Ancora pochi giorni ed il green pass sarà obbligatorio per accedere al posto di lavoro. Ma questo come si coniuga con la Legge 104 e le sue regole? Proviamo a dipanare qualche dubbio, anche alla luce del fatto che mancano ancora le linee guida principali sulle quali basare ed organizzare praticamente i controlli. Per il momento abbiamo una certezza: dal 15 ottobre 2021 tutti i dipendenti del pubblico e del privato - ma anche i lavoratori autonomi ed i liberi professionisti - dovranno essere in possesso del green pass per poter accedere al proprio posto di lavoro.

Quanti ne fossero sprovvisti saranno, in automatico, ritenuti come degli assenti ingiustificati. Non avranno diritto alla retribuzione mentre sono assenti. Entro il 15 ottobre 2021 i datori di lavoro saranno obbligati ad individuare le modalità operativa per effettuare le verifiche del green pass - anche a campione - e sarà necessario nominare i soggetti addetti ai controlli. Sostanzialmente queste sono le regole che sono state fissate attraverso il Decreto Legge n. 127 del 16 settembre 2021.

Legge 104: i lavoratori fragili saranno tutelati!

Uno dei nodi che ruota intorno all'obbligo dell'esibizione del green pass è legata ai lavoratori fragili, tra i quali rientrano quelli riconosciuti dalla Legge 104. Fino alla fine del 2021 avranno la possibilità di accedere allo smart working o, nel caso in cui questo non possa essere ottenuto, potranno usufruire di un periodo di assenza dal lavoro, che sarà equiparato al ricovero ospedaliero. Ma proviamo a vedere nel dettaglio cosa accadrà.

I lavoratori fragili, tra i quali rientrano anche quelli riconosciuti dala Legge 104, possono continuare ad usufruire delle tutele previste dall'articolo 26 del Decreto Cura Italia, che sono state introdotte nel corso del mese di marzo del 2020. Queste misure sono state prorogate di volta in volta e recentemente sono state confermate solo in parte. Ad intervenire questa volta sull'argomento è stato il testo della legge di conversione del DL 122/2021, soprannominato Decreto Green Pass, che per forza di cose si incrocia anche con le agevolazioni e le misure previste dalla Legge 104. Sostanzialmente viene prorogata fino al 31 dicembre 2021 l'equiparazione a ricovero ospedaliero del periodo di assenza dal lavoro per la persona che abbia:

  • il riconoscimento della Legge 104;
  • una certificazione che attesti una condizione di rischio che derivi da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita.

Sostanziale questo significa che i lavoratori fragili, che beneficiano della Legge 104, potranno avere accesso al lavoro agile o l'assenza potrà essere equiparata al ricovero - laddove non sia possibile lavorare in smart working -, che deve essere prescritto dal medico curante. Attenzione, però, questa regola vale per il lavoratore fragile che beneficia della Legge 104, non si fa menzione dei caregiver.

Arrivano i furbetti della Legge 104, che la sfruttano per non farsi il green pass. Racconto tutto in questo articolo: Al lavoro senza green pass, grazie alla Legge 104. Il trucco.

Legge 104 e non solo: e gli altri!

E i lavoratori che non sono considerati fragili? Queli che non possono usufruire delle agevolazioni relative alla Legge 104, come si devono comportare? Dal 15 ottobre 2021 le persone che si presenteranno al lavoro senza essere in possesso del green pass saranno considerati assenti ingiustificati. Purtroppo non riceveranno nemmeno lo stipendio. Sostanzialmente l'assenza, sia nel publbico che nel privato, dovrebbe protrarsi fino all'acquisizione del green pass, ma, comunuqe vada, non potrà andare oltre il 31 dicembre 2021, data nella quale dovrebbe terminare l'emergenza sanitaria. Fino alla fine dell'anno non sarà possibile sostituire il lavoratore. Le aziende con meno di 15 dipendenti potranno sostituire il lavoratore assente, ma per un massimo di venti giorni.

Il Decreto Legge 127/2021 impone ai datori di lavoro privati - entro il 15 ottobre 2021 - due diversi adempimenti:

  • definire le modalità operative con le quali effettuare le verifiche, anche a campione, prevedendo che queste siano effettuate al momento dell'accesso ai luoghi di lavoro;
  • individuare, con un atto formale, i soggetti incaricati degli eventuali accertamenti degli obblighi inerenti al green pass.

Legge 104, Draghi mette mano alle tutele sul lavoro. Spiego tutto in questo articolo: Legge 104: Draghi modifica le tutele sul lavoro. Cosa cambia.

Green pass: come avverranno i controlli!

Il premier Mario Draghi ha firmato il Dpcm con il quale ha chiarito come avverranno le i controlli sul green pass da venerdì 15 ottobre 2021. Questo importante provvedimento indica le modalità operative, che dovranno essere adottate all'interno delle imprese private e nella pubblica ammnistrazione. Palazzo Chigi ha quindi provveduto anche a pubblicare le risposte alle domande più frequenti su come fare i controlli.

I datori di lavoro dovranno individuare, con un atto formale, i soggetti che avranno il compito di accertare le violazioni agli obblighi. Nelle indicazioni, poi, si legge:

è opportuno utilizzare modalità di accertamento che non determinino ritardi o code all’ingresso. Nelle pubbliche amministrazioni l’accertamento, che dovrà avvenire su base giornaliera, prioritariamente nella fascia antimeridiana della giornata lavorativa, potrà essere generalizzato o a campione, purché in misura non inferiore al 20% del personale presente in servizio e con un criterio di rotazione che assicuri, nel tempo, il controllo su tutto il personale dipendente.

Nei chiarimenti che sono stati forniti ai datori di lavoro, viene anche spiegato che l'app VerificaC19 avrà delle funzionalità che permetteranno il controllo automatizzato del green pass ogni giorno. Queste verifiche saranno eseguite in questo modo:

Un altro punto su cui ha dovuto fare chiarezza Palazzo Chigi riguarda le persone che hanno diritto al green pass, ma che ne stanno ancora attendendo il rilascio. Per loro

sarà possibile avvalersi dei documenti rilasciati, in formato cartaceo o digitale, dalle strutture sanitarie pubbliche e private, dalle farmacie, dai laboratori di analisi, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta.

Green pass, multe e sanzioni sul posto di lavoro. Spiego tutto in questo articolo: Green pass, scattano multe e controlli sul lavoro!.