In questi giorni sarà finalmente disponibile la Carta del docente, 500 euro di bonus di cui potranno usufruire i docenti statali di scuola primaria e secondaria.

La carta del docente è un bonus istituito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per sostenere gli insegnanti e le loro necessità. 

Questo bonus riguarda l'anno scolastico 2021/2022. Ma insieme alla somma riguardante questo anno scolastico, saranno accreditati anche eventuali residui riguardanti l'anno scolastico precedente, 2020/2021.  

Ogni docente può controllare in autonomia il proprio borsellino elettronico sul sito ufficiale della Carta del Docente. Cliccando sullo “storico portafoglio”, ogni docente potrà verificare se ci sono somme residue riguardanti l'anno precedente.

Le cinquecento euro previste saranno accreditate sotto forma di buoni, spendibili esclusivamente per tutto ciò che concerne l'aggiornamento e la formazione. Scendiamo nei dettagli e vediamo come usufruire di questo bonus. 

Come possono gli insegnanti usufruire della carta del docente?

Tutti gli insegnanti statali possono entrare nel sito ufficiale della "Carta del docente" attraverso la propria identità digitale, lo Spid. 

Per visualizzare se ci sono anche somme residue dell'anno scolastico precedente, bisogna controllare lo "storico portafoglio". Lì ogni insegnate potrà controllare quanto gli spetta. 

Tutti gli insegnanti statali possono usufruire di questo bonus, anche coloro che sono stati appena immessi appena immessi in ruolo, sia a tempo pieno che a tempo parziale, come ci spiega la nostra collega Federica Antignano.

Della carta del docente possono usufruire anche gli insegnanti dichiarati inidonei per motivi di salute. 

Nessun bonus spetta invece ai supplenti e ai precari, nemmeno nel caso in cui abbiano ricevuto un incarico annuale. Il requisito cardine per poter usufruire di questo bonus, infatti, è essere di ruolo e assunti a tempo indeterminato. 

Per quali spese può essere utilizzata la Carta del docente?

I docenti potranno utilizzare questo bonus da 500 euro per acquistare tutto ciò che serve al loro aggiornamento e alla loro formazione, ovvero: software e hardware, libri, testi, riviste, corsi di laurea, corsi di aggiornamento o formazione, master, biglietti per musei, per spettacoli culturali, per il teatro e per il cinema.

È vietato invece acquistare smartphone o abbonamento di Pay TV con la carta del docente.

Quali acquisti si possono fare su Amazon con la Carta del Docente?

Per fare acquisti su Amazon con la carta del docente è necessario innanzitutto convertire in buoni spendibili l'importo della Carta del Docente.

Andando sul sito ufficiale della Carta del Docente, si dovrà creare un buono spendibile dell'importo desiderato che poi sarà convertito in un codice Amazon.

Su Amazon, poi, il bonus docenti potrà essere utilizzato solo per l'acquisto di prodotti venduti e spediti da Amazon o da quei rivenditori che accettano la Carta del Docente..

Il bonus di 500 euro può essere utilizzato solo dal titolare del buono. Non può essere in alcun modo ceduto, scambiato, venduto. 

Bonus docenti, come recuperare i crediti dell'anno scolastico precedente?

A causa della sospensione della Carta del Docente avvenuta dal primo settembre, molti docenti non hanno fatto in tempo a spendere i 500 euro e non hanno convertito tutta la somma in buoni spesa. Questi insegnanti vorrebbero giustamente recuperare le somme rimaste sul portafogli.

A tal proposito il Ministero dell'Istruzione ha chiarito che da metà settembre (quindi tra oggi e domani) l'applicazione sarà di nuovo disponibile e permetterà agli insegnanti di ricevere sia il bonus riguardante questo anno scolastico, sia le somme residue dell'anno scolastico scorso

Gli insegnanti che non hanno speso tutta la somma durante l'anno scolastico scorso, potranno trovare sul loro portafogli elettronico sia i 500 euro riguardanti il bonus di questo anno, sia le somme residue del bonus dell'anno scorso.

Già in questi giorni sarà possibile controllare il proprio portafogli digitale sul sito ufficiale Carta del Docente, cliccando su Storico Portafoglio

Ovviamente i docenti appena immessi in ruolo, troveranno solo i  500 euro del bonus relativo all’anno scolastico 2021-2022 e nessuna somma residua riguardante l'anno scorso.

Per usufruire della Carta del Docente è indispensabile lo Spid

Se non hai ancora attivato il Sistema Pubblico d'Identità Digitale, conosciuto come Spid, ti consigliamo di farlo al più presto.

Oggi lo Spid è indispensabile e obbligatorio per poter usufruire di molti servizi pubblici, come potrete leggere in questo articolo della nostra collega Imma Duni. Sono sempre di più i servizi della Pubblica Amministrazione usufruibili solo grazie allo Spid.

Se non avete attivato la vostra identità digitale, fatelo al più presto. Lo potete fare tramite alcune app come Infocert, Aruba, ma anche tramite Poste Italiane che mette a disposizione questo servizio gratuitamente.

Per la carta del docente, avere lo  SPID è fondamentale, perché solo con queste credenziali potrete accedere all'app.