Fondo perduto per partita IVA e imprese: risorse fino a 750.000 euro. Chi può fare domanda

C’è tempo fino al 31 dicembre per fare domanda per il contributo a fondo perduto della Regione Piemonte con risorse da 750.000 euro. A chi spetta e i requisiti.

Mentre si sta facendo strada una nuova proposta relativa all’approvazione da parte della Giunta regionale di un nuovo fondo perduto per le imprese, c’è ancora un po’ di tempo per fare domanda per un contributo già attivo. 

Si tratta del contributo a fondo perduto stanziato dalla Regione Piemonte, le cui risorse economiche ammontano a 750.000€.

Nello specifico, saranno i liberi professionisti con partita IVA e le imprese a poter effettivamente presentare domanda per ottenere il contributo a fondo perduto, volto alla valorizzazione delle produzioni di qualità.

Dunque, con l’obiettivo di andare a favorire la nascita e la creazione di nuove imprese, non solo quelle di carattere familiare, la Regione Piemonte ha lasciato la possibilità per le imprese e i liberi professionisti di presentare domanda per il contributo a fondo perduto fino al 31 dicembre 2022.

Contributi a fondo perduto da chiedere entro il 31/12: cosa c’è da sapere

È all’interno del bando relativo all’attribuzione delle risorse economiche di 750.000€, che la giunta della Regione Piemonte ha descritto tutte le informazioni legate al nuovo contributo a fondo perduto rivolto alle nuove imprese e ai liberi professionisti.

A questo proposito, l’obiettivo è sicuramente quello di avviare un’agevolazione legata al trasferimento di un’impresa intra familiare ed extra famiglia, al fine di recuperare i mestieri più antichi, valorizzandone la qualità.

Ciò significa che la possibilità di percepire i contributi a fondo perduto sarà effettivamente riconosciuta esclusivamente verso quelle attività commerciali di tipo artigiano. I soggetti che riceveranno i contributi economici, quindi potranno beneficiare di tale sostegno al fine di avviare un finanziamento della nascita di nuove imprese durante il ricambio generazionale.

Nello specifico, le risorse finanziarie che sono state stanziate dalla Regione Piemonte per l’erogazione del contributo a fondo perduto, di cui alcuni fondi saranno riservati a specifiche categorie di imprese.

Ovvero, risorse da 125 mila euro saranno legate al pagamento di contributi a fondo perduto soltanto verso due rispettive tipologie di imprese, ovvero:

  • imprese con sede legale nel territorio dell’Area Interna “Valle Maira e Grana”;
  • Imprese con sede legale nel territorio dell’Area Interna “Valle Bormida”.

I requisiti per ricevere contributi a fondo perduto con risorse da 750.000€

Come per ogni tipo di contributo a fondo perduto, prima di procedere con la compilazione e la trasmissione della domanda, è necessario fare attenzione anche a tutti i requisiti obbligatori.

Nello specifico, i soggetti beneficiari del contributo a fondo perduto sono esclusivamente quelle imprese di nuova costituzione che sono iscritte alla CCIAA, nate con il supporto di consulenti per l’assistenza ex ante e finalizzati al ricambio generazionale.

Al tempo stesso, al momento della domanda per il contributo a fondo perduto, sarà valutata anche la sede legale dell’attività, che dovrà quindi coincidere con il territorio della Regione Piemonte.

Inoltre, tali imprese dovranno essere attive e iscritte con un codice Ateco 2007, oltre che debbano essere in possesso di un business plan. Tale documento dovrà essere stato validato da parte del dirigente dell’ambito Politiche del Lavoro della Direzione regionale Istruzione Formazione e Lavoro, o in alternativa, dal Dirigente della Direzione Attività produttive.

Leggi anche: Nuovo contributo fondo perduto da 75.000€: domande dal 3/11. Occhio ai requisiti.

Come fare domanda per i contributi a fondo perduto entro il 31/12

Una volta chiariti i requisiti obbligatori per poter accedere ai contributi a fondo perduto per le imprese e i liberi professionisti che rientrano nelle categorie citate nel precedente paragrafo, occorre anche approfondire le indicazioni relative a come presentare domanda.

A questo proposito, affinché si possano ottenere i contributi a fondo perduto stanziati da parte della Regione Piemonte, sarà necessario presentare le domande, seguendo correttamente la procedura telematica predisposta dalla giunta regionale.

Nello specifico, le richieste saranno soggette a imposta di bollo e dovranno essere necessariamente presentate a partire dalla data del 19 settembre di questo anno, fino a non oltre la scadenza fissata per il 31 dicembre 2022, alle ore 12.

Tuttavia, è bene sapere che le risorse stanziate per il pagamento dei contributi a fondo perduto per le imprese sono soltanto 750.000 euro. È consigliabile quindi fare domanda il prima possibile, per non rischiare l’esaurimento delle risorse disponibili.

La procedura per presentare i contributi a fondo perduto sarà necessario compilare il modulo di richiesta che potrà essere scaricato direttamente sulla piattaforma di Finpiemonte. 

Successivamente sarà necessario trasmettere la domanda tramite pec al seguente indirizzo [email protected], a cui i potenziali beneficiari dovranno anche allegare l’intera documentazione obbligatoria. 

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate