Sempre più attesi i concorsi pubblici che si svilupperanno sul suolo italiano

Infatti, si tratta di un’ottima opportunità per trovare un nuovo impiego, anche senza essere in possesso di requisiti particolari. 

Negli scorsi giorni anche la collega Sharon Zaffino ne ha parlato, con particolare riferimento al concorso pubblico per l’assunzione di 100 mila unità nella Pubblica Amministrazione. 

Eppure, non si tratta certo delle uniche possibilità di assunzione! Infatti, sono stati aperti bandi anche per lavorare presso l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale o presso l’Agenzia delle Entrate

Tuttavia, oggi andiamo a considerare bandi più “piccoli”, in quanto territoriali. Si tratta dei concorsi comunali che sono previsti in numerose città italiane. 

Insomma, secondo i programmi messi a punto dal Governo nel 2022 si apriranno numerose possibilità di lavoro all’interno dei principali Comuni, che i cittadini interessati dovranno cogliere al volo. 

Ma quali requisiti sono richiesti? Quali sono questi bandi? Andiamo a scoprirli nel dettaglio insieme!

Concorsi comunali in arrivo: ecco il bando del Comune di Bologna! 

Il primo Comune che ha istituito un bando relativo all’assunzione di personale è quello di Bologna, dove entro la fine del 2022 si procederà con l’assunzione di 470 nuove unità. 

Ma di cosa si tratta nel dettaglio?

Ebbene, devi sapere che non è un unico profilo professionale ad essere ricercato, ma tre.

Insomma, può capitare che i cittadini di Bologna che sono interessati a trovare un nuovo lavoro possano rientrare perfettamente nei requisiti richiesti. 

In poche parole, conoscere nel dettaglio il bando in questione potrebbe essere un’opportunità ghiotta per molti. 

Curioso di conoscere il bando che poterà all’assunzione di ben 470 nuove unità su Bologna? Allora andiamo a scoprirlo più nel dettaglio. 

Ebbene, devi sapere che la maggior parte delle richieste verterà su profili come quelli degli ingegneri, degli amministrativi e degli educatori scolastici.

Infatti, si prevede un piano di assunzioni dove saranno ricercate 38 unità di categoria B, 279 per la categoria C ed, infine, 133 unità per la categoria D. 

Invece, se ci soffermiamo più nel dettaglio sugli educatori scolastici, dobbiamo tenere a mente che entro il mese di settembre verrà assunto nuovo personale. 

Stando a quanto attualmente annunciato dal Comune di Bologna, si cercano 10 educatori da inserire nei nidi, 11 operatori per la prima infanzia, 9 insegnanti per le scuole elementari e 7 operatori per i servizi scolastici. 

Ma non è ancora finita! Infatti, il Comune di Bologna offre numerose possibilità nel campo della formazione. Infatti, già a gennaio era stato approvato il bando per l’assunzione di 14 dirigenti scolastici. 

Insomma, che dire? Per coloro che sono interessati a tali posizioni lavorative non resta altro da fare che consultare nel dettaglio il bando

Nuove assunzioni comunali anche a Roma! Ecco le ultime sulla Capitale!

Nuove opportunità lavorative a Roma? Beh, sicuramente la Capitale offre numerose possibilità a coloro che ci abitano o che intendono viverci. 

Ebbene, devi sapere che è stato firmato un accordo tra il Comune di Roma ed i principali sindacati, CISL e UIL, per la messa a punto di nuove assunzioni. 

Infatti, devi sapere che nell’ultimo periodo la Capitale ha assistito ad una preoccupante penuria di personale che dovrà essere colmata per mezzo di nuovi concorsi comunali. 

Ma di quali assunzioni si tratta?

Beh, è presto per identificare nel dettaglio in quanto l’accordo tra Comune e sindacati è stato raggiunto solo alla fine del mese di marzo e, pertanto, il bando vero e proprio non è stato ancora predisposto. 

Tuttavia, ci teniamo a sottolineare che le assunzioni terranno strettamente in considerazione le necessità emerse con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Dunque, in base alle prime indiscrezioni, sarà ricercato personale per assunzioni con contratto determinato.

