Il Piano nazionale di ripresa e resilienza, il c.d. PNRR, ha portato con sé molti concorsi interessanti. Migliaia di posti di lavoro sono a disposizione di giovani italiani, proprio per dare impulso all’economia del nostro Paese. 

Dalle forze armate alla scuola, sono molti bandi in scadenza, ma anche novità attese in questo febbraio che sembra molto caldo sul piano lavoro!

Se sei in cerca del tanto agognato posto fisso, non ti far scappare l’occasione, questo potrebbe essere il tuo anno fortunato! Dalle grande sconfitte possono nascere anche occasioni, e la pandemia, che ci ha regalato il PNRR, ha dato proprio quell’impulso al settore pubblico, che attendevamo da anni.

Ti ricordiamo, tuttavia, che per partecipare a molti dei concorsi in vista dovrai munirti di Spid. Ormai qualsiasi contatto con la pubblica amministrazione presuppone il possesso dell’identità digitale, che consente una più sicura identificazione, oltre a consentire di semplificare le procedure di iscrizione.

Di seguito, ti riporteremo, dunque, quali sono i concorsi aperti nel mese di febbraio, ma anche alcuni nuovi concorsi molto attesi, che dovrebbero concretizzarsi in questo mese.

Cosa serve per fare domanda per i concorsi?

In primo luogo, vogliamo indicarti cosa potrebbe essere indispensabile al fine di presentare domanda per i concorsi che di seguito provvederemo ad elencare. Infatti, a seguito della progressiva digitalizzazione della pubblica amministrazione, le procedure per inviare le domande si sono progressivamente adeguate. 

Infatti, ad oggi è praticamente impossibile non essere in possesso di uno Spid, ossia della c.d. identità digitale, che serve a mantener i contatti con la pubblica amministrazione.  

Tuttavia, se sei al tuo primo concorso, potresti non sapere come presentare una domanda. In primo luogo, dunque, devi richiedere di uno Spid di secondo livello, che come dicevamo è indispensabile per molte attività da effettuare sulle piattaforme online delle amministrazioni. 

Lo spid è di secondo livello è poi quella particolare tipologia che ti consente di generare dei codici numerici OTP di identificazione. In molti concorsi, ti potrebbe essere richiesto di identificarti mediante codice. Questo dovrà essere inserito durante la procedura di presentazione delle domanda di partecipazione ai concorsi.  

Ti ricordiamo che potrai ottenere il tuo Spid molto facilmente, accedendo anche al sito internet dei vari gestori. Uno dei servizi più noti per ottenere lo Spid è quello erogato da  Poste Italiane s.p.a.. 

Per ulteriori informazioni in tema di spid ti consigliamo il seguente video di Paolo Villari:

Concorso Ripam 2293 diplomati

E’ da poco scaduto il concorso per diplomati pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 104 del 31 dicembre 2021. Il 7 febbraio si sono chiusi i termini per presentare domanda di accesso ad uno dei concorsi per titoli ed esami organizzato dall’ente da FormezPa, nell’ambito del piano di riqualificazione della pubblica amministrazione.

Il concorso era rivolto sia a diplomati che a laureati, i quali saranno smistati in diverse amministrazioni: Presidenza del Consiglio dei ministri, Ministero dell’economia e delle finanze,  Ministero dell’interno,  Ministero della cultura e Avvocatura dello Stato. 

Si attendono a breve novità per le prove di esame, che si terranno presumibilmente la prossima primavera.

Concorso ENEA

Sebbene non abbia avuto la risonanza mediatica del precedente concorso, il Concorso Enea rappresenta un’opportunità molto interessante, da non farsi scappare, per chi desidera accedere al mondo del lavoro.

L’Enea è l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie , l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Quindi, ENEA è un ente di diritto pubblico volto a prestare servizi nell’ambito dello sviluppo di nuove delle nuove delle nuove energie sostenibili. L’ente svolge anche la funzione di coordinatore del Cluster tecnologico Nazionale energia. Inoltre, ENEA svolge un importante ruolo di transizione verso l’economia circolare e l’efficienza delle risorse. 

I posti messi a bando appartengono a diverse categorie. Sono 60 di cui: 30 posti di collaboratore tecnico enti di ricerca, a tempo indeterminato; 15 posti di collaboratore di amministrazione, a tempo indeterminato; 4 posti di tecnologo, a tempo indeterminato; 11 posti di ricercatore, a tempo indeterminato.

Il concorso prevede una prova selettiva, consistente in quiz attitudinali o cultura generale e di lingua inglese. 

Non dimenticare che dovrai presentare domanda entro il 24 febbraio, previo versamento del contributo di segreteria di 10 euro. 

Concorsi centro per l’impiego

Sono diverse le Regioni che hanno avviato l’iter di selezione per giovani, volto all’assunzione di lavoratori per i c.d. centri per l’impiego. 

Il programma di assunzione, invero, è stato già annunciato nel 2020 dal Ministro del lavoro Nunzia Catalfo, volto al reclutamento di ben 12 mila dipendenti a tempo indeterminato. Tuttavia, a causa dell’emergenza sanitaria i tempi per attuare il programma ha subito considerevoli rallentamenti. 

