Si avvicina la data in cui verranno pagate le pensioni per quanto riguarda il mese di aprile.

A 10 giorni dalla fine mese l'INPS non ancora rompe gli indugi riguardo il calendario con le date in cui sarà possibile presentarsi presso gli uffici di Poste Italiane per il ritiro dell'assegno.

L'indicazione principale che porta a pensare che nel mese di aprile i pagamenti continuino ad avvenire in modalità anticipata è dato dal fatto che recentemente il Governo ha prolungato lo stato di emergenza fino a dicembre 2022. 

Da considerare i motivi del prolungano non dovuti alla pandemia dalla quale sembra che il paese sia ormai uscito del tutto, ma dalla guerra in Ucraini.

Aprile potrebbe essere l'ultimo mese nel quale le pensioni vengano erogate dall'INPS anticipatamente, infatti nonostante un nuovo aumento dei contagi da Covid-19 fatto registrare negli ultimi 10 giorni il paese sembra essere ormai fuori dall'emergenza con il Governo che ha definitivamente tracciato la strada per un allentamento definitivo delle restrizioni che prevede anche l'abolizione del Green pass per diverse situazioni a partire già dal 1 Aprile.

La comunicazione delle date di pagamento delle pensioni dovrebbe comunque avvenire nelle prossime ore, dall'INPS o dalla Protezione Civile.

Pagamento pensioni aprile 2022: ci sarà l’anticipo INPS con la proroga dello Stato di Emergenza?

A poche ore orami dalla comunicazione da parte dell'INPS per quanto riguarda il destino dei pagamenti per quanto riguarda le pensioni di Aprile e prima di ipotizzare probabili date facciamo il punto sul nuovo stato di emergenza indetto dal Governo e che durerà fino al 31 dicembre 2022.

La precisazione è fondamentale poichè molti sono i pensionati convinti che questo porterà al pagamento delle pensioni anticipate per tutto il 2022, ma vedremo che non sarà così.

Aprile probabilmente sarà l'ultimo mese in cui le pensioni verranno erogate in forma anticipata, perchè?

Questa misura instituita dalla Protezione civile come misura anti contagio, per evitare assembramenti presso gli uffici postali era comunque legata allo stato di emergenza in scadenza il 31 marzo 2022, di cui nessuno si sarebbe aspettato una proroga.

Prolungato più volte a causa delle emergenze legate ai picchi di contagio ed all'alto numero di decessi ed ospedalizzazioni che ha caratterizzato gli ultimi due anni, ad oggi grazie alla netta decrescita del numero dei casi, una popolazione vaccinata per oltre l'80%, lo stato di emergenza si stava avviando alla sua scadenza naturale.

La proroga infatti non è arrivata, ma è di circa 10 giorni fa la notizia di un nuovo Stato di Emergenza approvato con decorrenza immediata, questo ha un po' disorientato parte della popolazione.

Il nuovo Stato di emergenza in scadenza il 31 dicembre 2022 è stata autorizzato non per quanto riguarda l’andamento dei contagi da Covid-19, ma a causa dei disagi sorti a causa della guerra Ucraina-Russia.

 I dubbi comunque rimangono, le motivazioni sono diverse, ma sempre di uno stato di emergenza si tratta e visto che in merito a questo non ancora arrivano comunicazioni ufficiali da parte dell'INPS è giusto che qualche dubbio continui a persistere.

Per il momento c'è attesa ed incertezza rispetto alla comunicazione che dovrebbe arrivare nelle prossime ore da parte dell'INPS.

Due le possibilità per i pagamenti delle pensioni di aprile:

  • tornare a presentarsi liberamente dal 1 del mese presso gli uffici postali di competenza per il ritiro dell'assegno;
  • aspettare il calendario con le date di presentazione dell'INPS, in questo caso la pensione verrebbe pagata in anticipo, nel mese di marzo. 

Pensioni aprile 2022 in anticipo: ipotizziamo un probabile calendario

Il calendario chiaramente sarà rivolto a tutti quei pensionati che ritirano il proprio assegno in contanti.

