Aumenti in arrivo per il mese di agosto 2021! Questo mese scatta infatti un aumento dell’importo delle pensioni la cui erogazione avverrà in questi giorni. Inoltre, a causa dell’emergenza coronavirus, le emissioni delle pensioni avverrà con un certo anticipo nei pagamenti che verranno ritirati dai pensionati nei relativi uffici postali. 

Già a partire da oggi (27 luglio 2021) sono infatti partite le prime emissioni per le pensioni di agosto 2021. 

Questi pagamenti anticipati riguarderanno non solo le pensioni, ma anche gli assegni e le indennità di accompagnamento per gli invalidi civili. Così come era già avvenuto per i mesi di giugno e luglio. Nel testo dell’Ordinanza numero 778 del 18 maggio 2021 si legge che:

«Il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di competenza del mese di agosto 2021, è anticipato dal 27 luglio al 31 luglio 2021»

Calendario pensioni anticipate di agosto 2021

Questo mese c’è un’altra novità per l’erogazione delle pensioni di agosto. Se finora erano state erogate nella settimana compresa tra il 25 giugno ed il 1° luglio, per il mese di giugno. Nel mese di agosto 2021 i pagamenti saranno erogati dalla giornata di oggi (27 luglio) ed il 31 agosto 2021, che cadrà di sabato.

Per il ritiro delle pensioni in contanti presso gli uffici postali la modalità rimane invariata. Si procede sulla base di un calendario organizzato in ordine alfabetico in base all’iniziale del cognome

Ai cognomi dalla A alla C le pensioni verranno erogate il 27 luglio; dalla D alla G mercoledì 28 luglio, dalla H alla M giovedì 29 luglio; dalla N alla R venerdì 30 luglio ed infine dalla S alla Z sabato 31 luglio

L’INPS può sempre procedere ad alcuni cambiamenti dell’ultimo minuto, come spesso è successo finora, ma il calendario delle pensioni dovrebbe rimanere più o meno disposto in quel modo. Qualora ci dovessero essere delle problematiche, visto che il calendario non è ancora stato ufficializzato dall’INPS, si potrebbe disporre l’erogazione delle pensioni su 6 giornate invece che 5. In una prospettiva di evitare il più possibile l’aggregazione di persone nello stesso luogo, specialmente di anziani. 

Cedolino pensioni: come verificare se si ha diritto all’aumento

L’aumento delle pensioni di agosto non è per tutti! Infatti, solo alcuni pensioni ne avranno diritto, per altri invece l’importo delle pensioni può anche essere inferiore rispetto al solito. Il primo riferimento da prendere in considerazione è quello che riguarda il rimborso del 730 nel 2021 per l’anno solare 2020. Il rimborso è dovuto, sul cedolino del mese di agosto 2021, solo se per il pensionato si sia concretizzato un importo a credito.

Non tutti quindi lo riceveranno, dipende anche dal momento in cui è stata fatta la dichiarazione! Ma l’aumento delle pensioni in quel caso potrebbe arrivare nei prossimi mesi.

Il secondo riferimento è dovuto alla quattordicesima, dal 1° luglio 2021 ed il 30 agosto 2021 tutti coloro che avranno compiuto 65 anni, riceveranno il bonus quattordicesima nel mese di dicembre. La mensilità di agosto risulta quindi importantissimo come spartiacque per ricevere questa mensilità aggiuntiva. 

Per chi aumenta l’importo delle pensioni?

Come abbiamo detto il riferimento è il rimborso 730 del 2021. Ma già dall’anno precedente si è potuto vedere come il rimborso (qualora il pensionato sia a credito) del 730 nelle pensioni, come per gli stipendi, non ha un data fissa

Molto dipende infatti dalla data di presentazione della dichiarazione dei redditi. Coloro che riceveranno l’accredito nelle pensioni di agosto 2021, sono tutti coloro che hanno provveduto ad inviare la dichiarazione dei redditi entro e non oltre il 31 giugno 2021. 

Facciamo chiarezza sull’erogazione delle pensioni di agosto!

Quando arriva? Questa è la domanda che molti i pensionati si stanno ponendo in questi giorni. Per inquadrare la data corretta del conguaglio Irpef per il 730, a debito o a credito in base alla singola situazione personale, è necessario accedere al cedolino pensioni attraverso l’area riservata sul sito dell’INPS. 

Alcune pensioni all’interno del cedolino pensioni di agosto l’importo potrà:

Subire un rimborso grazie al credito accumulato nella dichiarazione 730

Subire una diminuzione con una trattenuta, qualora il conguaglio in sede di dichiarazione sia a debito. 

L’INPS ha prontamente comunicato che la rateazione degli importi, se a debito, dovrà concludersi entro il mese di novembre. 

Questo è quindi il motivo reale grazie al quale molti contribuenti si troveranno a ricevere una pensione più consistente nel mese di agosto: aver scelto l’INPS come sostituto d’imposta per i rimborsi del Modello 730. 

Pensioni: l’INPS fa una precisazione

Attraverso l’emissione di una nota l’INPS ha tenuto a dichiarare come le pensioni siano collegate al reddito, tutti coloro che 

“nonostante i solleciti, non abbiano ancora fornito i dati reddituali relativi al 2017 e al 2018, ad agosto e settembre verrà applicata una trattenuta di circa 14 euro, per le pensioni integrate al minimo, o, per quelle di importo superiore, pari al 10% della pensione.”

