Scopriamo insieme i pagamenti dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale INPS, in arrivo nel mese di agosto 2021. Tante, le novità in arrivo, a partire dall’accredito dell’Assegno Unico alle ricariche speciali del Reddito di Cittadinanza.

Anche per agosto avremo, inoltre le pensioni anticipate del mese di settembre e molto altro. Scopriamo insieme tutte le date dei pagamenti di questo mese.

INPS, le pensioni del mese di settembre

Inps e Poste Italiane stanno finendo, proprio in questi giorni, di erogare le pensioni anticipate del mese di agosto 2021. Sappiamo, però, che anche le pensioni dei prossimi mesi, fino alla fine dell’anno, verranno erogate in anticipo.

Il perché risiede nel fatto che il Professor Draghi, nell’ultima conferenza stampa di qualche settimana fa, ha stabilito, in accordo con esecutivo e Comitato Tecnico Scientifico, di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021, a seguito della nuova ondata di contagi di Coronavirus con la Variante Delta.

Pertanto, in questi giorni sicuramente verrà pubblicata una nuova ordinanza della Protezione Civile in cui verranno stabilite le date in cui verranno erogate le pensioni secondo l’iniziale del cognome del beneficiario.

Ricordiamo, infatti, che con l’ordinanza numero 778, firmata lo scorso maggio 2021, era stato disposto il pagamento anticipato per le pensioni relative a maggio, giugno, luglio e agosto, dopo che il Premier Draghi aveva annunciato la proroga dello stato di emergenza fino al 31 luglio 2021.

Ricordiamo che oggi l’Istituto INPS erogherà le pensioni ai pensionati che hanno i cognomi che iniziano con le lettere che vanno dalla N alla R, mentre domani, ma solo in mattinata, si terminerà con le lettere dalla S alla Z.

Anche nei mesi successivi, le pensioni potranno essere erogate con la collaborazione tra Poste Italiane e Arma dei Carabinieri, per evitare di esporre ad ulteriori rischi gli anziani. Rischi sì, dovuti al contagio, ma soprattutto dovuti a eventuali truffe o scippi.

In questo modo, l’anziano potrà ricevere direttamente presso la propria abitazione la pensione e, a consegnarla, sarà proprio un militare dell’Arma. Per ulteriori informazioni a riguardo:

  • chiedere presso gli uffici di Poste Italiane;
  • chiamare alla Stazione dei Carabinieri più vicina;
  • telefonare al numero verde 800 55 66 70.

Ecco un video di Mr Lull sui pagamenti dei prossimi giorni:

INPS, pagamento Assegno Unico Temporaneo 

Ebbene sì, dopo l’ok alla camera dello scorso 28 luglio 2021, INPS ha iniziato a erogare i primi pagamenti, a coloro che per primi hanno fatto richiesta, dell’Assegno Temporaneo per i figli minori. INPS ha iniziato con 6 mila accrediti e ha continuato nei giorni successivi. L’obiettivo era quello di fare arrivare la prestazione a circa 415 mila famiglie entro la fine della settimana.

In ogni caso, i pagamenti proseguiranno in questi giorni. Ricordiamo che INPS non paga tutto in una sola volta, ma elargisce i pagamenti in più giorni, anche in base alla data in cui avete presentato la domanda per la prestazione.

Ricordiamo che l’assegno può essere richiesto dal 1° luglio al 30 settembre per ottenere tutte e sei le mensilità. Qualora la domanda dovesse essere posta dopo il 30 settembre, perderete il diritto agli arretrati e percepirete l’assegno dalla data di presentazione della domanda. 

Ricordiamo che gli importi variano, sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente, da un massimo di 167,50 euro a figlio fino a due figli, a un minimo di 30 euro a figlio fino a due figli. Se i figli sono tre o più, invece il massimo sarà di 217.80 euro a figlio, ad un minimo di 40 euro a figlio da tre figli in su. 

Gli importi diminuiranno all’aumentare dell’ISEE. Le fasce minori sono fino a 7 mila euro, mentre la soglia massima è di 50 mila euro. Oltre questo ISEE, INPS non pagherà più l’assegno unico

Per i percettori del reddito di cittadinanza il discorso è differente. Costoro, infatti, potevano evitare di presentare domanda online, poiché l’Istituto Previdenziale avrebbe corrisposto loro la prestazione in automatico. 

Ovviamente, però, la prestazione sarà ad integrazione del reddito e, mentre per i non percettori RdC i pagamenti sono già partiti e proseguiranno in questi giorni, per coloro che beneficiano del sussidio occorrerà attendere la ricarica di metà mese, che subirà un cambiamento di date, o la ricarica di fine mese. 

È possibile, anche, che la ricarica di Reddito di Cittadinanza associata all’Assegno Temporaneo Figli venga fatta a inizio settembre. Dobbiamo attendere indicazioni da parte di INPS.

Nel frattempo, nella fascia del prime time, è partita ufficialmente la campagna di informazione dell’Assegno Temporaneo, che viene trasmessa sulle principali emittenti televisive: Rai, Mediaset e La 7, oltre che via radio, via web e annunci stampa.