Il servizio riguardo l'erogazione delle pensioni in anticipo da parte dell'INPS e composto da:

  • una parte di pensionati, quelli che hanno deciso il ritiro dell'assegno in contanti.

In questo caso si dovrà attendere la pubblicazione di un calendario di convocazione redatto secondo l'iniziale del cognome del beneficiario.

  • e dalla restante parte di pensionati che hanno deciso  di farsi accreditare gli importi spettanti sul proprio conto corrente.

Attenzione, le date potranno cambiare da paese a pese o città a città in rapporto al numero di soggetti che hanno diritto al pagamento delle pensioni INPS.

Questa misura nata con finalità anti covid-19, evitando assembramenti nel caso di riconferma potrebbe di fatto esserlo per l'ultima volta.

Il paese è infatti ormai fuori dall'emergenza sanitaria, il Governo si accinge a allentare definitivamente le varie restrizioni in piedi intorno ad un green pass che decadrà in molti casi a partire dal 1 di aprile 2022. 

Tutto porta quindi all'ultimo mese quello di Marzo, in cui il Governo potrà decidere di approvare il pagamento anticipato delle pensioni di aprile.

Nel caso in cui ciò invece non dovesse accadere si tornerebbe a poter riscuotere la pensione a partire dal primo giorno bancabile del mese per tutti.

Di seguito un ipotesi di calendario, con le date di convocazione in base all'iniziale del proprio cognome che l'Inps potrebbe pubblicare nei prossimi giorni nel caso venisse confermata la volontà di pagare le pensioni di aprile nel mese di marzo:

  •  i cognomi con le iniziali da A a B verranno convocati venerdì 25 marzo;
  •  i cognomi con le iniziali da C a D verranno convocati martedì 29 marzo;
  • i cognomi con le iniziali da E a K verranno convocati lunedì 28 marzo;
  •  i cognomi con le iniziali da L a O verranno convocati martedì 29 marzo;
  •  i cognomi con le iniziali da P a R verranno convocati mercoledì 30 marzo;
  • i cognomi con le iniziali da S a Z verranno convocati giovedì 31 marzo.

I pagamenti potrebbero anche partire il 24 marzo. 

Per chi ha preferito al ritiro in contanti  la formula di pagamento bonifico bancario, riceverà i propri soldi il primo giorno bancabile del mese di aprile che è venerdì 1.

Pensioni aprile 2022: Green Pass obbligatorio per accedere nell'ufficio postale

Fino al 31 marzo tutte le norme in vigore per l'uso del Green pass rimangono valide.

Ragion per cui ci si dovrà recare presso il proprio ufficio postale di competenza muniti della certificazione verde secondo quanto stabilito dal Decreto Legge n. 1 del 7 gennaio 2022.

Gran parte di queste regole cambieranno a partire dal 1 aprile 2022.

Con in contagi in netta decrescita, ed un paese fuori dall'emergenza sanitaria, marzo potrebbe essere l'ultimo mese in cui i pensionati riceveranno il proprio assegno in modo anticipato.

Pagamento pensioni aprile 2022 a casa

La misura in vigore che prevede il pagamento delle pensioni anticipate secondo un calendario di convocazione pubblicato dall'INPS ha al suo interno un altro punto.

Per gli over 75 infatti fino al mese scorso e probabilmente anche per il mese di marzo è possibile fare domanda per farsi consegnare la propria pensione direttamente presso il proprio domicilio.

Per accedere a tale misura si dovrà fare richiesta tramite una domanda che informerà Poste Italiane, successivamente saranno 

Vedremo se questa misura verrà separata dall' emendamento principale e continuerà ad essere disponibile nei messi successivi o se cesserà con esso.

Sempra a partire dal 1 giorno bancabile di aprile per coloro che ricevono la pensione tramite accredito, potranno ritirare in uno dei 7.000 sposrtelli postali la propria pensione attraverso le varie carte ci credito, come Postpay Evolution o il classico Postamat.