Ripartono finalmente i pagamenti delle pensioni di febbraio 2022! A partire da gennaio 2022 le novità sono state tantissime: dalla proroga allo Stato d’emergenza, all’approvazione della nuova Legge di Bilancio che introduce una nuova misura pensionistica: stiamo parlando di Quota 102.

Attraverso Quota 102 i nuovi pensionati solamente per quest’anno saranno all’incirca 500.000. Quindi, saranno tantissimi i nuovi pensionati che potranno ritirare la pensione in anticipo.

A seguito della proroga dello Stato d’emergenza il governo ha potuto emanare provvedimenti d’urgenza per favorire una risposta rapida ai problemi del paese.

E anche in questo caso, come accadde per i pagamenti delle pensioni di gennaio, anche i pagamenti delle pensioni di febbraio potranno essere erogati anticipatamente. 

Ovviamente, come ogni mese, i cittadini sono tenuti a rispettare le misure di sicurezza, come il distanziamento sociale e la mascherina Ffp2, in virtù della normativa emanata a dicembre che introduce oltre all’obbligo vaccinale anche l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2.

Ecco un video di Pensioni & Aggiornamenti con tutte le novità:

Per riuscire a ritirare il pagamento in sicurezza è possibile prenotare il proprio numero e l’ora di ritiro. In questo modo sarete in perfetto orario e potrete saltare la coda ed evitare assembramenti.

Ad ogni modo, sarà possibile comunque ritirare la propria pensione seguendo l’ordine alfabetico di ritiro previsto da Poste Italiane per riuscire a smaltire gli assembramenti. 

La comunicazione ufficiale in merito all’erogazione e al ritiro delle pensioni non è stata ancora pubblicata. Tuttavia, l’ordinanza rilasciata dalla Protezione civile dovrebbe essere resa nota a tutti tra qualche giorno per permettere a tutti di prepararsi tempestivamente. 

Se dovessimo, però, seguire le ordinanze precedenti potremmo logicamente intuire che la prossima data di ritiro della pensione di febbraio potrebbe essere giorno 27 gennaio 2022 per poi terminare il 31 gennaio 2022.

Ricordiamo ancora che ad ogni data sarà assegnato un ordine alfabetico da seguire scrupolosamente al fine di evitare code e assembramenti. Ma vediamo di vedere come e quando potranno essere erogate le pensioni di febbraio 2022.

Pensioni di febbraio 2022: Poste italiane stabilisce il pagamento anticipato

Come è successo anche per la pensione di gennaio 2022, anche i pagamenti di febbraio potrebbero essere erogati anticipatamente, in virtù della proroga dello stato d’emergenza.

E come abbiamo detto, i pagamenti seguiranno un ordine alfabetico per consentire a tutti i pensionati il ritiro della propria pensione in tutta sicurezza, evitando code e assembramenti.

Proprio con la proroga dello stato d’emergenza è arrivata anche la comunicazione in merito all’erogazione delle pensioni per tutti il periodo che va da gennaio a marzo 2022.

Secondo il decreto-legge numero 221 del 24 dicembre del 2021, dice che

“In considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19, lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 è ulteriormente prorogato fino al 31 marzo 2022.”

Questa stessa disposizione ci fornisce la sicurezza che tutte le pensioni di gennaio, febbraio e marzo verranno erogate secondo le modalità stabilite e appena descritte.

Ma vediamo insieme quali saranno le date di ritiro della pensione alle Poste.

Ricordiamo che chi ha attivato l’accredito direttamente sul proprio conto corrente non sarà costretto a recarsi alle poste per il ritiro della propria pensione, poiché l’accredito sul conto avviene in maniera automatica.

Per i suddetti, ricordiamo che i pagamenti verranno effettuati a partire dal 1° febbraio 2022.

Pensioni febbraio 2022: quando bisognerà ritirarle alle Poste italiane?

Il ritiro delle pensioni alle poste segue un iter particolare, stabilito dall’inizio della pandemia, e che viene stabilito da un’ordinanza che viene ogni volta pubblicata dalla Protezione civile.

Questa modalità assicura più celerità e sicurezza.

Ma vediamo di capire quale dovrebbe essere l’ordine alfabetico da seguire per un corretto ritiro della pensione di febbraio presso Poste italiane.

Ovviamente, in mancanza di una comunicazione ufficiale da parte dell’INPS o di Poste Italiane, comunicheremo le date di ritiro della pensione di febbraio basandoci alle comunicazioni precedenti.

Dunque, possiamo desumere che sarà possibile recarvi alle Poste per il ritiro della pensione a partire dal 25 gennaio 2022 fino al 31 gennaio 2022, rispettando il seguente ordine:

  • a partire dal 25 gennaio 2022 il ritiro della pensione sarà permesso dalla lettera A alla lettera B;
  • dal 26 gennaio 2022 il ritiro della pensione sarà permesso dalla lettera C alla D;
  • dal 27 gennaio 2022 il ritiro della pensione sarà permesso dalla lettera E alla K;
  • dal 28 gennaio 2022 il ritiro della pensione sarà permesso dalla lettera L alla O;
  • dal 29 gennaio 2022 (ma solo in mattinata) il ritiro della pensione sarà permesso dalla lettera P alla R;
  • infine, il 31 gennaio 2022 il ritiro della pensione sarà consentito dalla lettera S alla Z.

Sarà necessario rispettare non solo il seguente iter di ritiro della pensione, ma sarà altresì necessario rispettare tutte le regole vigenti in merito a possesso di Green pass base, green pass rafforzato e obbligo vaccinale.

Ricordiamo, inoltre, di rispettare le misure di prevenzione, come la distanza interpersonale di 1 metro e l’uso della mascherina Ffp2. 

Pensioni febbraio 2022: il ritiro mediante delega ai Carabinieri

Per i soggetti che si trovano non in grado di spostarsi da casa, in mancanza di altri soggetti in grado di recarsi alle poste per il ritiro della pensione dei loro cari, è attiva la possibilità di inviare una delega direttamente ai Carabinieri.

Questi, proprio in virtù di una collaborazione attiva con Poste Italiane ed in virtù della delega, saranno autorizzati al ritiro della pensione del soggetto delegante.

Ovviamente, si tratta di un servizio totalmente gratuito che tutti i cittadini potranno richiedere, anche stranieri residenti in Italia ed aventi più di 75 anni d’età.







Il servizio avrebbe un duplice scopo, ovvero difendere le categorie più fragili da una possibile esposizione al virus Covid 19 ed evitare qualsiasi forma di assembramento, oltre che borseggi o truffe.

Ricordiamo che chiunque fosse interessato alla domiciliazione mediante delega alle Arma dei carabinieri dovrà semplicemente telefonare al numero verde di Poste Italiante, ovvero il numero 800.55.66.70.

In questo modo saranno gli stessi a fornire tutte le indicazioni e ad inviare tutte le informazioni, relative ad indiritto e identità del soggetto, alla stazione dei Carabinieri più vicina alla propria abitazione.

Come dice, inoltre, Investire oggi,  

La delega ai Carabinieri, per la pensione è gratuita ed è da farsi chiamando al numero verde di Poste Italiane 800 55 66 70 oppure chiamando la stazione del Carabinieri più vicina per chiedere informazioni e concordare le modalità. Ai Carabinieri è necessario che sia, comunque, rilasciata una delega scritta (anche in carta semplice) cui allegare il documento di riconoscimento in corso di validità del pensionato stesso.

Non dovrete far altro che seguire questi semplici step per avere direttamente a casa vostra la pensione.