Pagamenti INPS febbraio: pensioni, Social Card, Naspi, Rdc, Assegno Unico e bonus 150 euro

Pagamenti INPS febbraio, il calendario degli accrediti di: pensioni, Social Card, Naspi, Rdc, Assegno Unico e bonus 150 euro. Le date e le ultime novità.

pagamenti INPS febbraio 2023

In questo breve articolo andremo a scoprire quando arrivano i pagamenti INPS del mese di febbraio. Nello specifico, vedremo le date di accredito di pensioni, Social Card, Naspi, Rdc, Assegno Unico e bonus 150 euro.

Pagamenti INPS, le date di accredito delle pensioni di febbraio 2023

Poste Italiane ha comunicato ai cittadini che le pensioni del mese di febbraio 2023 saranno corrisposte a partire da mercoledì 1° febbraio, sia per gli accrediti presso PI, che per quelli relativi agli istituti di credito.

Dobbiamo anche evidenziare che i pagamenti INPS e Poste Italiane delle pensioni di febbraio 2023 verranno erogati in ordine alfabetico per evitare assembramenti presso gli uffici postali. In particolare, il calendario da tenere a mente è il seguente:

  • cognomi dalla A alla C – mercoledì 1° febbraio

  • cognomi dalla D alla K – giovedì 2 febbraio

  • cognomi dalla L alla P - venerdì 3 febbraio

  • cognomi dalla Q alla Z – sabato 4 febbraio solamente al mattino.

Ricordiamo, infine che il 1° febbraio 2023 verranno accreditati i trattamenti pensionistici per i titolari di Conto Banco Posta, PostePay Evolution o Libretto di risparmio.

Social Card

I pagamenti INPS della Social Card inizieranno ad arrivare nelle prime settimane del mese, come sempre. In realtà gli accrediti sarebbero dovuti arrivare nel mese di gennaio, ma INPS ha atteso gli aggiornamenti dell’ISEE delle famiglie, oltre che le nuove domande.

Il sostegno economico potrà essere richiesto da cittadini di età superiore ai 65anni o dai tutori legali di bambini con un’età minore di 3 anni. Riguardo all’ISEE 2023, i valori sono i seguenti:

  • per i tutori dei minori di anni 3, valore massimo dell’indicatore ISEE è pari a 7.640,18 euro

  • per chi ha tra i 65 e i 70 anni, invece, il valore massimo dell’indicatore ISEE è pari a 7.640,18 euro, con un importo complessivo dei redditi percepiti entro i 7.640,18 euro

  • infine, per gli over 70 l’ISEE massimo è di 7.640,18 euro un importo complessivo dei redditi percepiti entro i 10.186,91

Infine, per la Social Card ricordiamo che

  • gli accrediti rimangono bimestrali

  • la somma corrisposta ai cittadini è sempre la stessa: 80 euro, 40 per ciascun mese

  • il sostegno potrà essere utilizzato per pagare bollette, acquistare generi alimentari o farmaci.

I moduli per la compilazione della domanda potrete trovarli in questo link, premendo uno dei due riquadri “Maggiori di 65 anni” o “Minori di 3 anni”.

Pagamenti INPS della Naspi

Quando arriva la Naspi di febbraio 2023? Come di consueto, i pagamenti INPS della Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego partiranno nella seconda settimana del mese, dunque, da lunedì 6 febbraio in poi.

In realtà non ci sono date fisse per gli accrediti, poiché questi variano da persona a persona. Come fare allora a verificare quando arrivano i pagamenti INPS della misura? Semplice, potrete entrare nel vostro fascicolo previdenziale, seguendo il percorso:

INPS > Fascicolo Previdenziale > Prestazioni > Pagamenti

Ricordiamo che l’accesso ai servizi di My Inps è consentito unicamente con le identità digitali quali:

  • SPID

  • CIE

  • CNS

Reddito di Cittadinanza

Chi ha consegnato entro il 31 gennaio 2023 il proprio ISEE aggiornato e ha mantenuto tutti i requisiti necessari per percepire il Rdc potrà ricevere l’accredito nella data ordinaria: lunedì 27 febbraio 2023.

Coloro che, invece, attendono la prima ricarica di rinnovo, la prima ricarica in assoluto o gli arretrati della misura, riceveranno i pagamenti INPS di metà mese mercoledì 15 febbraio 2023.

Cosa accade al Rdc se non si consegna l’ISEE all’INPS entro il 31 gennaio? In questo caso l’istituto previdenziale congelerà il pagamento della prestazione finché non sarà consegnata la documentazione aggiornata, poi, una volta ricevuta l’attestazione dei redditi e una volta eseguiti i controlli, sbloccherà la misura dal mese successivo e corrisponderà anche gli arretrati.

Pagamenti INPS Assegno Unico

I pagamenti INPS dell’Assegno Unico verranno accreditati, come di consueto, durante tutto il mese di febbraio per chi attende l’AU su domanda, mentre arriveranno in due date distinte per i percettori di Rdc:

  • intorno al 15 del mese per chi attende gli arretrati (mese di dicembre e precedenti)

  • dopo il 27 del mese per chi attende la ricarica ordinaria (mese di gennaio 2023).

L’Assegno Unico e Universale 2023 partirà a pieno regime dal 1° marzo 2023 per le famiglie che devono inviare la domanda all’INPS, mentre per i percettori di Rdc dal 1° aprile 2023. Questo perché, mentre il pagamento dell’AU su domanda riguarda il mese stesso di competenza, quello dell’AU su Rdc riguarda il mese precedente.

Bonus 150 euro

Concludiamo la nostra guida sui pagamenti INPS ricordando che dal 1° febbraio saranno sbloccati gli accrediti del bonus 150 euro per:

  • percettori di indennità di disoccupazione, quali Naspi, Dis-coll e disoccupazione agricola

  • Co.co.co.

  • Lavoratori intermittenti, del settore dello spettacolo o stagionali

  • Dottorandi o assegnisti di ricerca

  • Lavoratori a tempo determinato

Sottolineiamo che queste categorie, ad esclusione dei percettori delle indennità di disoccupazione, dovranno presentare domanda all’INPS entro il 31 gennaio per ottenere il pagamento.

Leggi anche: Pensioni febbraio 2023, l'aumento slitta a marzo: che beffa. INPS in ritardo con i calcoli