWh ora in più per una famiglia di due persone sul consumo della luce. Si tratta di un aumento del 23%, pari a un trimestre in più di bollette, con quasi 300 euro in più l’anno (298). E se le persone sono tre? L’aumento tocca i 473 kWh, dunque 323 euro di aumento del 19 % in più.

Caro bollette e smart working, l’aumento della bolletta del gas

Ma il caro bollette colpisce anche il prezzo del gas, la cui bolletta inciderà particolarmente sulla busta paga di un lavoratore. Se si calcola, infatti, l’accensione dei termosifoni a 19 o 20 gradi si dovrebbe calcolare un +15% in più l’anno per il riscaldamento, per un totale di +165 metri cubi. Altri 20 metri cubi di gas in più sarebbero utilizzati anche per il maggior ricorso alla cucina. 

Se sommiamo i costi si arriva a un totale di 476 euro in più di spesa in bolletta, il 13% in più. 

Leggi anche: Bonus 200 euro in busta paga in arrivo già ad ottobre per tutti i lavoratori esclusi