La data ultima per l’invio della dichiarazione dei redditi è stata fissata dall’INPS per il 15 settembre 2021. 

Come si controlla l’importo delle pensioni 2021? Ecco come fare

Qualora il cedolino delle pensioni 2021 sia già online, è molto facile controllare se si ha ricevuto un aumento o meno dell’importo. 

Ma come fare nel pratico per accedere all’area riservata presente sul sito INPS ed interamente dedicata al cedolino delle pensioni?

Ecco alcuni semplici step da seguire:

accedere all’area riservata tramite SPID, PIN, CSN o CIE (informazione di servizio: dal 1° ottobre 2020 INPS non ha più rilasciato nuovi PIN)

Cercare, tramite l’apposito tasto “cerca”: cedolino pensione

A questo punto, dopo essere entrati dell’area del cedolino delle pensioni basterà cliccare su “verifica pagamenti”.

Selezionare ora il mese di agosto 2021 dal menù che vi uscirà e da lì sarà possibile controllare il cedolino.

Allo stesso modo potrete controllare i cedolini dei mesi precedenti semplicemente cliccando sul mese di interesse. 

Pensioni a domicilio: come fare per riceverla.

Il servizio che permette ai pensionati di ricevere le pensioni a domicilio rimane attivo per tutto il mese di agosto. Per aderirvi i pensionati interessati devono avere almeno 75 anni compiuti. Le pensioni vengono consegnate direttamente a casa grazie all’Arma dei Carabinieri. 

Questo servizio sarà attivo fino alla fine dello stato di emergenza (fino a pochi giorni fa fissato al 31 luglio 2021 e ora spostato al 31 dicembre 2021). Il servizio vuole aiutare tutte quelle persone anziane che non hanno la possibilità di ritirare la pensione di persona. L'iniziativa è stata promossa grazie ad una convezione tra Poste Italiani e l’Arma dei Carabinieri, e ha anche lo scopo di ridurre il tipico affollamento presente negli uffici postali nei giorni del ritiro delle pensioni in contanti.

Il problema del ritiro pensioni postale non si pone invece per tutti coloro che sono titoli di un Conto BancoPosta, di un libretto dei risparmi o di Postepay Evolution. Questi contribuenti vedranno l’accredito diretto della pensione senza doverla quindi ritirare in contanti.  

Le pensioni sul conto corrente

Per evitare ulteriormente un’aggregazione di persone in uno stesso luogo, è possibile ricevere l’accredito delle pensioni direttamente sul proprio conto corrente il primo giorno bancabile del mese, senza la necessità di recarsi di persona presso gli uffici postali. 

Per questa modalità di emissione delle pensioni è necessario prendere in considerazione un conto corrente online. Al momento sul mercato sono presenti tantissime valide alternative che possono essere aperte direttamente da casa senza la necessità di recarsi in filiale.

Aumento delle pensioni fino a 1000 euro!

Nelle ultime settimane sul web sta circolando una notizia riguardante una vera e propria rivoluzione per tutti coloro che percepiscono mensilmente la pensione. La prima menzione è avvenuta in Parlamento, e risale a prima dello scoppio della pandemia. L’emergere del covid e la successiva emergenza sanitaria aveva però interrotto ogni possibile sviluppo, viste le numerose questioni emergenti.

In queste settimane pare che la situazione potrebbe scongelarsi e quello che finora era stata un’ipotesi, potrebbe diventare realtà. Infatti, dal 1° gennaio 2022 gli importi delle pensioni ricevute mensilmente potrebbe aumentare notevolmente. Nulla però è ancora stato reso ufficiale. La legge prevede che dal prossimo anno ci sia un aumento delle pensioni. Ma come spesso capita, potrebbero esserci varianti dell’ultimo minuto che impedirebbero la realizzazione di questo aumento. 

Sempre a caratteri teorici, per il prossimo anno si è parlato di una rivalutazione degli assegni. Ovvero un meccanismo secondo cui gli assegni provvidenziali sarebbero rivalutati sulla base dell’inflazione. Per farla semplice in pratica tutti i soldi erogati mensilmente dall’INPS andrebbero ad adeguarsi al costo della vita.

Pensioni: scatta il cosiddetto bonus Draghi

La Riforma Draghi, o il bonus Draghi, è una legge delega con il compito di avviare un nuovo percorso per la modifica del sistema fiscale vigente. Principalmente consisterà in una riduzione delle tasse al ceto medio basso, nelle quali rientreranno anche le pensioni.

La bozza è stata stilata da Luigi Marattin e Luciano D’Alfonso e al suo interno contiene una vera e propria rivoluzione! Una riforma Iperf con lo scopo principale di abbattere l’aliquota del terzo scaglione, andando in questo modo a modificare quelle aliquote che pesano maggiormente sul reddito aggiuntivo. 

Quando si parla di terzo scaglione si fa riferimento a quei redditi annuali compresi tra i 28 mila euro ed i 55 mila euro, con un’aliquota che in genere varia tra il 27% ed il 38%

Le novità relative alle pensioni di agosto 2021

Per capire al meglio in che modo alcune pensioni riceveranno un aumento nel cedolino di agosto, è consigliato prendere visione del video esplicativo di Mr LUL lepaghediale che in pochi minuti descrive la situazione attuale e spiega le semplici motivazioni grazie alle quali nel mese di agosto, alcuni pensionati, potranno ricevere un aumento nel proprio cedolino.