Pensioni, quattordicesima in arrivo col cedolino di luglio 2023: ecco chi ne ha diritto

Pensioni, la quattordicesima sta per arrivare. Gli aventi diritto la riceveranno col trattamento di luglio 2023. Tuttavia, non spetta a tutti: ecco chi ne ha diritto.

pensioni quattordicesima chi ne ha diritto

Pensioni, la quattordicesima sta per arrivare. Gli aventi diritto la riceveranno col prossimo trattamento, quello del mese di luglio 2023. Tuttavia, non spetta a tutti: ecco chi ne ha diritto.

Conosciuta anche con altri nomi, quali gratifica estiva, ma anche bonus pensioni, la quattordicesima sulle pensioni è ormai in arrivo.

In ogni caso, questo trattamento aggiuntivo che verrà erogato in occasione del periodo estivo sulla pensione di molti titolari, non spetta a tutti. Ci sono, infatti, moltissimi pensionati che vengono automaticamente esclusi dalla sua percezione.

Oggi scopriremo insieme chi ha diritto alla quattordicesima sulle pensioni, scoprendo inoltre quali sono i pensionati che non ne potranno fruire.

Cos’è la quattordicesima: come funziona la gratifica estiva

Prima di scoprire di più sulla quattordicesima sulle pensioni e chi ne ha diritto, è bene definire questo trattamento aggiuntivo.

Introdotta ufficialmente nel 2017, si tratta, in sostanza, di un importo aggiuntivo che viene erogato direttamente in aggiunta all’importo pensionistico relativo alla mensilità di luglio di ogni anno.

La sua erogazione viene gestita dallo Stato che se ne fa carico: anche se fa parte delle cosiddette prestazioni previdenziali, in realtà dipende dal reddito e dalle caratteristiche del pensionato.

Ricordiamo, poi, che la quattordicesima sulle pensioni non fa reddito e non è soggetta a tassazione.

Potranno avere la gratifica estiva tutti i pensionati che rispetteranno determinati requisiti, sia anagrafici che di tipo reddituale. Questo perché si tratta di una prestazione che viene erogata dallo Stato per tutelare i pensionati con reddito basso o comunque non elevato, che rientra dunque tra i cosiddetti “redditi medi”.

Ogni anno, in base al meccanismo della perequazione, potrebbe cambiare il limite reddituale previsti per ricevere la quattordicesima. La somma erogata, invece, non è variabile.

Pensioni, quattordicesima in arrivo col cedolino di luglio 2023: ecco chi ne ha diritto

Una volta chiarito il funzionamento della quattordicesima sulle pensioni, cerchiamo di capire chi ne ha diritto. Abbiamo già anticipato che non tutti i pensionati potranno averla e che la sua erogazione dipende dal possesso di alcuni requisiti, sia anagrafici che reddituali.

Innanzitutto, per quanto riguarda il requisito anagrafico, ha diritto alla quattordicesima sulle pensioni chi ha compiuto almeno 64 anni.

Inoltre, è previsto un requisito reddituale, che varia ogni anno e che tiene conto di ogni reddito percepito (anche se esente IRPEF). Non vengono considerati, invece la casa dove il pensionato è domiciliato, eventuali TFR e pensioni di guerra, l’indennità di accompagnamento.

Inoltre, viene considerato solamente il reddito personale del singolo pensionato, non quello dell’eventuale coniuge.

Per quanto riguarda la quattordicesima sulle pensioni di luglio 2023, mediante il Messaggio INPS n. 2178 l’Istituto ha chiarito il limite previsto per l’anno corrente. Ha diritto alla quattordicesima sulle pensioni ogni pensionato con almeno 64 anni di età e un trattamento mensile di circa 1.130 euro.

La possibilità di percepire la quattordicesima sulle pensioni varia ogni anno in quanto possono riceverla i pensionati a partire dal sessantaquattresimo anno di età solo nel caso in cui la pensione mensile sia pari a due volte la pensione minima, non di più.

Dato che, nel 2023, il trattamento minimo è pari a 563,74 euro, si ha diritto alla quattordicesima solo se il trattamento pensioni mensile non supera i 1.127,48 euro.

Quattordicesima sulle pensioni: chi non ne ha diritto

Ora che conosciamo ogni dettaglio sulle pensioni con quattordicesima e chi ne ha diritto, almeno a livello teorico, cerchiamo di capire chi sono coloro che verranno esclusi dalla gratifica estiva.

Quel che non abbiamo ancora detto è che la possibilità di percepire la quattordicesima dipende anche dalla tipologia di pensione percepita.

Possono ottenerla soltanto coloro che percepiscono pensioni INPS, che siano però di vecchiaia o di anzianità.

Tra coloro che non hanno diritto alla quattordicesima sulla pensione troviamo invece:

  • titolari di anticipo pensionistico (APE sociale);

  • isopensione;

  • percettori di invalidità civile e di assegni sociali;

  • pensionati a carico delle relative casse professionali.

In questo ultimo caso non rientrano però i pensionati INPGI, ossia gli iscritti alla cassa di previdenza dei giornalisti. Infatti, a partire dallo scorso anno e conseguentemente all’assorbimento dell’INPGI da parte dell’INPS, gli ex giornalisti ormai in pensione possono ricevere la gratifica estiva.

Leggi anche: Pensione, maxi assegno in arrivo ma solo per questi pensionati: ecco chi ne avrà diritto