Il cedolino della pensione è uno strumento fondamentale per ogni pensionato, a prescindere dal tipo di pensione della quale beneficia. 

Attraverso questo servizio offerto da INPS è infatti possibile accedere a una vasta gamma di informazioni: dalle novità in merito al proprio trattamento pensionistico alle eventuali variazioni degli importi, nonché le motivazioni alla base del cambiamento degli stessi. 

Il cedolino pensione INPS può infatti rivelarsi importantissimo in alcuni periodi dell’anno. Basti pensare che è in questo momento che, a causa degli effetti della presentazione della dichiarazione dei redditi, sulla pensione possono essere applicate trattenute fiscali o altre variazioni sull’importo mensile del trattamento pensionistico. 

Non tutti i pensionati, però, sanno come accedere al cedolino della pensione, né che esistono vari modi per poterlo consultare, tra modalità online, che possono essere compiute in piena autonomia dal PC o altro dispositivo direttamente da casa, e modalità offline per i meno avvezzi alla tecnologia. 

Cedolino pensione INPS cos’è e cosa serve: tutte le informazioni per i pensionati

Tra gli strumenti messi a disposizione dei pensionati, il cedolino pensione INPS è sicuramente quello più utile per tutti coloro che ricercano informazioni sicure e personalizzate sul proprio trattamento pensionistico. 

INPS mette infatti a disposizione di tutti i pensionati informazioni che riguardano novità sulla pensione, motivi alla base di eventuali modifiche apportate agli importi mensili e il resoconto dei pagamenti relativi alle diverse mensilità. 

In particolare, il servizio INPS offre la possibilità di: 

consultare l’ultimo cedolino; attuare il confronto con altri cedolini; visualizzare il cedolino; visualizzare elenco prospetti di liquidazione (Modelli TE08, il documento che contiene informazioni riguardanti la data di decorrenza, l’importo, le ritenute applicate e così via); gestire le deleghe sindacali su trattamenti pensionistici; modificare i dati personali; recuperare la Certificazione Unica e stamparla. 

Non solo, perché con il cedolino pensione INPS è inoltre possibile ricevere tutte le comunicazioni da parte dell’Istituto. 

Per esempio, sul cedolino della pensione di ottobre 2021 è possibile visualizzare tutte le informazioni relative alle date di pagamento della pensione

Appare dunque evidente quanto la consultazione del cedolino possa rivelarsi fondamentale proprio in questo periodo storico, caratterizzato da grandi cambiamenti, conseguenza della pandemia e delle nuove disposizioni che sono state date anche in merito alle date di accredito dei trattamenti pensionistici. 

In merito a quest’ultimo punto, nel corso dell’articolo forniremo importanti informazioni proprio sul calendario pensioni INPS, in particolare per il mese di ottobre. 

Per il momento, però, cerchiamo di capire quali sono i diversi modi per consultare il cedolino della pensione, online e offline. 

Cedolino pensione INPS come consultarlo online: cosa sapere per vedere la pensione sul sito INPS

Partiamo con uno dei metodi più “comodi” per visualizzare il cedolino della pensione: come consultare il cedolino pensione direttamente sul sito dell’INPS

Per alcuni pensionati, forse, consultare il cedolino online potrebbe sembrare un’operazione troppo complessa. La verità è che, sebbene ci siano alcune azioni preliminari da compiere, utilizzare il sito INPS per visualizzare il proprio cedolino permette di ottenere tantissime informazioni in poco tempo e comodamente da casa. 

Tutto sommato, una volta imparato il percorso online, ci vorranno davvero pochi minuti e sarà possibile recuperare tantissimo tempo, evitando code al CAF o alla sede territoriale INPS più vicina

Prima di tutto, è necessario, per poter consultare il cedolino online, essere in possesso delle credenziali di accesso per entrare sul sito INPS. 

Come sappiamo, dal 1° ottobre 2021 non è più possibile accedere al sito dell’Istituto tramite PIN, ma solo con: 

SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale; CIE, Carta d’Identità Elettronica; CNS, Carta Nazionale dei Servizi. 

Tutte queste tre credenziali offrono la possibilità di accedere al sito dell’INPS. Fatta eccezione per la CNS, la cui attivazione deve essere richiesta presso un ufficio della propria regione di residenza, ottenere CIE o SPID non è complicato.

La CIE può essere richiesta al Comune di residenza, mentre SPID può essere abilitato o tramite procedura online oppure presso un ufficio postale. 

Per visualizzare il cedolino pensione, bisognerà innanzitutto andare sul sito INPS, scrivere nella barra di ricerca in alto “cedolino della pensione” e cliccare sul servizio “cedolino pensione e servizi collegati”

A questo punto, sarà necessario effettuare l’accesso con le credenziali. Si aprirà una pagina in cui avrai la possibilità di visualizzare il cedolino, sezione nella quale potrai scegliere l’anno desiderato e consultare le informazioni sulle diverse mensilità (importo, stato, data, opzioni per scaricare o stampare il cedolino). 

