Naspi, da marzo 2024 cambia la procedura INPS per fare domanda della disoccupazione

Cosa cambia per la Naspi a partire da marzo 2024? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova procedura per fare domanda.

A seguito del recente messaggio numero 804 del 23 febbraio 2024, l’Istituto INPS ha annunciato una nuova modalità di invio della domanda per poter ricevere la Naspi.

A questo proposito, per tutti coloro che saranno interessati quest’anno dalla cessazione del lavoro, per motivi non legati alla propria volontà, l’accesso e la fruizione dell’indennità di disoccupazione Naspi è vincolato dal rispetto di una specifica procedura.

In questo articolo, quindi, vediamo cosa cambia a partire da marzo 2024 per la domanda della Naspi e quale sarà la procedura che dovrà essere rispettata al fine di poter ottenere l’indennità Naspi.

Novità Naspi: cosa cambia a marzo 2024

Sono in molti i lavoratori che si domandano cosa accadrà a partire dal giorno venerdì 1° marzo 2024 per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione della Naspi.

Infatti, con la pubblicazione del recente messaggio numero 804 in data 23 febbraio 2024, l’istituto INPS ha fornito tutti gli approfondimenti in merito alla nuova procedura di domanda di prestazioni di disoccupazione.

In tal senso, si rimanda a quanto già indicato all’interno del messaggio n. 2385 del 27 giugno 2023 dell’INPS, contenente le indicazioni sulla nuova procedura di invio della domanda per l’accesso alla Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI), implementata nell’ambito del progetto PNRR “Reingegnerizzazione della NASpI e DIS-COLL”.

È proprio tale modalità di domanda per la Naspi che diventerà l’unica modalità esclusiva accettata per poter presentare richiesta di indennità di disoccupazione della Naspi.

Infatti, nel corso degli mesi scorsi abbiamo assistito ad una progressiva estensione della nuova procedura per fare domanda della disoccupazione prima per la Naspi e successivamente anche per la DIS-COLL.

In data 27 dicembre 2023, dunque, l’INPS aveva comunicato attraverso il messaggio INPS numero 4670  l’introduzione di una vera e propria piattaforma interamente dedicata alle domande per l’indennità di disoccupazione, denominata ID 3.0.

Come cambia la domanda Naspi da marzo 2024

Va da sé che per non lasciarsi trovare impreparati con l’avvio della procedura esclusiva ID 3.0 per presentare domanda dell’indennità di disoccupazione Naspi è fondamentale conoscere al meglio la procedura prevista.

A questo proposito, l’INPS ha quindi reso note tutte le indicazioni da seguire per la compilazione della domanda mediante una sequenza di passaggi, sia lato cittadino che lato Istituti di Patronato.

Per quanto riguarda gli Istituti di Patronato il servizio sarà accessibile mediante il Portale Patronati accessibile direttamente dal sito ufficiale dell’INPS, a seguito dell’autenticazione con identità digitale.

Successivamente, per fare domanda della Naspi, per gli Istituti di Patronato, basterà seguire il seguente percorso: NASPI: “Servizi” > “Supporto al reddito” > “Disoccupazione” > “Lavoratori subordinati” > “NASPI”.

Leggi anche: Quando sono compatibili Naspi e Partita Iva: tra regole e limiti di reddito.

Come fare domanda per la Naspi da marzo 2024

Approfondiamo ora la nuova procedura per fare domanda della Naspi che dovrà essere seguita da parte dei cittadini in stato di disoccupazione a partire da marzo 2024.

Il servizio di presentazione delle istanze della Naspi è accessibile direttamente tramite il portale ufficiale dell’INPS al link www.inps.it. Sarà dunque necessario, come al solito, autenticarsi mediante le proprie credenziali personali di identità digitale.

Sono quindi accettate le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di Livello 2, CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o CIE 3.0 (Carta di Identità Elettronica).

Per quanto riguarda la nuova procedura per presentare domanda per la Naspi, da marzo 2024, i cittadini disoccupati potranno scegliere tra due modalità, a seconda del tipo di indennità di disoccupazione che intendono richiedere.

Se si tratta dell’indennità della Naspi, il percorso da seguire per fare domanda è il seguente:

“Sostegni, Sussidi e Indennità” > “Per disoccupati” > “NASpI: indennità mensile di disoccupazione” > “Utilizza il servizio” > “NASpI-Domanda” > “Utilizza il servizio”.

Se, invece, il cittadino è intenzionato a fare richiesta della DIS-COLL, in questo caso, la procedura prevede che dopo la sezione “Per disoccupati”, l’utente clicchi nell’area dedicata a “DIS-COLL: indennità mensile di disoccupazione”, successivamente “Utilizza il servizio” > “DIS-COLL-Domanda” ed infine “Utilizza il servizio”.

Leggi anche: Disoccupazione Naspi: quali sono i limiti d’età da rispettare? L’INPS chiarisce.

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate