Vuoi scoprire il metodo più pratico per trovare lavoro? Non credere che ti stia prendendo in giro, perché anch'io come te mi sono ritrovata in questa difficile situazione. Essere giovani e volenterosi al giorno d'oggi non basta, perché: la competizione, la formazione e le nuove frontiere del lavoro, sono tutte delle isole da scoprire.

Con il Governo Draghi non è più come ai tempi dei nostri genitori per cui bastava mandare curriculum e fare qualche domandina, ed il gioco è fatto, anzi bisogna saper sfruttare al meglio gli strumenti che offre il mondo digitale e porre in essere degli accorgimenti fondamentali.

Consulta questa guida imbattibile in linea con le direttive del Ministero del Lavoro per non farti cogliere impreparato e trovare il tuo posto nel mondo!

Lavoro: situazione italiana nel 2021

A conclusione del 2021, la situazione della pandemia di coronavirus non è cambiata, e può dirsi lo stesso per la situazione lavorativa dei giovani. La parola d'ordine è precarietà! Lo indicano anche i dati che si possono consultare nel sito dell'ISTAT dedicato ai giovani. Perché in una situazione come la nostra, nella quale ci sono sempre più figure lavorative nascenti e nuove tecniche digitali per venire a conoscenza delle occupazioni vuote, c'è ancora così tanta difficoltà a trovare il proprio posto nel mondo?

Trovare un lavoro non significa soltanto avere un'entrata economica, o meglio non è soltanto questa la cosa più importante. Perché qui la questione è molto più delicata e merita una giusta attenzione, cosa che non sempre viene garantita.

Essere giovani in cerca di un lavoro significa proiettarsi in un mondo sconosciuto, perché è chiaro non si nasce lavoratori. Nel corso degli studi si cerca la formazione più adatta per essere pronti all'età adulta, ma anche quella che rispecchia le proprie inclinazioni.

Quante volte si è trovati davanti una scelta: "seguo la mia passione o decido la via più sicura?" Chiunque nel mondo ha posto in essere la basi per i piani A, B e C, e così via, ma smettere di sognare in partenza leva tutta quella parte dell'esistenza che rende vivi: trovare il proprio posto nel mondo. Avere un ruolo nella società nella quale si vive, equivale a trovare quella chiave della vita che fa combaciare tutto il resto.

Perché lo si sa, senza avere qualcosa da fare si soffre di apatia, non ci si può esprimere, ma soprattutto non si possono pagare, bollette, casa, roba da mangiare, e tutto quello che compete i servizi primari. E se si deve investire ancora nella propria formazione? Ecco che qui si cade nel tranello di un sistema che in molti casi alimenta la precarietà, senza porre in essere le situazioni confacenti a ottenere un lavoro.

Non c'è un manuale che guidi alla soluzione nel modo più opportuno, ma si possono attuare delle strategie funzionali caso per caso, sei pronto a scoprile? O meglio, sei pronto a diventare la versione migliore di te stesso che vive al 100%?

Primo passo per trovare lavoro

Innanzitutto, ogni persona ha il suo vissuto, perché ognuno vive secondo i propri tempi. Non c'è l'età decisa che vale in assoluto per avere una famiglia, né tantomeno quella per laurearsi e trovare lavoro. La vita è piena di sorprese e chiunque può scegliere di affrontare le sfide dell'esistenza per come lo ritiene più opportuno. Allora, cosa bisogna fare?

In primis, bisogna avere mente locale della propria situazione, una consapevolezza che non è così scontata da raggiungere. Sai quali sono i tuoi sogni? E che aspettative hai? Forse, la prima risposta da dare dovrebbe essere quella inerente a quale luogo vorresti che fosse quello in cui manifestare te stesso tramite il lavoro. Hai la passione e conosci le lingue? Viaggia ed esplora posti sconosciuti! Pensi che questa sia la via più facile per non restare in Italia e trovare lavoro?

Il Ministero del Lavoro congiuntamente al Governo Draghi sta studiando delle nuove misure per rendere la formazione e la ricerca del lavoro più moderna e funzionale possibile, anche perché i giovani sono il futuro, e bisogna lottare per far aprire gli occhi sugli errori che il sistema pone in essere.

Quindi, viaggiare ed andare via può essere un'esperienza formativa, ma non pensare che sia la cosa più facile, anzi bisogna avere coraggio da vendere. Perché questa scelta implica il sapersi giostrare in un posto che non conosci, con altre usanze, regole e stile di vita, sei pronto a questo? Allora, buttati e mangiati il mondo!

Se invece non ti senti sicuro di andartene, non c'è niente di male a tal proposito, puoi sempre optare per rimanere e decider di affrontare di petto la situazione. Sai cosa vorresti fare? Se non sei certo del lavoro che vorresti svolgere, pensa a cosa ti piacerebbe studiare all'università.

Studiare è un impegno molto importante, soprattutto è una strada piena di sacrifici e dedizione, per cui la scelta migliore per avere un percorso adeguato alle tue inclinazioni e quindi svolto con piacere, dovrebbe essere quella di controllare i piani di studio delle facoltà che ti piacerebbe frequentare. 

Dopo di ciò, informati e consulta se ci sono opzioni di tirocini formativi e stage, sai perché? Sono il passo principale per avere un rapporto con il mondo del lavoro. Conosco gente che partendo dai tirocini organizzati all'università, adesso ha un posto di lavoro stabile. Non vuoi essere uno studente universitario?