Cedolino pensione INPS online: la delega dell’identità digitale INPS 

Proprio perché dal 1° ottobre non è più possibile utilizzare i PIN per accedere al sito INPS, l’Istituto ha messo a disposizione di pensionati o altre persone impossibilitate a usufruire dei servizi online, la possibilità di delegare un’altra persona di fiducia nell’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’INPS. 

Dal 16 agosto è infatti possibile individuare un delegato che possa accedere con le nuove credenziali di identità digitale ai servizi telematici dell’INPS. Tra i servizi che possono essere utilizzati solo tramite SPID, CIE o CNS c’è proprio il cedolino della pensione. 

Per anziani, disabili e minori è quindi possibile fare richiesta di delega INPS per utilizzare i servizi telematici al loro posto. 

La richiesta di delega può essere effettuata in due modi: 

o recandosi di persona a una sede INPS con documenti di riconoscimento e modelli appositi; o usufruendo della delega SPID su SPID. 

Nel primo caso, dunque, delegante e delegato devono recarsi presso una sede INPS portando i documenti necessari al riconoscimento e i modelli di delega, diversi a seconda della natura del delegante. 

Nel secondo caso, invece, un individuo già munito di SPID può delegare una persona di fiducia, anch’essa munita di SPID, per l’utilizzo dei canali online dell’Istituto. In questo caso, dunque, il delegato potrà aiutare il pensionato a effettuare la procedura per ottenere SPID una sola volta. Dopodiché potrà accedere al suo posto al sito INPS per visualizzare il cedolino della pensione e utilizzare qualsiasi altro servizio online messo a disposizione dall’Istituto.

Per maggiori informazioni, consigliamo la lettura del nostro approfondimento Delega INPS SPID: come richiederla con e senza SPID

Cedolino pensione INPS come consultarlo: sede INPS e Contact Center

Un ultimo metodo per visualizzare il cedolino della pensione e ottenere tutte le informazioni che servono è quello di affidarsi agli strumenti offline. 

Stiamo quindi parlando di metodi meno convenienti della consultazione online. Il cedolino pensione può infatti essere consultato: 

recandosi fisicamente presso uno sportello INPS; chiamando il Contact Center dell’INPS. 

Nel primo caso, quindi, la consultazione del cedolino della pensione può avvenire solo previo spostamento verso la sede INPS più vicina alla propria abitazione. Metodo che, come abbiamo detto, può rivelarsi davvero scomodo in quanto, oltre a implicare uno spostamento fisico, potrebbe richiedere anche la prenotazione dell’incontro. 

Nel secondo caso è invece possibile richiedere assistenza chiamando al Contact Center dell’INPS. Quest’ultimo può essere raggiunto tramite due diversi numeri: 

al numero verde 802 164 gratuito da rete fissa; al numero 06 164 164 da rete mobile, a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore. 

Anche in questo caso, la consultazione del cedolino potrebbe non rivelarsi un’operazione immediata. 

Cedolino pensione INPS, le novità sui pagamenti delle pensioni di ottobre 

Come abbiamo detto, consultando il cedolino della pensione INPS c’è la possibilità di venire a conoscenza di tantissime informazioni preziose per il pensionato. 

L’Istituto, per il mese di ottobre, ha reso note alcune delle informazioni contenute nel cedolino pensione , in particolare: 

le date di pagamento della pensione per il mese di ottobre; informazioni sulle trattenute fiscali; le maggiorazioni previste per i pensionati che beneficiano dell’assegno al nucleo familiare (o ANF); i conguagli da modello 730/2021.

Nello specifico, sul cedolino pensione di ottobre 2021 vengono chiarite le date per il ritiro della pensione che anche questo mese, così come i mesi precedenti dall’inizio della pandemia, vengono erogati in anticipo. 

I pagamenti delle pensioni sono infatti cominciati a partire dal 27 settembre e si sono conclusi il 1° ottobre. Pagamenti anticipati che potrebbero riguardare anche il mese di novembre. 

Altra novità, segnalata sul cedolino pensione, è costituita dalle maggiorazioni applicate sugli importi spettanti degli assegni familiari. Gli ANF hanno infatti subito una maggiorazione dovuta all’introduzione del nuovo assegno temporaneo ai figli minori, prestazione che può essere richiesta esclusivamente da chi non ha il diritto a richiedere gli assegni familiari. 

Le maggiorazioni vanno da 37,50 euro a 55 euro, a seconda del numero di figli presenti nel nucleo familiare. 

Inoltre, alcuni pensionati potrebbero aver notato una differenza tra il cedolino pensione dello scorso mese e quello di ottobre. Potrebbero essere gli effetti dei conguagli da 730

In questi casi, per alcuni pensionati l’importo della pensione potrebbe essere aumentato, grazie al rimborso dell’importo a credito del contribuente. 

Altri, invece, hanno potuto subire l’effetto contrario, conseguenza delle trattenute per conguagli a debito del contribuente. 

Ecco che, in questo caso, la consultazione del cedolino della pensione, specialmente la funzionalità di confronto tra due cedolini, è fondamentale per comprendere le ragioni alla base della variazione degli importi.