Nel corso dell’anno 2022, ai lavoratori viene riconosciuta la possibilità di accedere all’assegno della pensione qualora questi abbiano raggiunto un’età minima di 64 anni con una vita contributiva di 38 anni. 

Si tratta della formula di pensione anticipata della Quota 102: ma quali sono effettivamente tutti i requisiti obbligatori a cui è necessario rispondere per poter beneficiare della Quota 102? E soprattutto, quali sono le modalità che dovranno essere seguite ai fini di presentazione della domanda per la pensione Quota 102? 

Infatti, così come avviene per l’accesso a tante altre tipologie di pensione gestite dall’INPS e per altre categorie di benefici e di misure economico, affinché si possa ricevere a tutti gli effetti alla pensione con la Quota 102, occorre sempre tenere presente tutti i requisiti obbligatori e le condizioni di accesso al trattamento previdenziale.

Dunque, all’interno del seguente articolo, andremo ad illustrare tutte le caratteristiche principali che contraddistinguono la pensione attraverso la formula della Quota 102, ponendo l’attenzione in merito a tutti i requisiti di accesso, alle modalità di richiesta della pensione e alla cumulabilità di questa tipologia di assegno previdenziale con altri sostegni economici.

Tutto quello che devi sapere sulla Pensione Quota 102 nel 2022

Come molti sanno, la pensione Quota 102 rappresenta una tipologia di accesso previdenziale che è stata riconosciuta da parte della squadra dell’esecutivo a seguito della fine del periodo di sperimentazione della famosa e super richiesta Quota 100. 

Dunque, è proprio la Legge di Bilancio relativa all’anno attualmente in corso del 2022, in particolare l’articolo 1, comma 87 della legge numero 234 del 30 dicembre, che ha avviato l’introduzione a livello normativo e giuridico della pensione Quota 102.

In questo contesto, oggi la Pensione Quota 102 si configura come uno strumento accessibile da parte di un’ampia platea di cittadini italiani che desiderano poter smettere di lavorare prima, anche senza aver conseguito tutti quei requisiti che attualmente sono fissati per poter beneficiare della tradizionale pensione di vecchiaia.

I requisiti d’accesso alla Pensione Quota 102: come cambia la Quota 100

Così come la precedente formula della Quota 100, anche nel caso specifico della Pensione Quota 102, questa consiste in una tipologia di accesso alla pensione completamente anticipato, attraverso un meccanismo di deroga dei requisiti previsti per la pensione anticipata ordinaria predisposta dalla Legge Fornero.

A questo proposito, la pensione attraverso la Quota 102 viene erogata anche verso quei cittadini che rispondono a requisiti di tipo contributivo più leggeri, ovvero che equivalgono ad una vita lavorativa di 38 anni di contributi, unitamente al raggiungimento del requisito anagrafico fissato a 64 anni di età.

Si ricorda, dunque, che è proprio la condizione legata all’età anagrafica del cittadino potenzialmente beneficiario della pensione anticipata attraverso la Pensione Quota 102 che cambia rispetto a quanto era previsto lo scorso anno con la Quota 100.

Quest’ultima, infatti, aveva concesso l'accesso alla pensione verso quei cittadini che entro la data del 31 dicembre 2021 avevano maturato un’età anagrafica di 62 anni.

Allo stesso tempo, occorre precisare che la formula di pensione Quota 102 potrà essere richiesta esclusivamente da parte di quei cittadini che risultano essere iscritti presso l’Assicurazione generale obbligatoria oppure da eventuali forme esclusive e sostitutive dell’AGO così come anche da parte dei soggetti iscritti alla cosiddetta gestione Separata INPS.

Non potranno invece presentare la richiesta per accedere alla pensione Quota 102, quei cittadini che rientrano nelle seguenti categorie: personale di Forze di polizia, personale militare delle Forze armate, personale della polizia penitenziaria, personale della Guardia di finanza o anche personale appartenente al Corpo nazionale dei vigili del fuoco. 

Come presentare la domanda per avere la pensione in anticipo con Quota 102

È arrivato il momento di fornire ulteriori indicazioni in riferimento a quali sono le modalità da rispettare per poter presentare la domanda per accedere alla pensione anticipata all’età di 64 anni, resa possibile con la Quota 102.

A questo proposito, la richiesta di pensione, come ormai tutti sanno, potrà essere trasmessa ed inviata direttamente all’INPS anche personalmente da parte del cittadino interessato a percepire l’assegno previdenziale con la modalità anticipata.

In questi casi, egli potrà avvalersi quindi del servizio di Contact Center INPS (facendo riferimento ai seguenti numeri di telefono 803.164 - da fisso - oppure  06.164.164 - per chi telefona da cellulare). Allo stesso tempo, sarà possibile anche avvalersi dell’aiuto e del supporto da parte di un patronato.

Al fine di compilare e trasmettere correttamente l’istanza attraverso il portale telematico INPS, accessibile con l’apposite credenziali personali, sarà necessario navigare direttamente nella sezione dedicata alle domande sulle prestazioni pensionistiche.

In tal senso, si suggerisce di consultare in maniera approfondita il messaggio INPS numero 97 di quest’anno, in cui sono riportate tutte le indicazioni di carattere operativo per non sbagliare la compilazione e l’invio della domanda per accedere alla pensione anticipata con Quota 102.