Trova il corso di formazione che fa al caso tuo, oppure diventa un apprendista in negozio! Il miglior consiglio da dare non è quello di intraprendere un percorso avulso da errori, ma affrontare la vita. Non nasconderti per paura di non riuscire, perché il più grosso sbaglio che potresti commettere sarebbe quello di non mettere in gioco te stesso per timori normali.

Perché è difficile avere stabilità?

Arrivati a questo punto, hai capito che non devi farti spaventare dalle difficoltà palesi e innegabili. Il sistema del lavoro italiano è in difficoltà, sia per lacune di base, come la ferrea burocrazia che sembra un ostacolo intramontabile a volte, e sia per le ulteriori complicazioni apportate dalla pandemia di coronavirus. Allora, cosa fare per combattere la precarietà? Come consigliato nel paragrafo precedente devi metterti in gioco senza perdere le speranze. 

Consulta siti online, manda curriculum a più aziende possibili, e prova concorsi inerenti al tuo percorso di studi. Se è così difficile avere stabilità e trovare lavoro, non nasconderti dietro un dito, ma crealo e cerca la situazione per avere un'occupazione. Sai che in molti casi si inizia proprio grazie al passa parola? Tra i metodi più efficienti per trovare lavoro, c'è quello nel quale sei tu che proponi te stesso a un determinata tipologia di persone, le quali poi potranno condividere con altre informazioni positive sul tuo conto.

Se sei un'aspirante docente, fai lezioni private, da queste si potrebbe diffondere il tuo nome tra i Presidi delle scuole che in un momento di bisogno come il nostro dovuto alle assenze di docenti più maturi per via del coronavirus, potrebbero selezionare le candidature precedentemente inviate e aggiungerti nel team scolastico.

Una situazione del genere si verifica per una discrepanza molto forte tra il mondo del lavoro e quello della formazione, e il tutto è generato da un sistema formativo italiano che deve essere modernizzato secondo le tendenze di oggi, le quali viaggiano a velocità digitale!

Dato che dobbiamo essere preparati, e già siamo in grado di sfruttare appieno gli strumenti tecnologici, bisogna mettersi in gioco e scegliere per bene il percorso migliore da perseguire. Ma anche cosa cercano le aziende? Si parla sempre più di skills e non di competenze, le quali riguardano ambiti come: problem solving, pensiero critico, IE, e così via. 

Ecco come fare se non hai esperienza

Dopo aver appreso il quadro critico della nostra società, prendi in mano il tuo curriculum e rendilo moderno. La classica struttura del curriculum europeo, rigida, lunga e poco pratica, non piace per niente ai selezionatori che si occupano delle risorse umane.

Prepara un testo sintetico e schematico, ma soprattutto d'effetto! In esso devi valorizzare le tue qualità e abilità poste in essere nelle tue esperienze sia formative che lavorative. E' chiaro che se sei appena uscito da scuola o neolaureato le tue esperienze non saranno tantissime, ma puoi contare sulla tua voglia di imparare e la formazione fresca che ti permette di essere plasmato alla perfezione nel sistema che accetterà la tua candidatura.

Inoltre, curi abbastanza il tuo network? Se sei un giovane adulto, sai benissimo quanto sia importante mettere nella vetrina digitale il tuo lavoro! LinkedIn è uno dei mezzi più utilizzati dai giovani che cercano lavoro, perché sembra proprio fatta al caso loro!

Sai quante aziende vedendo il tuo profilo ben strutturato rimarranno incuriosite dal tuo percorso e la persona che manifesti di essere? Scopri come utilizzare questi metodi pratici che permettono di rendervi sempre visibile alla platea di selezionatori. Magari potresti essere tu l'anello mancante in azienda!

Infine, non pensare che se hai finito di studiare sia a scuola che all'università, allora non hai più bisogno di aggiornarti. Frequenta workshop ed eventi online, perché sono diventati questi i canali principali per immettersi nel mondo del lavoro. Potresti apprendere delle nozioni fondamentali, o acquisire quelle mancanti che ti faranno trovare il tuo posto.

Che aspetti? Per avere un quadro ancora più chiaro, ti consiglio di vedere questo video di Valerio Villani, un influencer che con tanta simpatia, riesce in modo diretto a fornire le informazioni essenziali per trovare lavoro, vedrai che ti sarà molto più utile di quanto pensi.

“Cerco lavoro”, quali sono le speranze future

Siamo giunti a destinazione, valutiamo l'analisi fatta in relazione alle aspettative future. Purtroppo il coronavirus ha bloccato molti ambiti del mondo del lavoro, specialmente quelle inerenti occupazioni in cui il contatto umano è peculiare.

Ma posso stupirti, perché adesso farò un'affermazione poco nota e che ti sarà utile, sia per incominciare con il piede giusto e sia per vedere in modo roseo il futuro che hai davanti.

Sai che questa pandemia sta scatenando un vento finora poco conosciuto? Sta portando avanti un cambiamento generazionale che porterà dentro uffici ed aziende sempre più giovani. Il motivo? Lo stesso Governo Draghi sta cercando insieme al Ministero del Lavoro di rendere più pratica la ricerca del lavoro, soprattutto in vista di questo cambiamento sempre più evidente.

Vuoi essere un lavoratore? Riprendi tutte le informazioni qui indicate, vedrai che il 2022 aprirà nuove strade, credi in te stesso, io l'ho fatto, e sono qui pronta a sostenere chi dovrà affrontare la stessa sfida!