Le Regioni coinvolte nel piano di assunzione rientrano: Puglia, Molise, Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, molte delle quali hanno già espletato le procedure di concorso e si sono concluse proprio di recente. Sul punto ricordiamo ancora alcuni bandi attivi, in scadenza a breve. La Regione Sicilia ha indetto l’assunzione per i centri dell’impiego mettendo a bando 487 posti riservati a diplomati e 537 per laureati. Il bando è in scadenza al 25 febbraio.

Anche la Regione Umbria ha avviato una procedura selettiva per 55 diplomati e 37 laureati, rispetto al quale potrai presentare domanda entro il 27 febbraio.

A breve, invece, si attende la pubblicazione del bando per la Regione Basilicata.

Concorso dirigenti scolastici

Sempre nel mese di febbraio è atteso il concorso per dirigenti scolastici. Il bando sicuramente è imminente come si desume dal parere che ha pubblicato il Consiglio Superiore per la Pubblica istruzione. Invero già sono note alcune importanti novità. Prima fra tutte quella che riguarda le preselettive, le quali, a differenza dei concorsi precedenti, non è prevista la banca dati. 

Le materie da studiare per partecipare al concorso sono: elementi di diritto penale, civile e amministrativo, organizzazione degli ambienti di apprendimento, organizzazione del lavoro e gestione del personale, sistemi educativi dei Paesi UE, processi di programmazione, gestione e valutazione. Contabilità di Stato, modalità di conduzione delle organizzazioni complesse. 

Concorso VFP1 esercito

Tra le novità di febbraio, invece, vi è il concorso per l’esercito come volontario VFP1. 

Il concorso VFP1 2022 Esercito è stato pubblicato proprio in questi giorni, per reclutare ben 6000 posti. La procedura è riservata ai cittadini di età inferiore ai 25, che siano in possesso almeno della  licenza media.

Il bando è stato pubblicato proprio in Gazzetta ufficiale l’8 febbraio 2021, in questo caso è volto a selezionare volontari in ferma prefissata di un anno dell’Esercito italiano, per l’anno 2022. 

E’ necessario essere in possesso di specifici requisiti. Infatti, per presentare la domanda è necessario, aver compiuto almeno il 18° anno di età e non aver superato, al momento della pubblicazione del bando, il 25° anno di età.

Inoltre, deve esser conseguito il diploma di istruzione secondaria di primo grado. 

Ricordiamo che il reclutamento presuppone lo svolgimento di accertamenti del CSRNE e della DGPM. Dopo tale operazione dovrà essere effettuato l’inoltro delle domande alla commissione valutatrice.

Oltre alla valutazione dei titoli, si provvederà a verificare le attitudini psico-fisiche, tramite una serie di prove presso i centri sportivi o enti indicati dalle Forze armate. Dopo aver effettuato gli accertamenti del caso, il volontario sarà assegnato ai vari Reggimenti e addestrato. 

Novità concorso INPS

Sempre in tema di concorsi, ti vogliamo dare anche alcune notizie con riferimento ad uno dei concorsi più attesi dell’anno, cioè il Concorso INPS, per 1858 posti.

Sulla Gazzetta ufficiale del 4 febbraio 2022 è stato, infatti, pubblicato il calendario per le prove selettive. Al concorso parteciperanno in molti, ben 60 mila sono le domande pervenute. Invero, il calendario è molto serrato, tant’è che sono previste per lo stesso mese di luglio sia le preselettive che gli scritti.

Infatti, la fiera di Roma ospiterà prima le selettive dal 4 al 12 luglio, mentre gli scritti sono previsti per il 18 e il 22 luglio, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto.  Ulteriori informazioni, tuttavia, saranno pubblicate il 14 giugno sulla Gazzetta Ufficiale. 

Si ricorda che le prove preselettive prevedono un test a risposta multipla nelle seguenti materie: informativa, cultura generale, logica e inglese. 

Mentre la prima prova scritta si tratterà anch’essa di un test a risposta multipla in: diritto del lavoro e legislazione sociale, diritto amministrativo, bilancio e contabilità pubblica, pianificazione programmazione controllo organizzazione e gestione aziendale, diritto costituzionale. 

Mentre la seconda prova, sempre mediante test a risposta multipla, avrà ad oggetto,  economia del lavoro, elementi di diritto penale. elementi di economia politica, scienza delle finanze, diritto civile.

Quali concorsi sono attesi per i prossimi mesi?

Il PNRR come dicevamo ha portato con se numerosi concorsi, e molti altri sono attesi sia per il mese di febbraio che per quelli a venire. 

A tal proposito, ricordiamo l’attesissimo concorso ex MIbact per duemila posti complessivi, sia per diplomati che laureati a tempo indeterminato.

Dopo il successo del concorso per l’Ufficio del Processo, entro l’anno saranno banditi altri due concorsi, uno dei quali specificamente indirizzato per il settore penale. Quest’ultimo sarà a tempo indeterminato, mentre l’altro sarà a tempo determinato. 

Siamo ancora in attesa del concorso al Ministero della giustizia per 5410 posti, volto a reclutare sia laureati esperiti nel settore informatico e contabile, sia tecnici di amministrazione con laurea in economia, giurisprudenza o scienze politiche, nonché per laurea equipollenti. 

E’ altrettanto attesa anche l’immissione di otre 750 tecnici diplomanti e 3000 addetti data entry. 

Per tutte le novità in vista vi terremo aggiornati!