Ricordiamo che la misura verrà sostituita da gennaio 2022 dal più ampio Assegno Unico e universale, che verrà sempre erogato da INPS e sostituirà alcuni dei bonus famiglia come il bonus bebè o il bonus mamma domani. A differenza dell’assegno temporaneo, quello universale verrà corrisposto anche ai figli maggiorenni, fino ai 21 anni.

INPS, la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego

La NASpI è attesa nella settimana che andrà dal 9 al 15 agosto. Lo scorso anno, l’INPS ha accreditato la prestazione l’11 agosto, ma, come sempre, le ricariche varieranno da persona a persona. Vi consigliamo di tenere sotto controllo il vostro fascicolo previdenziale e di affrettarvi a fare lo SPID o la CIE, poiché tra qualche mese scadranno le credenziali con PIN e credenziali abbinate di INPS.

Nonostante INPS aveva stabilito che da giugno e per tutto il 2021 non sarebbe più stato applicato il taglio del 3% sul totale della prestazione, alcune persone continuano a segnalare che l’istituto lo sta ancora applicando.

Noi vi consigliamo di farlo presente all’INPS contattandolo direttamente attraverso il servizio mail o il contact center telefonico messo a disposizione. 

Bonus Irpef 100 € 

Collegato alla NASpI c'è il bonus di 100 € al mese come taglio del cuneo fiscale per un totale di 1.200 € in un anno. Come al solito l'istituto nazionale per la previdenza sociale eroga la prestazione nella seconda metà del mese, tendenzialmente a partire dal 19.

Questo bonus, ricordiamo che si chiama anche ex bonus Renzi poiché era stato introdotto proprio dallo stesso leader politico di sinistra e fondatore del proprio partito Italia Viva con un importo di 80 € al mese.

A seguito della legge di bilancio del 2019 l'importo è stato innalzato di 20 € per ciascun mese fino a raggiungere la quota 100. Dunque, dovrete attendere fine mese per vedervi accreditare questo bonus.

Il bonus bebè

L’assegno di natalità, anche chiamato bonus bebè viene sempre erogato nell'ultima decade del mese, intorno al 23. Questo mese appena passato di luglio questo bonus è stato erogato con un po' di ritardo rispetto al solito.

Lo scorso anno, però, il bonus ha iniziato ad essere erogato a partire dal 12 agosto. Anche in questo caso, come sempre, noi vi consigliamo di tenere d'occhio il vostro fascicolo previdenziale per capire esattamente quando verrà pagata la prestazione.

Tra l'altro, tra le notizie importanti c'è la compatibilità per questi ultimi sei mesi di vita tra il bonus bebè e l'assegno unico temporaneo. In questo modo le famiglie potranno continuare a percepire la prestazione e allo stesso tempo incassare quella nuova.

Ricordiamo che si tratta degli ultimi mesi di vita del bonus bebè poiché da gennaio verrà inglobato nella misura più ampia: l'assegno unico universale. Questa misura è stata ideata e voluta fortemente dalla ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti ed è diventata legge lo scorso 30 marzo 2021 dopo l'approvazione in Senato.

Il Reddito di Cittadinanza pagamenti INPS

Anche questo mese, come al solito, verranno erogati i due pagamenti del reddito di cittadinanza: il primo con la data del 15, mentre il secondo con la data ordinaria del 27. Sicuramente il 15 subirà delle modificazioni poiché, come tutti sappiamo, è festa.

In ogni caso si pensa che dal prossimo mese verrà applicata alla grande novità: la suddivisione del beneficio del reddito di cittadinanza in più carte RdC. La novità è stata approvata con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 luglio 2021.

Le famiglie in cui sono presenti più soggetti maggiorenni potranno richiedere più carte di reddito di cittadinanza direttamente all’INPS. Se volete saperne di più a riguardo vi consiglio di consultare questo articolo:

Reddito di Cittadinanza, ultime novità e l'aumento di agosto

Gli altri pagamenti e le disposizioni in arrivo

Agosto sarà un mese importante proprio perché, teoricamente, dovrebbero iniziare ad essere elargiti i primi pagamenti delle seguenti prestazioni:

  • Bonus agricoli di 800 €
  • Bonus per i lavoratori settore della pesca di 950 €
  • Reddito di emergenza.

Per i primi due INPS ha aperto la possibilità di inoltrare la richiesta per ottenere la prestazione già a fine giugno, mentre per il reddito di emergenza le domande sono state aperte il 1° luglio 2021 e si concluderanno domani 31 luglio 2021.

Non si sa di preciso quando arriveranno, pertanto controllate anche in questo caso il vostro fascicolo previdenziale, ma è quasi certo che verranno drogate secondo la data di presentazione della domanda. Ricordiamo che mentre per i bonus di 800 € e di 950 € si tratta di un'indennità una tantum e, pertanto, verrà erogato una sola volta, per il reddito di emergenza le tranches dei pagamenti saranno quattro.

Infine, ricordiamo che la carta acquisti non verrà ricaricata questo mese poiché il suo accredito è bimestrale ed è stato fatto con il mese di luglio punto la prossima ricarica di 80 € verrà effettuata con il mese di settembre.