INPS date pagamenti maggio, Naspi, RdC, Irpef e pensioni

INPS mese nuovo pagamenti nuovi! In questa breve guida andremo ad analizzare tutti i pagamenti in arrivo nel prossimo mese di maggio 2022.

Partiremo dalle pensioni, sia ricevute sui conti correnti, che delle pensioni da ritirare direttamente presso gli uffici di Poste Italiane, per poi a vedere quando arriverà la Nuova Assicurazione per l’Impiego

Finiremo parlando del Reddito di Cittadinanza e del Bonus Irpef da 100 €, sia per i lavoratori dipendenti che per i percettori di Naspi.

Partiamo subito! 

INPS, ecco il calendario delle pensioni di maggio 

Prendete la penna e segnatevi la prima data  dei pagamenti INPS sul calendario: il 2 maggio arriveranno le pensioni sui conti correnti, per chi ha un conto corrente postale, un libretto di risparmio o una Postepay evolution.

Anche per coloro che dovranno ritirare i contanti presso gli sportelli Poste Italiane ATM la data da segnare è il 2 maggio 2022! Chi, invece, dovrà recarsi fisicamente presso gli uffici di Poste dovrà rispettare l’ordine alfabetico stabilito dal proprio ufficio postale di riferimento. 

L’ordine sarà più o meno il medesimo di sempre e la consegna dei contanti partirà sempre in data 2 maggio 2022 e continuerà nelle prossime giornate fino al 6 maggio. I calendari, in ogni caso, verranno affissi al di fuori degli uffici postali. 

È possibile che l’ordine sia il seguente

  • Lunedì 2 maggio 2022 lettere A-C
  • Martedì 3 maggio 2022 lettere D-G
  • Mercoledì 4 maggio 2022 lettere H-O
  • Giovedì 5 maggio 2022 lettere P-R
  • Venerdì 6 maggio 2022 lettere S-Z

INPS ecco quando arriva la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego NASpI 

Passiamo al secondo attesissimo pagamento del mese: la nuova assicurazione sociale per l’impiego. Chi può percepire la Naspi? Ecco, ne ho parlato in questo mio articolo:

“Per percepire la NASpI, il soggetto deve inoltrare la domanda all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Spetta, in particolare, a tutti i lavoratori con un rapporto di lavoro di tipo subordinato che hanno perso l’occupazione in maniera involontaria.”

Ma quando arriverà la Naspi pagata dall’INPS? Come di consueto l’istituto nazionale per la previdenza sociale partirà a corrispondere il sostegno economico al termine di questa settimana, dal 6 maggio, è nei giorni successivi. 

Ricordiamo che INPS paga le prestazioni a flussi, pertanto, se non riceverete i pagamenti in questa settimana, potrete controllare sul vostro fascicolo previdenziale la data in cui vi verrà accreditata la prestazione INPS. Come accedere? Con il Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID, la Carta Nazionale dei Servizi CNS, oppure con la Carta di Identità Elettronica CIE.

Infine ricordiamo anche per I 2022 le novità sono due: la prima è che possono percepire la nuova assicurazione sociale per l’impiego anche gli operai agricoli a tempo indeterminato; la seconda, invece, Riguarda il taglio del 3% sull’importo totale che era stato sospeso lo scorso anno con il decreto sostegni bis e che è ripartito proprio a gennaio 2022.

INPS, ecco quando arriva la doppia ricarica del Reddito di Cittadinanza 

Arriviamo la misura più amata e odiata degli italiani: il reddito di cittadinanza. Il reddito di cittadinanza verrà pagato dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale Inps, come di consueto, in due date differenti a seconda della tipologia di prestazione. La prima data da segnare sul calendario è il 15 maggio, o meglio, il 13 maggio

Il perché è semplice: il 15 maggio cadrà di domenica in questo caso l’Istituto nazionale per la previdenza sociale provvederà a pagare il sussidio economico mensile per cittadini e famiglie in difficoltà economica con due giorni di anticipo rispetto al solito.

