Impiegato o quadro, cosa conviene? Differenze, stipendio e vantaggi

Quadro o impiegato: quali sono le principali differenze di queste due figure professionali, anche dal punto di vista dei vantaggi e delle responsabilità.

Ecco la differenza e i vantaggi tra quadro e impiegato

La distinzione tra impiegato e quadro è fondamentale nel contesto lavorativo e può variare in base ai settori e alle specifiche mansioni svolte dai dipendenti. In base al Codice civile, i lavoratori subordinati si dividono in quattro categorie principali: dirigenti, quadri, impiegati e operai. Tuttavia, i contratti collettivi nazionali spesso prevedono un inquadramento unico per queste categorie.

Categorie dei lavoratori dipendenti

Le categorie principali, come indicato prima, sono essenzialmente quattro e hanno mansioni, impegni e responsabilità differenti in base alla categoria.

  • dirigenti, si tratta di lavoratori con un ruolo gerarchico elevato, preposti alla direzione dell'intera organizzazione aziendale o di un settore autonomo, con ampi poteri discrezionali. La loro posizione li equipara, in qualche modo, all'alter ego dell'imprenditore, con capacità decisionali estese.

  • quadri, questa categoria include i dipendenti che svolgono funzioni di rilevante importanza per lo sviluppo e l'attuazione degli obiettivi dell'impresa. Pur non appartenendo alla categoria dei dirigenti, hanno un ruolo chiave nella gestione e nell'organizzazione aziendale. Le caratteristiche di appartenenza sono stabilite dalla contrattazione collettiva.

  • impiegati, gli impiegati possono essere distinti in impiegati di concetto, che svolgono attività intellettuale originale con capacità di iniziativa, e impiegati d'ordine, che si occupano di attività intellettuale di mera applicazione.

  • operai, questa categoria svolge la propria attività all'interno dell'organizzazione dell'impresa senza partecipare direttamente alla sua realizzazione. Gli operai sono ulteriormente suddivisi in operai specializzati, qualificati e comuni, in base al grado di professionalità.

Caratteristiche dei quadri

Le caratteristiche che contraddistinguono i quadri all'interno di un contesto lavorativo sono principalmente legate all'autonomia e alla responsabilità che detengono nel loro ruolo. I quadri sono chiamati a svolgere compiti di rilevante importanza per lo sviluppo e l'attuazione degli obiettivi aziendali, e ciò richiede una notevole libertà decisionale. La loro autonomia si manifesta nella capacità di fornire, in modo indipendente e responsabile, un contributo originale e creativo al perseguimento degli obiettivi assegnati.

Inoltre, i quadri sono responsabili dell'organizzazione, dell'integrazione e della supervisione delle risorse affidate loro. Questo implica la gestione di attività e processi chiave per il funzionamento dell'azienda, richiedendo un elevato grado di competenza e capacità decisionale. La responsabilità di sovrintendere alle risorse non si limita solo agli aspetti operativi, ma si estende anche alla gestione di rapporti di notevole importanza con terzi, come clienti, partner commerciali o altri stakeholder.

Come distinguere tra impiegato e quadro

Le distinzioni quindi tra impiegato e quadro ci sono, anche se a volte sottili e non ben definite. Ecco quali sono principalmente:

  • autonomia decisionale, uno degli elementi fondamentali che consente di distinguere tra impiegato e quadro è l'autonomia decisionale. I quadri devono avere la capacità di gestire autonomamente e responsabilmente specifici incarichi e settori di competenza. La loro autonomia, sebbene circoscritta agli incarichi assegnati, è superiore a quella degli impiegati.

  • rapporto con superiori gerarchici, la distinzione può basarsi sul rapporto con i superiori gerarchici. I quadri hanno spesso maggiore autonomia nella gestione di rapporti con la clientela, incarichi e pagamenti, senza ricevere indicazioni dettagliate dall'azienda. Questo contraddistingue la loro posizione rispetto agli impiegati, che possono essere soggetti a maggiore supervisione e direttive più specifiche.

  • contrattazione collettiva, la contrattazione collettiva svolge un ruolo chiave nell'individuare le caratteristiche specifiche per l'inquadramento nelle diverse categorie lavorative. Ad esempio, il CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) specifico per un settore può identificare quali mansioni e responsabilità attribuire ai quadri.

La distinzione tra impiegato e quadro dipende da vari fattori, tra cui l'autonomia decisionale, le responsabilità assegnate e il rapporto con i superiori gerarchici. La contrattazione collettiva gioca un ruolo fondamentale nel definire le caratteristiche specifiche per l'inquadramento nelle diverse categorie lavorative, contribuendo a delineare le diverse responsabilità e posizioni all'interno di un'organizzazione aziendale.

Leggi anche: Lo stipendio medio di un impiegato amministrativo in Italia: ecco quanto si guadagna