Inoltre, una nota importante deve essere fatta per quanto riguarda le modalità di assunzione che verranno adottate nella Capitale. Infatti, il bando prevederà una procedura concorsuale veloce e snella, in modo da velocizzare quanto più possibile l’interno processo. 

1000 assunzioni a Napoli: ecco il bando comunale di questo Comune!

Eppure, le possibilità offerte da Bologna e Roma non sono le uniche che caratterizzeranno il lavoro nel 2022. 

Insomma, anche il Comune di Napoli ha lanciato un bando per l’assunzione di ben 1000 unità.

Attenzione però: queste assunzioni non si concretizzeranno tutte nel corso del 2022. 

Mi spiego meglio, direttore generale del Comune di Napoli, Pasquale Granata, ha chiaramente spiegato che le assunzioni nel suo Comune avranno l’obiettivo di reperire personale specializzato nei prossimi tre anni. 

Questo vuol dire che i bandi inizieranno ad essere aperti nel corso del 2022, ma le assunzioni potrebbero arrivare fino al 2024/ 2025. 

Ma quali sono le posizioni che vengono ricercate nel Comune di Napoli? Secondo quanto esposto da Granata, si cercheranno circa 55 dirigenti per coprire delle posizioni a tempo indeterminato e 945 profili medio alti. 

Attenzione: ancora non è stato specificato se i profili in questione dovranno essere o meno in possesso della laurea per accedere al concorso comunale. 

Assunzioni a Padova: il bando comunale per 130 assunzioni nel Comune!

Non abbiamo ancora fino di addentrarci nei bandi che sono stati messi a punto dai differenti Comuni italiani nel corso del 2022. 

Infatti, dobbiamo necessariamente citare anche quello predisposto dal Comune di Padova che ha messo a punto un nuovo bando oltre a quelli che già erano stati previsti. 

La necessità? Quella di assumere 130 figure su diversi profili professionali

Ebbene, anche in questo caso, come abbiamo detto nel bando previsto per il Comune di Bologna, le figure ricercate sono molteplici e, di conseguenza, può essere facile trovare l’offerta in linea con le proprie ambizioni. 

Ma quali sono queste figure? Possiamo fare qualche esempio, per far comprendere quanto sono varie. 

Insomma, nel Comune di Padova vengono ricercati sia educatori per asili nidi, sia assistenti sociali, come anche assistenti di biblioteca o ispettori di Polizia Locale. 

In poche parole, facciamo riferimento ad un range molto ampio di lavori per i quali si può applicare per mezzo del bando che deve essere messo a punto entro quest’anno. 

Perché partecipare ad un concorso pubblico o un concorso comunale?

Una delle domande che si sente più spesso riguarda il perché le persone dovrebbero partecipare ad un concorso pubblico o ad un concorso comunale. 

Infatti, in Italia vige il modo di pensare secondo il quale “solo i raccomandati vanno avanti”. Eppure, non sempre è così!

Infatti, fortunatamente, sono pochi i casi di cronaca che ci parlano del fatto che solo coloro che hanno delle conoscenze vincono i concorsi. Diciamo che ad oggi tali concorsi sono formulati in maniera differente rispetto al passato e, di conseguenza, ci sono molte più garanzie sulle prove. 

In che senso? Beh, prima di tutto devi sapere che i concorsi oggi si svolgono su supporti informatici e, di conseguenza, hai l’anonimato garantito. Infine, anche i sistemi di valutazione sono telematici e pertanto non si può barare. 

Inoltre, per mezzo di un concorso pubblico potrai metterti alla prova e dimostrare il tuo valore, magari trovando il lavoro dei tuoi sogni.

Eppure, se ti presenti ad un concorso pubblico senza essere in possesso della preparazione adeguata, farai comunque una sfida contro te stesso che incrementerà sicuramente la tua esperienza. 

Insomma, ci sono mille buone ragioni per partecipare ad un concorso pubblico e perché no, magari vincerlo!