La stessa situazione si è verificata nei mesi di febbraio e marzo 2022 e per tutte e due le ricariche Inps ha effettuato i versamenti con gli anticipi. Per la seconda data, invece, non c’è alcun tipo di problema: Inps corrisponderà il reddito di cittadinanza ordinaria venerdì 27 maggio 2022, senza alcun tipo di anticipo. 

È bene ricordare che fino all’ultimo istante non possiamo essere certi quando verrà effettuato l’accredito della ricarica. È possibile, infatti, che Inps effettui un pagamento anticipato, tanto quanto un pagamento posticipato al lunedì 16 maggio (in questo caso ci stiamo riferendo alla ricarica di metà mese).

La differenza tra la prima e la seconda ricarica Inps del reddito di cittadinanza 

Perché l’Istituto nazionale per la previdenza sociale Inps effettua due ricariche di reddito di cittadinanza? Perché sono riservate a due tipologie di beneficiari differenti.

La prima ricarica di RdC, quella che arriva il giorno 15 di ogni mese per intenderci, è riservata a:

  • Primi beneficiari
  • Beneficiari che chiedono il rinnovo
  • Beneficiari che attendono arretrati

I primi beneficiari sono coloro che presentano la richiesta all’Inps per ottenere il reddito di cittadinanza per la prima volta in assoluto. Inps, una volta ricevuta la domanda, valuta se soggetto è in possesso di tutti requisiti necessari di cittadinanza, reddituali e patrimoniali. 

I beneficiari che attendono il rinnovo sono coloro che hanno ricevuto la prestazione economica penta stellata per 18 mensilità consecutive e hanno chiesto, durante il 19º mese, ovvero il mese di stop previsto dalla legge, il rinnovo della stessa per altri 18 mesi. Anche in questo caso l’Istituto nazionale per la previdenza sociale, prima di corrispondere il rinnovo, valuta che il soggetto richiedente (o la famiglia richiedente) risulti ancora in possesso di tutti requisiti necessari. 

Per scoprire tutti i requisiti necessari per percepire il reddito di cittadinanza vi consiglio la lettura di questo mio pezzo: Non hai un lavoro? Richiedi queste agevolazioni INPS! Come

Infine coloro che attendono un arretrato sono i soggetti che, ad esempio, non hanno consegnato in tempo l’ISEE 2022 e si sono visti bloccare le ricariche dall’INPS.

La seconda ricarica, quella del 27 del mese, riservato e unicamente ai percettori ordinari della misura a cinque stelle.

“Per ricevere il Reddito di Cittadinanza è necessario rispettare alcune “condizionalità” che riguardano l’immediata disponibilità al lavoro, l’adesione ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale che può prevedere attività di servizio alla comunità, per la riqualificazione professionale o il completamento degli studi nonché altri impegni finalizzati all’inserimento nel mercato del lavoro e all’inclusione sociale.”

INPS ecco quando arriva il bonus Irpef 100€

Inps di solito corrisponde il bonus Irpef 100 €, chiamato anche ex bonus Renzi per il nome del suo inventore Matteo Renzi, nella seconda parte del mese, dopo aver terminato di corrispondere la nuova assicurazione sociale per l’impiego. 

È probabile che questo mese il bonus Irpef venga pagato dall’Istituto nazionale per la previdenza sociale da lunedì 16 maggio in poi. Anche in questo caso vi consigliamo di tener monitorato il vostro fascicolo previdenziale online per essere certi al 100% sulla data di accredito del sostegno economico ai lavoratori. 

Non è esclusa, però, la possibilità che l’Istituto Previdenziale faccia una nuova sorpresa ai percettori: una ricarica in maxi anticipo come quella di aprile 2022.

Ricordiamo, infine, che con la legge di bilancio 2022 sono stati introdotti cambiamenti molto importanti per quanto concerne il Bonus Irpef 100 € Inps: è stata abbassata la fascia reddituale per percepire il bonus da 28 mila euro a 15 mila euro, ma l’importo è rimasto uguale, per un max di 1.200 € all’anno.

In realtà possono continuare a percepire l’ex bonus Renzi 2022 tutti coloro che a seguito della nuova riforma dell’Irpef approvata per il 2022 sono stati penalizzati. L’importo è erogato non supera i 1.200€ l’anno