Doppia pensione INPS: a chi spetta e quali sono i requisiti

Alcuni pensionati possono ricevere una doppia pensione INPS, se sussistono alcuni requisiti obbligatori. Ecco a chi spetta la doppia pensione e quali sono le condizioni per fare domanda.

doppia-pensione-inps-a-chi-spetta

In alcuni casi, i pensionati e i contribuenti italiani possono percepire una doppia pensione INPS, ovvero ben due assegni previdenziali.

Tuttavia, per poter effettivamente percepire una doppia pensione INPS, è necessario rispettare una serie di condizioni e di requisiti obbligatori stabiliti dal nostro ordinamento.

Ma chi sono effettivamente le persone che possono ottenere il pagamento della doppia pensione INPS? Vediamo, quindi, come funziona la doppia pensione erogata dall’Istituto INPS, e quali sono le categorie di pensionati che possono percepire il doppio assegno previdenziale.

Doppia pensione INPS: come funziona

Quando si parla di una doppia pensione dell’INPS, si fa riferimento essenzialmente alla cosiddetta pensione supplementare. 

Si tratta di un assegno aggiuntivo che viene erogato e corrisposto da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, che va ad integrarsi così agli importi già pagati per la pensione ordinaria.

Questa tipologia di prestazione potrà essere riconosciuta sulla base dei contributi eventualmente versati oppure accreditati nella cosiddetta gestione AGO, ovvero Assicurazione Generale Obbligatoria.

Tuttavia, per poter accedere alla pensione supplementare e quindi poter ottenere una doppia pensione INPS, sarà necessario procedere alla presentazione esplicita della domanda all’Istituto INPS.

Dunque, ciò significa che i lavoratori che hanno contributi maturati nell’Assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, oppure per la vecchiaia o ancora i superstiti, che non sono sufficienti ai fini del perfezionamento del diritto ad ottenere la prestazione previdenziale, dovranno procedere con la presentazione della richiesta all’INPS.

I requisiti per avere la doppia pensione INPS

Abbiamo quindi precisato che quando si parla di una doppia pensione INPS, si prende in considerazione il pagamento della pensione supplementare. 

Come avviene nella maggior parte dei casi, per vedersi riconosciuta la possibilità di percepire un assegno mensile dall’Istituto INPS, occorre che i lavoratori e i contribuenti richiedenti rispettino specifiche condizioni e requisiti particolari.

Tra questi:

  • età anagrafica;

  • anzianità contributiva ai fini dell’accesso previdenziale;

  • contributi versati nella gestione AGO.

Dunque, prima di tutto, un aspetto fondamentale che permette ai cittadini ad accedere alla doppia pensione INPS riguarda l’età anagrafica dei pensionati. 

Nel dettaglio, la pensione supplementare che da diritto all’ottenimento della doppia pensione spetta esclusivamente ai lavoratori che hanno già compiuto almeno 67 anni.

Un’ulteriore condizione essenziale riguarda, invece, l’anzianità contributiva.

Infatti, la pensione supplementare che consente di ottenere l’accesso alla doppia pensione INPS viene riconosciuta quando i contributi ulteriormente versati non risultano essere sufficienti per ottenere il diritto ad un’altra autonoma prestazione pensionistica.

Chi è escluso dalla doppia pensione INPS

Questa opportunità legata alla possibilità di ricevere la doppia pensione INPS non può essere, invece, beneficiata da parte dei titolari di pensione principali che derivano dalla Gestione Separata Inps oppure dalle casse dei liberi professionisti.

Va precisato, inoltre, che la misura del trattamento supplementare che da origine alla doppia pensione INPS, viene determinata secondo le ordinarie regole di calcolo dell’assegno previdenziale.

Dunque, non si tratta di una pensione integrabile al trattamento minimo.

Leggi anche: INPS conferma la doppia pensione dopo questa età: più soldi per tutti sul conto corrente.